Weekend In Salus

Cioccolato fondente, fa bene al cuore e alla linea

Possiamo concederci un quadrettino di cioccolato senza sensi di colpa, a patto che sia fondente. È stato infatti dimostrato da diversi studi che assumere 20 gr di cioccolato fondente, almeno al 70%, non solo non fa ingrassare, ma, al contrario, contribuisce a mantenere il peso forma.

Non solo, il cioccolato “nero” ha esercita anche un’azione protettiva nei confronti delle malattie cardiovascolari, come infarti e ictus. In più, le sostanze contenute nel cacao hanno anche un’azione positiva sull’umore. Sollecitano, infatti, la serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità”, combattendo ansia e depressione.

Arriva dall’America centro meridionale

C’è una ragione quindi, perché le popolazioni andine, come i Totechi, gli Incas, ma, soprattutto i Maya, chiamavamo il cacao e quanto ne ricavavano come “il cibo degli dei” facendone largo uso.

La pianta del cacao, nome botanico Theobroma cacao, nasce spontanea nelle foreste dell’Amazzonia, nell’America centro meridionale, ma anche nell’Africa tropicale. Dai semi si ricava la polvere di cacao, che viene poi utilizzata per produrre il cioccolato, ma anche cosmetici e dolci.

Proprio la percentuale di cacao nel cioccolato fondente aumenterebbe in proporzione, i benefici di questo alimento. In Italia e in Europa il cacao arriva grazie a Cristoforo Colombo, che porta con sé alcuni semi nel 1502. Da allora, la passione continua.

Tutto il buono del “fondente”

Tra le sostanze benefiche contenute nel cacao ci sono i polifenoli, potenti antiossidanti, e i flavonoidi, ma anche vitamina B1, B2, B3, vitamina A, vitamica C, acido folico e sali minerali tra cui potassio, sodio, ferro, calcio, fosforo e zinco. 100 gr di cioccolato fondente al 70% apportano circa 306 calorie.

Assumere cioccolato fondente, senza ovviamente esagerare, contribuirebbe ad abbassare la glicemia e i livelli di colesterolo nel sangue, ma anche i valori della pressione arteriosa. Previene il diabete e il sovrappeso, grazie alla sua azione sul metabolismo del glucosio.

Uno studio olandese pubblicato sugli Archives of Internal Medicine su un campiode di 470 uomini tra i 65 e gli 84 anni, tenuti sotto osservazione per 15 anni, ha dimostrato che coloro che consumavano abitualmente un piccolo quantitativo di cacao aveva un tasso di mortalità inferiore.

In particolare, erano meno esposti a infarti e ictus grazie alla protezione cardiovascolare effettuata dai flavonoidi e altri ossidanti contenuti nel cioccolato fondente. In particolare, il cioccolato fondente amaro agisce sulle fibre muscolari del cuore, mantenendo le arterie dilatate e flessibili, proteggendo, quindi dall’infarto.

Le tante forme del cacao

In commercio si trovano diverse qualità di cacao, nella versione amaro o dolce. Tra le versioni in polvere, la varietà più antica è il criollo, molto aromatica e delicata. Il forastero, invece, ha un sapore più marcato e persistente.

Il più pregiato è il cru, dal quale si ricava un cioccolato finissimo. Non solo, oggi si trovano anche le fave di cacao, da spizzicare tostate come spezza fame. Dai semi del cacao si ricava il burro di cacao, ingrediente fondamentale del cioccolato, ma anche di molti cosmetici.

Potete allora concedervi un pezzetto di cioccolato senza sensi di colpa, quindi. Perché allora non abbinarlo al frutto autunnale per eccellenza? Eccovi la nostra ricetta della torta di pere e cioccolato, ovviamente fondente.

Torta di pere e cioccolato

Ingredienti

  • 250 gr di farina integrale
  • 150 gr di amaretti
  • 100 gr di farina di mandorle
  • 350 gr di cioccolato fondente
  • 500/600 ml di latte
  • 3 pere mature medie
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 50 gr di zucchero di canna

Lavate le pere, sbucciatele e tagliatele a spicchi. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, aggiungendo gradualmente il latte. Sbriciolate gli amaretti e disponeteli in una pirofila, unendo la farina integrale e la farina di mandorle. Amalgamate aggiungendo il lievito per dolci, lo zucchero e il cioccolato fuso. Mescolate fino a ottenere un impasto omogeneo. Regolate con il latte nel caso fosse troppo duro. Rivestite una tortiera con la carta da forno e versate metà dell’impasto. Disponete le pere a cubetti e ricoprite con l’altra metà dell’impasto. Preriscaldate il forno a 200 °C e lasciate cuocere per circa 40 minuti. Lasciate intiepidire e servite.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.