In Auto

L’Audi A6 Avant ibrida plug-in è la Weekend Green Car ideale per l’estate: ecco perché

Audi allarga la propria offerta di auto ecosostenibili lanciando sul mercato italiano la prima station wagon ibrida plug in della sua storia. Si tratta di un’ottima notizia per tutti quelli che stanno cercando una perfetta “Weekend Car” per l’estate. Il perché di questa affermazione è presto detto: la Audi A6 Avant ibrida plug-in, conosciuta con la sigla 55 TFSIe, si presenta come una station wagon di grandi dimensioni con finiture e tecnologie degne di un’ammiraglia. Questo vuol dire che la vettura vanta materiali e assemblaggi lussuosi e a tratti opulenti. Non bisogna dimenticare il suo elevatissimo contenuto tecnologico che strizza l’occhio alla connettività.

A tutte queste qualità, l’Audi A6 Avant ibrida plug-in aggiunge un sofisticato powertrain elettrificato in grado di offrire prestazioni degne di una sportiva e consumi di un’utilitaria. Inoltre, come se non bastasse, la vettura può viaggiare per ben 51 chilometri in modalità 100% elettrica e senza emettere emissioni. Questa peculiarità permette alla station dei quattro anelli di poter varcare i confini “blindati” dei centri storici di paesi e città d’arte.

Ibrido plug-in allo stato dell’arte

 

Il powertrain dell’Audi A6 ibrida plug-in è composto da un 4 cilindri 2.0 TFSI – turbo a iniezione diretta della benzina – da 252 CV e 370 Nm di coppia e da un propulsore elettrico da 143 CV e 350 Nm, il tutto gestito da un cambio S tronic a 7 rapporti. La potenza complessiva è di 367 CV e la coppia di 500 Nm disponibile a 1.250 giri/min, mentre le percorrenze nel ciclo combinato WLTP raggiungono i 55 km/litro (CO2 40/50 grammi/km).

Prestazioni brutali e consumi bassissimi

La station è quasi brutale: scatta da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e raggiunge una velocità massima (autolimitata) di 250 km/h (135 km/h in modalità puramente elettrica). La trazione integrale attiva la ripartizione della coppia al retrotreno solo quando necessario, perché segue una logica d’intervento sia reattiva sia predittiva. L’accumulatore agli ioni di litio da 14,1 kWh è posizionato sotto il vano bagagli, capienza da 405 litri a 1.535 litri abbattendo gli schienali posteriori. In modalità 100% elettrica garantisce ben 51 chilometri di autonomia.

Si ricarica in poco tempo

L’audi A6 Avant ibrida plug-in può essere collegata ad una colonnina (AC) da 7,4 kW o a una presa domestica. Nel primo caso si rigenerare la batteria in sole 2,5 ore, mentre 6 ore attingendo a una presa domestica da 230V.

Estetica dinamica con il paccheto line plus

L’indole sportiva della vettura viene confermata a livello estetico grazie al pacchetto S line plus. Tra le varie cose troviamo di serie il pacchetto S line exterior, che include: paraurti, longarine sottoporta, prese d’aria ed estrattore sportivi. Troviamo nell’equipaggiamento anche i proiettori a LED Audi Matrix, i cerchi in lega da 19 pollici a razze multiple. A cui si aggiungono le pinze dei freni verniciate in rosso e l’assetto sportivo, ribassato di 20 mm.

Interni impeccabili e dal gusto premium

L’abitacolo offre dotazioni di particolare pregio. Troviamo sedili anteriori sportivi con supporto lombare elettrico e rivestimenti in Alcantara Frequenz e pelle, ma anche gli inserti in alluminio spazzolato opaco. Una nota di merito per il cielo in tessuto Il volante multifunzione è molto sportivo, perchè sagomato, appiattito nella parte inferiore e corredato sia del logo S sia delle levette del cambio.