Pensieri on the road

ULTIMO NUMERO DEL 2022 O PRIMO DEL 2023?

Di Raffaele d’Argenzio  

È un dubbio amletico, ma a me piace. Mi piace sempre pensare che il passato è un gradino per il futuro, uno step, come dicono quelli che sanno l’inglese. Ma noi di WEEKEND PREMIUM abbiamo costruito dei gradini, abbiamo messo almeno dei ciottoli per far parte della strada? Alcune volte sembra di girare a vuoto, di non aver fatto abbastanza…e allora vai a ritroso, vai a rivedere i ciottoli che hai lasciato, piccole pietruzze, ma sono quelle che potevi mettere per costruire il tuo piccolo pezzo di strada.

PREMIUM, NON LUSSO MA QUALITA’

Certo, giorno dopo giorno abbiamo fatto il nostro lavoro raccontando di luoghi da vedere e da salvare, con il gioco delle TOP TEN, abbiamo cercato di scegliere il meglio e di insegnare a scegliere.  Abbiamo cercato di fare capire, e di ricordare a noi stessi, che quella parolina PREMIUM non significa lusso ma semplicemente qualità. Anche una trattoria può essere Premium se esprime qualità. Ciascuno di noi se fa il suo lavoro al massimo e con passione può essere premium. Anche WEEKEND PREMIUM può essere davvero premium? I conti si fanno con se stessi, dobbiamo essere noi i giudici più severi. Allora analizziamo i ciottoli che abbiamo messo per costruire il nostro piccolo pezzo di strada del 2022.

WEEKEND GREEN AWARDS” DAL 2015 

Dal lontano 2015, abbiamo iniziato a promuovere il green, a scegliere borghi che si distinguevano per sostenibilità e scelta del verde come bandiera e anche come risorsa. Ora tu tutti parlano di sostenibilità, del pericolo per il riscaldamento globale, ma allora eravamo noi a contattare il grande oceanografo Peter Wadhams che già avvertiva che i ghiacci si stavano assottigliando, che non si poteva più tornare indietro, ma solo tamponare, fermare l’aumento di anidride carbonica, bloccarla, subito.

LE “MONGOLFIERE“, PER FAR VOLARE ANCHE I PIU’ FRAGILI

Si viaggia, si programmano continuamente weekend…a volte per lavoro si viene inviati, a volte si rifiuta, colleghi che su Facebook si pavoneggiano: oggi sono qui domani sono là… Allora, anni fa, mi sono detto che forse era più giusto cercare di far viaggiare chi per ingiusta sfortuna aveva ali fragili, quei ragazzi che avevano poco tempo per conoscere questo mondo che loro amano tanto anche se è un mondo difficile per loro.

Jacopo Marotta ispiratore delle “Mongolfiere” in un momento felice a Barcellona

Come dimenticare Jacopo? Per cui ho contribuito a regalargli qualche giorno lieto a Barcellona. Io non lo dimenticherò mai, forse è uno dei ciottoli più preziosi che ho saputo mettere nella mia strada. E allora abbiamo fatto partire sulla nostra Mongolfiera alcuni di quei ragazzi, lanciando il concorso RACCONTA IL TUO SOGNO, purtroppo siamo riusciti a realizzare il sogno soltanto di alcuni, mentre tutti lo meriterebbero. E quest’anno con POESIE IN MONGOLFIERA, abbiamo realizzato il sogno della giovane poetessa Francesca che è andata a Firenze.

Francesca ha realizzato il suo sogno di visitare Firenze

POESIA DI VIAGGIO. OGNI VIAGGIO PUO’ DIVENTARE LA TUA POESIA

Abbiamo anche creato il concorso “POESIA DI VIAGGIO, per dare spazio a chi non vede soltanto il viaggio come un’occasione per scattare foto o assaggiare cibi gustosi, ma come qualcosa di più.  Ciascuno di noi può trovare la poesia in un viaggio e in se stesso.

I vincitori della prima edizione di Poesia di Viaggio

WEEKEND CON GUSTO 

Ecco un’altra parola ormai sulla bocca di tutti: GUSTO, uno dei sensi che ci permette di sentire i sapori, ma a noi pare importante unire al gusto per il cibo, anche quel gusto che noi italiani abbiamo per l’armonia, per l’eleganza, per l’arte, per il bello. Qualcosa che ci portiamo dentro e che c’è stata regalata dai gradi artisti del passato, dalle opere d’arte di cui siamo contornati qui in Italia. Quindi nei nostri WEEKEND CON GUSTO, troverete sempre la ricerca dei sapori, del buon cibo, ma anche la luce del bello di quel luogo. I nostri weekend saranno non di gusto ma con gusto.

WEEKEND CAR: AUTO PER VIAGGIARE NON PER AVVELENARE LE CITTA’

Un altro ciottolo della nostra strada è quello di aiutare a scegliere anche nelle auto il bello delle forme e il buono, nel senso della sostenibilità. Da anni diciamo che le auto devono servire per viaggiare, per conoscere la nostra Italia e il mondo, ma dobbiamo cancellarle dalle nostre piazze, dalle nostre belle città perché le soffocano e le imbruttiscono. Quanti confronti-scontri con i sindaci che, per avere voti, lasciano offendere la bellezza dei loro borghi, delle loro città.

La nuova Jeep Avenger al 100% elettrica

Sì, credo che qualche ciottolo lo abbiamo messo, che qualche pagina bella l’abbiamo scritta. Siamo pronti per continuare la nostra strada per il 2023.