In Auto Video WEEKEND-CAR PREMIUM

Con la nuova Mercedes Classe A ibrida plug-in, tra vigneti e fortezze in Val Tidone

image_pdfimage_print

Di Vincenzo Bonanno

 

Silenzi, colline, boschi, vigneti e castelli, ma anche piatti tipici e vini profumati. Tra le province di Pavia e Piacenza, a cavallo fra l’Emilia Romagna e la Lombardia, si estende una terra ricca di quiete e bellezza. È la Val Tidone, meta del nostro Weekend Premium, che si presenta ai suoi viaggiatori come una sorpresa inaspettata, dove si riassapora il gusto autentico dell’Italia meno nota. Ad accompagnarci in questa scoperta, la nuova Mercedes Classe A 250 e EQ Power Automatic, la versione ibrida plug-in della compatta tedesca. L’auto offre i vantaggi di due mondi: da un lato ci si può spostare in città con la sola trazione elettrica, dall’altra si può fare affidamento sull’autonomia del motore a combustione interna per gli spostamenti più lunghi. Nel complesso, la vettura diventa ancora più efficiente, perché recupera energia in frenata. I veicoli ibridi plug-in rappresentano un’importante pietra miliare verso la mobilità a zero emissioni.

 

 

Prima tappa: Borgonovo Val Tidone

La voglia di relax e l’entusiasmo di esplorare un territorio poco conosciuto sono gli ingredienti base del nostro Weekend Premium. Cominciamo da Borgonovo Val Tidone (uscendo dall’autostrada A1 a Casalpusterlengo e proseguendo per la sp 234 e l’ex ss 412). Qui, da non perdere la Rocca municipale, un tempo castello di difesa circondato da un fossato pieno d’acqua e oggi sede degli uffici comunali. Vi si accede da due ponti in muratura comunicanti, ricostruiti mantenendo fede a quelli originali. Merita una visita anche la Chiesa di Santa Maria Assunta, di chiaro gusto gotico-lombardo, che vanta il titolo di “collegiata” perché ospitò un collegio dei canonici. Le case del centro storico un po’ la nascondono, ma basta prendere come riferimento l’alto campanile per scoprire l’imponente facciata in mattoni.

La Rocca di Borgonovo Val Tidone è un concentrato di storia e fascino: la cornice ideale per far da sfondo alle linee sinuose della Classe A 250 e.

Mercedes Classe A ibrida plug-in

La nuova Mercedes Classe A 250 e EQ Power Automatic si caratterizza soprattutto per un inedito piacere di guida a zero emissioni, perfetto per l’utilizzo quotidiano. Il motore elettrico eroga 75 kW e permette di percorrere dai 60 ai 68 km (nel ciclo di omologazione Wltp); insieme al quattro cilindri da 1.3 litri (160 CV), l’auto raggiunge una potenza complessiva di 218 CV e una coppia totale di 450 Nm. Cambio a doppia frizione 8F-DCT. La Classe A 250 e reagisce in modo immediato alla pressione del pedale dell’acceleratore, per prestazioni di tutto rispetto: scatto da 0 a 100 km/h in 6,6 secondi e velocità massima di 235 km/h (140 km/h in puro elettrico).

Fiore all’occhiello

La Rocca d’Olgisio, a Pianello Val Tidone, è la perla della Val Tidone. È la più antica fortezza del piacentino e probabilmente anche la più suggestiva, grazie alla sua architettura e alla sua posizione strategica, che l’ha resa una roccaforte inespugnabile in diversi periodi storici, dal Medioevo fino alla Seconda Guerra Mondiale. Difesa da ben sei cinte murarie, integra armoniosamente strutture medievali e rinascimentali.

 

Panorami splendidi e un castello dal sapore antico caratterizzano la Rocca d’Olgisio. Ci siamo arrivati con la Classe A ibrida plug-in.

Costruita sulla roccia, la fortezza domina l’intera vallata: quando la giornata è limpida, dalle sue mura si gode di un panorama mozzafiato. Non a caso, il punto più suggestivo è il camminamento nel sottotetto. La Rocca è soprannominata “arx impavida”, “fortezza che nulla teme”, come recita lo stemma all’ingresso. Nel giardino, molto curato, ci sono piante secolari, fiori profumati, statue e un pozzo profondo circa 50 metri, collegato all’esterno da una galleria scavata nella roccia per permettere la fuga in caso di assedio. Girando per le stanze interne, l’impressione è quella di essere catapultati in un mondo lontano. Che siate appassionati d’arte, inguaribili romantici o in cerca di fantasmi, passaggi segreti e storie misteriose, la Rocca d’Olgisio non vi lascerà delusi.