Weekend Italy

Vino, buon cibo e…San Gennaro. Ecco gli eventi del weekend da non perdere

image_pdfimage_print

Con l’arrivo dell’autunno, riprende il nostro appuntamento con gli eventi del weekend. Vi segnaleremo quelli più interessanti, più belli, più curiosi, insomma, quelli da non perdere. Viaggiando da Nord a Sud.  Molti, infatti, sono quelli in programma, tutti organizzati in sicurezza e nel rispetto delle norme di prevenzione del Covid-19, che vi invitiamo a rispettare per la sicurezza e il divertimento di tutti. Ecco le nostre proposte per il weekend del 19 e 20 settembre.

Ad Alba (CN) per la Festa del Vino

Domenica 20 settembre apre i battenti nel centro storico di Alba, la Festa del Vino, una grande kermesse che vede sfilare le eccellenze vinicole del territorio delle Langhe-Roero, da degustare insieme a deliziosi abbinamenti gastronomici.

L’itinerario del gusto si snoda lungo Piazza Risorgimento, via Cavour e Piazza San Giovanni, dove, dalle 14 alle 20, i produttori presenteranno le loro eccellenze e promuoveranno le realtà territoriali. Tra queste i celebri Barolo e Barbaresco, fiori all’occhiello, a cui si affiancano altri rinomati vini delle Langhe e del Roero, tra cui il Nebbiolo d’alba, il Roero, il Roero Arneis, la Barbera d’Alba, il Dolcetto d’Alba, di Diano e di Dogliani, per citarne solo alcuni.

L’evento è organizzato nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid 19. Per questo motivo sono stati previsti due turni di degustazione, dalle 13.45 alle 16.30 e dalle 16.30 alle 19.15, con numeri contingentati, a cui il pubblico può accedere dietro prenotazione. Il costo della degustazione illimitata presso i banchi di assaggio di via Cavour e Piazza Duomo è di € 15 a persona con Calice e taschina in omaggio. L’evento si replica domenica 27 settembre con le stesse modalità.

INFO: www.gowinet.it

A Castelvetro (MO), il Lambrusco Grasparossa è protagonista di “Non è la sagra!”.

Cambia il format, per rispettare le norme di contenimento del coronavirus, ma non il gusto del celebre Lambrusco Grasparossa, protagonista nei weekend del 18, 19 e 20 e del 25, 26 e 27 settembre di “Non è la sagra!”, nello splendido scenario del borgo di Castelvetro, sulle colline modenesi, insignito della Bandiera Arancione.

Il programma prevede il masterclass di degustazione “It’s wine o’clock – Sotto la torre col produttore”, in collaborazione con le aziende associate al Consorzio Castelvetro di Modena V.I.T.A. per scoprire il mondo del vino e approfondire le proprie conoscenze enologiche. I produttori guideranno il pubblico alla scoperta di sapori e tradizioni uniche attraverso gustosi assaggi.

Torna anche il Lambro Truck, golose degustazioni di vini accompagnate da specialità di street food. Saranno presenti anche alcuni produttori vitivinicoli per i consigli sugli abbinamenti e approfondimenti sulle etichette in assaggio.

Nell’ambito di Cantine Accoglienti, invece, si potranno visitare le cantine del territorio e le aziende vitivinicole con una visita guidata con degustazione.

INFO: www.visitcastelvetro.it

A Viterbo torna lo Slow Food Village

Dal 18 al 20 settembre, dalle 18.30 alle 23.30 torna in Piazza Sal Lorenzo a Viterbo lo Slow Food Village, in un’edizione che si attiene alle disposizioni per la prevenzione del Covid-19.  Il titolo di questa edizione è “Ricominciamo dalla terra”, e vuole essere un forte incoraggiamento alla ripresa rivolto a produttori, ristoratori, titolari di agriturismo, in particolare della Tuscia, ripartendo dal “cibo buono, pulito e giusto per tutti”.

