Weekend Italy

Un weekend tra Capodanno Cinese, cultura e sapori

Il weekend è già nell’aria e il prossimo, quello del 21 e 22 gennaio, la comunità cinese festeggia il Capodanno che inaugura l’Anno del Coniglio. Ma non mancano nemmeno mostre, fiere, passeggiate urbane e nella natura ed eventi gastronomici per i più golosi.  Torna la rubrica dedicata agli eventi del weekend, ecco quelli selezionati per voi.

Brescia e Bergamo Capitali della Cultura

Il 21 e 22 gennaio, Bergamo e Brescia inaugurano con una grande festa l’Anno della Cultura, in cui entrambe le città saranno Capitale. La cerimonia inaugurale è prevista alle 17 di venerdì 20 gennaio, in contemporanea al Teatro Grande di Brescia e al Teatro Donizetti di Bergamo. A Brescia è prevista anche la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sabato 21, nelle piazze e nelle strade delle due città si riverseranno migliaia di persone per assistere a un ricco calendario di appuntamenti tra arte e spettacolo. Al mattino e nella prima parte del pomeriggio il programma sarà lo stesso in entrambe le città.

Alle 11 migliaia di bambini della scuola primaria eseguiranno l’inno dedicato a “Bergamo e Brescia Capitale Italiana della Cultura”, in contemporanea in Piazza della Loggia a Brescia e in Piazza Vittorio Veneto a Bergamo. Alle 16 ci si sposta nel centro storico per la grande Sfilata dei Quattro Cortei, ognuno composto da migliaia di persone, che sfileranno da quattro punti cardinali delle due città per convergere rispettivamente verso Piazza della Loggia a Brescia e in piazza Vittorio Venero a Bergamo. I cortei saranno accompagnati da ballerini e bande musicali. Una volta arrivati nelle due piazze sarà eseguito l’Inno Nazionale.

Al termine, ogni città proseguirà con un programma differente. A Brescia, dalle 17.30 alle 19, in Piazza della Loggia si tiene un grande Galà Concerto condotto da Ambra Angiolini con la partecipazione di alcuni artisti bresciani: Francesco Renga, Fausto Leali, ComaCose, MrRain e Frah Quintale, e con personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo. Alle 20, Piazza Vittoria si trasforma in una installazione multimediale con spettacolo di danze aeree, fuochi d’artificio e video proiezioni. L’installazione ci sarà anche domenica 22, quando, per l’intera giornata, Bergamo e Brescia apriranno le porte di tutti i luoghi della cultura: teatri, musei, cinema, biblioteche, fondazioni saranno aperti al pubblico con mostre, convegni ed esibizioni.

INFO: https://bergamobrescia2023.it/

A Milano si festeggia il Capodanno Cinese

Dopo due anni di pandemia, domenica 22 gennaio il dragone rosso che celebra il Capodanno Cinese e l’inizio dell’Anno del Coniglio torna a sfilare a Milano per la gioia della numerosa comunità cinese, ma anche di tanti cittadini milanesi e visitatori attirati da una manifestazioni davvero suggestiva. La novità di quest’anno è che la sfilata non si tiene come negli anni scorsi, in Paolo Sarpi, cuore della Chinatown milanese, ma presso l’Arco della Pace, proprio per consentire una partecipazione più numerosa.

Quest’anno poi, i festeggiamenti a Milano corrispondono esattamente al giorno del Capodanno in Cina. Si inizia alle ore 14 con la tradizionale sfilata che prevede danze tradizionali, musica, sfilata di lanterne rosse e performance di artisti e figuranti travestiti da dragoni portafortuna, aspettando l’arrivo del grande Drago Rosso.

A Genova una visita “narrata” a Staglieno

Sabato 21 gennaio, alle 14, a Genova è in programma una visita guidata, anzi “narrata” al Cimitero Monumentale di Scaglieno, che affascinò anche la Principessa Sissi. Il ritrovo è presso il Piazzale Giovanni Battista Resasco per intraprendere in percorso attraverso parole e immagini assai diverse, dal ricordo alla nostalgia, dalla certezza dell’Aldilà al mistero.

