Ricette di viaggio Weekend con gusto

Lisbona di piazza in piazza. Scopriamo un percorso del bello e del gusto

Benvenuti  a Lisbona! Welcome to Lisbon!

(in italian and english) —
Lisbona è una cittè piena di meravigliose piazze.
Piazze che ne definiscono la struttura, fermano il tempo e aprono spazi nei quali godersi una pausa cullati dal ritmo vitale della città.  Abbiamo pensato per voi un itinerario davvero speciale, un percorso ‘di piazza in piazza’ che attraversa questa magica città… Scoprirete storia, arte, curiosità e la saporita cucina portoghese.
Pronti per il nostro ‘squares-food tour’?

Partiamo dal quartiere de La Baixa dalla Piazza dei Restauratori  che commemora la liberazione del Portogallo, avvenuta nel 1640, dopo 60 anni di dominazione spagnola. Qui troverete Palazzo Foz,  sede dell’ufficio del turismo di Lisbona, l’edificio modernista del Condes Cinema, l’antico Teatro Eden e il maestoso Obelisco dedicato alla Vittoria e alla Libertà.

Piazza dei Restauratori

Da qui inizia  l’Avenida da Liberdade, che termina nella Piazza del Marquês de Pombal, dedicata allo statista che nel ‘700 guidò il Portogallo e punto di incontro di sei grandi arterie urbane della città.

Piazza del Marquês de Pombal

Nelle vicinanze ci aspetta Piazza del Rossio dalla caratteristica pavimentazione con motivi ondulati, dominata dalla facciata in stile neo-manuelino della Stazione, il Teatro Nazionale Doña María II, il suo famoso Cafè Nicola, la statua del Monarca Pietro IV e due monumentali fontane in stile barocco. Nel centro troneggia una grande colonna alta 27 metri.

Lo storico Café Nicola

Da qui raggiungiamo Piazza da Figueira, tranquilla ed elegante, caratterizzata da edifici mansardati e da una magnifica vista del Castello di San Giorgio. Le attrazioni (e le sorprese)  non mancano: dalle dolci delizie della Confeitaria Nacional all’Ospedale delle Bambole.


Prendiamo l’elegante strada Rua Augusta per raggiungere la Piazza del Commercio, la più famosa e la più grande di Lisbona. Anticamente, come indica il suo nome, funzionava come porta di accesso alla città per le navi commerciali.

Spicca l’Arco di Trionfo della Rua Augusta e la Statua equestre di Re Giuseppe I. Nella piazza troverete le fermate degli autobus turistici di Lisbona, del classico tram giallo e l’interessante Lisboa Story Centre che illustria egregiamente il percorso cronologico della città.

Pronti a restare senza fiato?
Siamo arrivati in Piazza dell’ Impero, nel distretto di Belem. Questa  è la più grande piazza della penisola iberica e una delle più grandi d’Europa. Lasciatevi stupire dal maestoso Monastero dos Jerónimos, celebrazione delle imprese marinare che fecero affluire in Portogallo enormi ricchezze, in particolare del trionfale viaggio con il quale Vasco de Gama aprì la via marittima alle Indie.
Poco distante il Centro Cultural de Belém con il suo enorme giardino, mentre il lato opposto ospita  il Monumento alle Scoperte che rappresenta Enrico il Navigatore e gli eroi portoghesi che parteciparono alle scoperte.

Monumento alle Scoperte

All’interno del monumento esiste un ascensore che porta a metà altezza e quindi una scala che conduce alla sommità del monumento da dove si ha una vista panoramica sul Quartiere di Belém e sul fiume Tago, sulle cui rive spicca l’iconica Torre, ultima immagine che i marinai e i soldati avevano della propria patria. Oggi ospita un museo che espone pezzi di gioielleria
Ah, una dritta: alla domenica molte di queste attrazioni sono a ingresso libero.

