Weekend Low Cost Weekend Low Cost Europe

Weekend a Copenaghen: tra parchi e divertimento

La città conta quasi  600.000 abitanti: ciò la rende diversa dalle grandi città cui siamo abituati, ma di sicuro non meno bella. La città appare subito un po’ cara ma dappertutto è possibile utilizzare i metodi elettronici come carta di credito e bancomat. Grazie a piccoli accorgimenti si può risparmiare molto e godersi la città in versione LowCost non rinunciando a niente!

Primo giorno

Dopo essere arrivati all’aeroporto convine subito omprare il city pass, che ti permette di viaggiare senza limiti in tutte le zone. È disponibile in versione 24 (costo per 1 adulto 80 dkk/ 11 €) e 72 ore (costo per 1 adulto 200 dkk/ 26€). Conviene prenotarlo dall’italia o comunque online poiché la coda all’aeroporto potrebbe essere tanta! Con un solo click sarete pronti a ricevere sul vostro telefono i dettagli del vostro biglietto.

Una volta arrivati, vale la pena visitare il vecchio porto Nyhavn, vicino allafermata di Kongens Nytorv, distante solo pochi minuti a piedi da essa.

porto

Anche se la temperatura è più fredda di quella italiana, risulta comunque piacevole camminare e guardarsi attorno nonostante il vento gelido. La prossima tappa del nostro tour prosegue con la chiesa di Marmorkirken, una chiesa meravigliosa, progettata da Nicolai Eigtved nel 1740.

chiesa

Proeguiamo verso un altro bellissimo palazzo: Amalienborg, sede principale in cui alloggia la famiglia reale Danese dal 1974. Il grande complesso è costituito da quattro palazzi in stile rococò che racchiudono una bellissima piazza ottagonale. Come nella capitale inglese,a si può assistere al cambio della guardia dalle 11:30 alle 12.

cambio-guard

Poco distante dal palazzo, circa 10 minuti a piedi, si arrivate al Kastellet, una piccola città fortificata nella città: costruita nel 1660 per volere di Fredrik III, che divenne sede generale del Partito Nazista durante il Secondo Conflitto Mondiale. Oggi, invece, ospita il ministero della difesa Danese. Per concludere il primo giorno sembra d’obbligo andare a visitare la famosissima e affollatissima Sirenetta.

siren

Secondo giorno

La prima tappa del nostro tour per questo secondo giorno è il Castello di Rosenborg: l’edificio risulta molto piccolo ma il fascino quasi fiabesco dà alla struttura un’aria imponente e maestosa. Vicino ad esso si estendono in tutto il loro splendore i giardini rinascimentali, ideali per un picnic o per trascorrere una giornata all’apenrto. La residenza è stato costruita all’inizio del 1600 come residenza reale per volere del re Cristiano IV di Danimarca, mentre i giardini sono i più antichi della città.

A pochi metri dal Castello si trova il giardino botanico, che potete visitare gratuitamente per poter osservare le meraviglie della flora non solo nazionale ma di tutto il mondo.

giardino-bot

Vale la pena percorrere la Strøget, la strada pedonale più lunga d’Europa: questa lunghissima via ospita negozi per tutti i gusti per potervi rilassare e magari fare un po’di shopping! Per gli amanti della birra si può segnalare, lungo questa strada, lapresenza di unl chiosco della Calsberg, famosa birra Danese, la cui fabbrica è situata a Copenaghen.

Caminando per un po’ si incontra il Museo Nazionale Danese: girabile anche in un paio d’ore il museo conta diverse opere di grande rilevanza artistica e tutto questo a titolo gratuito!

mus

Come ultima tappa del weekend vi potrete dedicare interamente al divertimento! Infatti Copenaghen ospita i Giardini di Tivoli, un noto parco divertimenti situato nel centro della città. È aperto dal 1843 ed al suo interno il divertimento è assicurato. L’entrata costa 110 Corone Danesi, circa 15€, ma tutti i giochi e le attrazioni sono da pagare singolarmente. C’è sicuramente da divertirsi!

tivol

Il tour è finito, ma potete trovare gli spostamenti qui sotto.

Il percorso nero è relativo alla prima giornata, mentre il rosso alla seconda.

percorso

Articolo liberamente tratto da qui, foto by Simone Amerini

Articoli correlati:

Copenaghen Green

Copenaghen: la città più vivibile al mondo