Si incontreranno le sepolture più famose, dove immagini protettive si alternano ad altre più enigmatiche, tra simboli, calligrafie, angeli e abiti svolazzanti, dalle tombe dei grandi imprenditori a quella della paesana più famosa del mondo, da Teresa Oneta alla magia del giovane dormiente.  Si visiteranno anche il Pantheon e il Cimitero Ebraico, fino ad arrivare al cospetto dell’Angelo Ribelle. Visita a numero chiuso. Prenotazione obbligatoria via sms o WhatsApp. Quota di partecipazione: adulti € 10, bambini fino a 10 anni € 5.

INFO: tel 328/4222168

A Firenze la mostra su Bansky alla Cattedrale dell’Immagine

Fino al 26 febbraio, a Firenze, presso la Cattedrale dell’Immagine di Piazza Santo Stefano si può visitare la mostra “Inside Bansky” dedicata al maggiore esponente della Street Art a livello mondiale. Il percorso espositivo si snoda attraverso un mix di immagini, suoni, musica che evocano la cultura underground di Bristol.

Attraverso un’affascinante esperienza multisensoriale il pubblico sarà trasportato nel mondo di Bansky e delle sue opere sovversive e iconiche. Per visitare la mostra non occorre prenotazione, basta recarsi presso la biglietteria. Orari: lun-ven 10-18.30; sab e dom 10-20 (con ultimo ingresso alle 19). Biglietti: intero € 14, ridotto € 10 (ragazzi 5-12 anni, over 65, studenti e disabili)

INFO: www.insidebanksy.it/

A Roma per il Cacio & Pepe Festival

Nel weekend del 20, 21 e 22 gennaio, presso Eataly Roma, in piazzale 12 ottobre 1492, si tiene la quarta edizione del Cacio & Pepe Festival, dedicato al piatto più famoso della cucina romana in tutto il mondo. Al terzo piano di Eataly, nel grande Mercato e nei ristoranti si potranno gustare tantissime versioni della “Cacio & Pepe”, ma anche assistere a show cooking, lezioni di cucina, intrattenimento musicale e laboratori creativi dedicati ai più piccoli. Negli stand, inoltre, ci saranno anche paste fresche ripiene, fritti, tonnarelli, mezze maniche, gnocchetti, panini, frittatine di pasta, maritozzi e altre ricette classiche o rivisitate a base di cacio e pepe.

Il tutto accompagnato da birre artigianali del territorio. L’ingresso al festival è gratuito mentre per degustare le proposte culinarie di potranno acquistare i gettoni disponibili alle casse del terzo piano. 1 gettone costa € 2. Sono disponibili pacchetti: 14 gettoni a € 26; 30 gettoni a € 55. Orario: venerdì 20/1 dalle 19 alle 24; sabato 21/1 dalle 12 alle 16 e dalle 19 alle 24; domenica 22/1 dalle 12 alle 16 e dalle 18 alle 22.

INFO: https://bit.ly/Cacio-Pepe-Festival

A Palermo un’escursione al Castellaccio di Monreale

Domenica 22 gennaio, a Palermo, è in programma una splendida escursione guidata, della durata di circa 3 ore, alla scoperta del Castellaccio di Monreale. Il ritrovo per la partenza è alle ore 9.30 di fronte al bar Di Chiara in piazza Padre Semeria, a San Martino delle Scale. Il cammino inizia a Portella San Martino, la porta di accesso che da Monreale conduceva all’abbazia di San Martino delle Scale. Da qui si imbocca il sentiero che porta alla cima del Monte Caputo e ai piedi del castello di San Benedetto, noto come il Castellaccio. Lungo il tragitto si potrà lasciare spaziare lo sguardo su tutta la Conca d’Oro, dal mare fin a Portella Paglia e a Giacalone, fino alla porzione sud della catena di monti che circonda Palermo.

Arrivati in cima si visiterà il Castellaccio, di proprietà del Club Alpino Sicilia, che agli inizi del Novecento lo ha restaurato e che ancora oggi si occupa della gestione. Al termine della visita si imbocca il sentiero ovest fino alle auto. Quota di partecipazione: adulti € 5, ragazzi 7-18 anni € 3 a cui si aggiunge il biglietto di ingresso al castello di € 3 a persona. Pranzo al sacco a carico dei partecipanti. Indossare scarpe e abbigliamento da trekking e prevedere 2 litri di acqua a testa.

INFO: prenotazione compilando la form al seguente link