Auto EXTREME

Voglia di evadere verso nuovi orizzonti? Ecco perché la Porsche 911 Syberia RS potrebbe essere la soluzione ideale

image_pdfimage_print

DI FRANCESCO DONNICI –

Durante la quarantena imposta per arginare la diffusione del Coronavirus, molti di noi stanno immaginando quale sarà la prima cosa che faranno appena sarà permesso uscire di casa dopo questo lungo stop forzato. Senza ombra di dubbio una delle cose più belle da fare per sentirsi di nuovo liberi e vivi sarà quello di mettersi al volante di un’auto in gardo finalmente di regalarci un “Weekend Premium” da sogno, attarverso la visita di posti emozionanti e indimenticabili. Se amate la guida sportiva e nello stesso tempo vi piace affrontare percorsi non accessibili a tutti, attraversando magari strade in off road all’insegna della avventura, vi consigliamo di dare un’occhiata all’eccentrica Porsche 911 Syberia RS, ovvero un sapiente restomood (restauro di un’auto d’epoca con componenti moderni) realizzato per un facoltoso cliente (l’imprenditore tedesco Kai Burkhard) dagli specialisti della HR. Il risultato è una perfetta auto EXTREME in grado di entrare di diritto tra le più affascinanti “Weekend Car”.

La Porsche d’epoca diventa un veicolo off road

 

Mettere le mani su una Porsche 911 d’epoca per trasformarla in un veicolo “ibrido” in grado di affrontare percorsi in fuoristrada potrebbe rappresentare un peccato mortale per i puristi del marchio, in realtà la Casa di Zuffenhausen può vantare una ricca storia nel settore rally, in particolar negli anni 1970 e anni 1980, con la partecipazione alle prime 13 edizioni del campionato del mondo rally, oltre ad aver partecipato a ben due edizioni della Parigi-Dakar.

Alla base c’è una 911 Carrera del 1986

Per il suo ambizioso progetto, Kai Burkhard ha scelto una Porsche 911 Carrera 3.2 del 1986 che si trovava in Giappone e risultava in condizioni quasi perfette. Da questa ottima base è nata la Syberia RS, un vero e proprio bolide capace di superare ostacoli che potrebbero sembrare insuperabili per una semplice supercar.

Parola d’ordine leggerezza e resistenza

Per ottenere il risultato finale sono stati adottati nuovi pannelli dedicati al corpo vettura, realizzati con materiali particolarmente leggeri e resistenti in grado di offrire un risparmio di peso e una maggiore rigidità della carrozzeria. Non manca inoltre un roll bar di sicurezza installato all’interno, mentre fuori spiccano le enormi ruote da autocarro che avvolgono i cerchi Fuchs da 16 pollici, a cui si aggiungono le luci supplementari ed un utile verricello (capace di trainare fino a 3,5 tonnellate), installato sul frontale dell’auto.

Meccanica firmata H&R

Sotto pelle troviamo una meccanica messa a punto dal tuner H&R che ha ottimizzato l’handling dell’auto con l’installazione di un differenziale a slittamento limitato, mentre per la trasmissione si è optato per un cambio manuale dotato di rapporti corti. Il kit viene completato da un telaio totalmente inedito.