Per tutte e tre le giornate i ristoranti e le botteghe del gusto di Viterbo aderenti all’iniziativa proporranno il “Menù speciali dell’Alleanza” con ricette della tradizione e prodotti tipici locali.

Venerdì 18 e sabato 19 settembre, sempre in piazza San Lorenzo, alle 22.30 è in programma lo spettacolo degli artisti di strada del Circo Verde. Domenica 20, invece, aprirà il Mercato della Terra, progetto Slow Food in cui i piccoli produttori locali presentano e vendono le loro eccellenze, accompagnati a laboratori didattici e a consigli per una spesa consapevole. Infine, tutte le sere, alle 18.30, talk show con protagonisti del mondo dell’enogastronomia.

Per partecipare agli eventi è necessario prenotare cliccando qui o presentandosi 15 minuti prima dell’evento per la registrazione presso l’info point di Slow Food in piazza San Lorenzo

INFO: www.slowfoodvillage.it

Napoli in festa per San Gennaro

Sabato 19 settembre Napoli celebra il Santo Patrono San Gennaro con una grande festa che ne trasformerà il volto e l’atmosfera. Un evento impedibile non solo per i napoletani, ma anche per chi vorrà raggiungere la città per assistere a un evento assolutamente unico ed emozionante che consentirà di conoscere le storia, la fede, la musica e le bellezze di Napoli.

Ricchissimo il programma. Tra gli eventi da segnalare, sabato 19 settembre, alle 10.30, è in programma una passeggiata guidata nel centro storico dal titolo Urbs Sanguinis, alla scoperta della devozione e dei miti sorti attorno al sangue di San Gennaro, ma non solo. Il Santo Patrono, infatti, non è il solo a operare il prodigio della liquefazione del sangue. Lungo il percorso si potranno infatti conoscere le storie legate ad altri santi martiri, tra cui San Luigi Gonzaga, Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, Sant’Andrea Avellino e San Sebastiano. Ritrovo per la partenza in Piazza San Gaetano, davanti alla statua del Santo. Quota di partecipazione € 10, prenotazione obbligatoria, evento a numero chiuso. Info: tel 340/9543337 o larteneltempo@gmail.com

Alle 17.30, invece, si potrà prendere parte al tour guidato “Sulle tracce di San Gennaro”. Si parte dal Duomo di Napoli, dove si scoprirà la storia di “faccia gialla”, l’accordo che portò alla costruzione della cappella del tesoro. Si prosegue poi verso Largo Riario Sforza per ammirare l’Obelisco dedicato a San Gennaro e la suggestiva opera di street art “Mission Possible” che raffigura San Gennaro e Caravaggio mentre leggono il giornale.

Si continua verso via Spaccanapoli, dove si ammira la grande opera di street art di Jorit dedicata a San Gennaro. Quota di partecipazione: adulti € 12, 7-18 anni € 8, gratis fino a 6 anni. Prenotazione obbligatoria, come la mascherina, e partecipazione a numero chiuso. Info: 328/9705049 o 327/4910331, lacaparenapoli@gmail.com

Presso la Casa del Mandolino Napoletano, in piazzetta Museo Filangeri 247, alle 20.30, si tiene invece il concerto di canzoni classiche napoletane San Gennà Pienzace Tu, che ripercorre la storia della canzone napoletana dalle origini alla metà del Novecento. Sono previsti due turni, alle 18.30 e alle 20.30. Quota di partecipazione € 12. Prenotazione obbligatoria. Evento a numero chiuso. È prevista la misurazione della temperatura e la sanificazione degli ambienti prima di ogni spettacolo. Info: tel 340/3334674, casadelmandolinonapoli@gmail.com

Infine, alle 21, va in scena Viva Viva San Gennaro, un concerto di canzoni napoletane dalla fine dell’Ottocento alla metà del Novecento, che si tiene nella sala concerti Napulitanata, della Galleria Principe, di fronte al Museo Nazionale. Ingresso € 12. Accesso a numero chiuso, max 20 persone con prenotazione obbligatoria, così come l’uso della mascherina.

INFO: www.napulitanata.com, tel 348/9983871.