In Auto

Mini: si mantiene sempre giovane

di Himara Bottini
La terza generazione di una delle vetture più rappresentative degli anni Sessanta torna più lunga di 9,8 cm e più larga di 4,4 cm (ora misura 382, 172 e 141 cm). Più lungo anche il passo di 2,8 cm (ora di 250 cm), tutto a beneficio di abitabilità e capacità del bagagliaio, di 211 litri (51 in più di prima).

P90142573_highRes

Se esternamente comunque la nuova Mini è stata reinterpretata con tanti dettagli nuovi ma riconoscibili, l’abitacolo è stato invece rivoluzionato. Il contachilometri è stato spostato sul piantone dello sterzo, affiancato dalla mezzaluna del contagiri, e nella cornice circolare sulla console centrale (su richiesta con anello luminoso a led in sei colori a scelta), è stato inserito uno schermo a quattro righe o da 8,8” a seconda dell’allestimento. La chiave di accensione è stata sostituita da un pulsante rosso nella consolle centrale, mentre gli alzacristalli elettrici sono stati spostati sui pannelli delle porte.

P90142607_highRes

Più leggera di quasi 45 kg, la Mini è spinta da motori BMW tutti Twin Power Turbo, a cominciare dalla Cooper, spinta dal 1.5 tre cilindri a benzina da 136 Cv, seguita dalla Cooper D a gasolio con il 1.5 tre cilindri da 116 Cv, e dalla top di gamma Cooper S, equipaggiata con il 2.0 quattro cilindri a benzina da 192 Cv. Da 20.700 euro. Info: www.mini.it