Torre di Belem

Il nostro percorso continua e diventa… principesco
Piazza Pricipe Real, affascinante luogo del Barrio Alto, attorniato dal palazzo  Ribeiro da Cunha, in stile neo-araboo, dal Museum of Free Waters. e da un lussureggiante giardino, famoso per un insolito (e mastodontico)  cedro buçaca che sembra un enorme baldacchino.

il mastodontico cedro-baldacchino
Sempre nel Barrio Alto vi aspetta Piazza dei Fiori, tranquilla, silenziosa, adornata da piante e fiori, insomma una sosta perfetta per spezzare il ritmo del percorso o semplicemente per concedervi una pausa, magari uno snack approfittando del vicino Pão de Canela, ristorantino che offre diversi piatti tipici, ideali per uno spuntino nella pace della  piazza.
Piazza dei Fiori
Piatti tipici da Pao de Canela

Un’altra piccola pausa rilassante? Verso l’ Elevador da Gloria, c’e una vera chicca, la Piazza dell’Allegria. E’ un luogo non frequentato da turisti, dove si possono vedere seduti gli anziani del quartiere, la gente con giornali e pane … il tutto con l”aria bohemien che emerge da questa città magica.

Piazza dell’Allegria
Fame… ‘on the road’?
Incontro ‘must’ le sardine, anche in scatola. A Lisbona infatti troverete diversi negozietti che vendono pesce in scatola, soprattutto sardine; in molti di questi, potrete sedervi e mangiare le sardine che avete scelto, che vi verranno servite su un piatto, accompagnate da pane o patate.La cucina portoghese è super saporita, dai piatti di verdure a quelli di pesce, come il caldo verde una zuppa,  a base di cavolo, patate e chorizo o il gustosissimo polvo à Lagareiro, polpo prima stufato e poi grigliato, servito con una salsa piccante.

Alcuni piatti tiici : caldo verde e polvo à Lagareiro

Il piatto nazionale è il bacalhau, saporito baccalà che nelle botteghe, nei mercati e nei ristoranti non manca mai, cucinato in tantissimi modi,  bollito accompagnato da verdure oppure grigliato con aglio e spezie.

Inoltre da vedere a Lisbona
Il Convento do Carmo.
Miradouro de Sao Pedro de Alcantara.
La libreria Ler Deavagar
Miradouro de Santa Luzi
ll Museo Azuleios
Il MAAT
Il MAAT ,museo di Arte, Architettura e Tecnologia ,nuovo centro culturale della Città, con accanto il Museo di Energia Elettrica e il nuovo Museo delle Carrozze e Il Museo Azuleios che prende il nome proprio dalle tipiche ceramiche azzurre, tradizionali del Portogallo

Torniamo a Belém, oltre alle meraviglie di cui ho parlato, troverete la storica ‘pasteleria’ dove è inevitabile un’abbuffata di pasteis de nata, tradizionali dolcetti alla crema su una cialda croccante a forma di piccolo cestino ripieno di crema fatta con uova, zucchero, latte, farina, cannella e limone. Deliziosi… uno solo non basta, ve lo assicuro…
La leggenda dice che furono un’invenzione dei monaci del monastero che, visto il successo, iniziarono in seguito a produrli anche all’esterno delle mura e la ricetta si diffuse per tutto il Portogallo. Ricetta che ho avuto proprio dalla pasteleria, eccola!

PASTEIS DE NATA


Ingredienti per 12 pasteis

Preparazione
Per la crema: abagnomaria, montate i tuorli con lo zucchero, incorporare maisena e vaniglia, unire la panna, continuando a mescolare finchè la crema sarà addensata (circa 10 minuti) Togliete dal fuoco, travasate la crema in una ciotola fredda.
Mescolate finchè la crema non è fredda  e quindi copritela con pellicola di plastica.
Mettete i 2 rotoli di pasta sfoglia uno sopra l’altro schiacciando leggermente per farli aderire, quindi arrotolateli e infine tagliate il rotolo a fette. Spolverizzate di farina ciascuna fettina, quindi schiacciatela fino a formare un cerchio.
Curvate i bordi del cerchio per ricavarne un cestino e foderate degli stampini per muffin. Riempite con la crema fino al bordo. Cuocete quindi in forno ventilato preriscaldato a 220°C per circa 15 minuti poi continuate con il grill per altri 3-5 minuti. La superficie deve essere dorata e caramellata
Ecco fatto!
Lasciateli raffreddare e spolverizzateli con cannella in polvere.

INFO
Visit Lisboa

Would you like to try to make ‘pasteis’ ?
Here the recipe in english, just click Next>