Barcellona
Viaggi In Europa

Weekend in Europa: perché visitare Barcellona

Barcellona è una delle città spagnole più visitate. Il capoluogo della Catalogna trasmette dalla prima visita emozioni particolari quasi di appartenenza al luogo. Diventa sostanzialmente la tua casa, il tuo luogo, il tuo spazio.

Ramblas
Garraf-Vista-aerea-della-torre-agbar

Mille le cose da visitare in questa metropoli effervescente

La Sagrada Familia, capolavoro incompiuto di Gaudì. La bellissima cattedrale dove Gaudi, nell’ultima parte della sua vita, ha espresso tutta la sua arte. Le torri della Sagrada Familia terminano con delle croci fatte con dei tasselli di ceramica colorata. Vi sorprenderà la maestosità di quest’opera d’arte.

La Sagrada Familia

Casa Batllo’, un altro capolavoro del grande architetto Gaudi, è un tripudio di ferro battuto e trencadis (collage di tegole rotte e ceramica) che ricoprono la facciata. Sembra una casa uscita dalle favole di bambini con le sue guglie a forme diverse, colorate. E’ strepitosa. Dovete assolutamente visitarla sembra che rappresenti la leggenda di San Giorgio (patrono della Catalogna) e del drago. Per visitare l’interno si deve pagare un biglietto di circa 17 euro, ma per gli amanti dell’arte e del design sono un ottimo investimento. Soffermatevi a osservare i dettagli le maniglie delle porte, le scale sinuose e la vetrata della galleria.

Casa Milà o La Pedrera dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità nel 1984. Oltre ad ammirare esternamente questo capolavoro potete recarvi a visitare il museo all’interno dedicato a Gaudi nonché una bellissima terrazza.

Plaça de Catalunya il centro commerciale e finanziario della città. Qui fate visita ad uno dei magazzini più assortiti El Corte Inglés.

Le Ramblas Ecco il cuore pulsante di Barcellona. Un viale lungo circa 1 km quasi tutto pedonalizzato, che collega Plaça de Catalunya a nord al porto antico della città (Port Vell) a sud, fino al monumento dedicato a Cristoforo Colombo nella zona del porto. Una strada sempre in fermento. Lungo il viale sfilano negozi, ristoranti, pub e bar dove di sera ci si dà appuntamento per l’aperitivo a base di tapas. I chioschi di fiori disposti per tutto il viale danno un tocco di romanticismo. Al numero 83 fermatevi alla Patisseria Escribà, sedetevi in terrazza e godetevi un rinfrescante aperitivo.

Monumento a Colòn (monumento dedicato a Cristoforo Colombo). Proprio alla fine della Ramblas c’è uno dei simboli di Barcellona, il monumento a Colòn progettato nel 1886. E’ alto ben 51 metri e domina il Porto Vecchio. Significativo la raffigurazione del navigatore è posizionato in alto al monumento e con il dito indica la direzione dell’America.

Barri Gòtic , il quartiere medievale nel centro storico di Barcellona. Una concentrazione di edifici di architettura sacra e profana. Qui potrete ammirare la Catedral in classico stile gotico catalano

Mercat de la Boqueria è il mercato per eccellenza il più famoso di tutta la Spagna e il più grande della Catalogna ben 2.583 metri quadrati e circa 300 bancarelle Questo mercato alimentare è una tappa imperdibile, un’atmosfera mediterranea. I prodotti venduti sono molteplici e di ogni nazionalità: olive, pesce, frutta, carne, formaggi e molto altro. Tenete presente che per tutto il mercato ci sono bar che offrono pranzi veloci a delle cifre accettabili. Ad esempio il più famoso è il EL PINOTXO.

La Rambla

Barcellona si contraddistingue anche per l’ottima cucina, una cucina all’avanguardia, mediterranea. Molti sono i tour gastronomici organizzati che prevedono tappe in una ventina di locali sparsi nei quartieri di Exaimple, Gracìa, Saint Gervasi e Ciutat Vella e in più un Walking Tapas, una passeggiata tra i vari locali per gustare le famose tapas, ossia gli stuzzichini, più elaborate e squisite: crocchette di patate e maionese, bruschette, jamon serrano, calamari fritti, acciughe il tutto accompagnato da un ottimo bicchiere di vino locale. Sempre in ossequio alla tradizione locale, ogni secondo sabato del mese, in piazza de Las Tres Cimeneias, si tiene il Mercato della Terra che propone i prodotti tipici della regione catalana.

Seven Days (Torino, tel. 011.3271476, www.sevendays.Biz) organizza appunto un pacchetto Barcellona Gourmet, generalmente 4 giorni/3 notti con soggiorno in hotel*** in doppia con colazione, volo a/r da Milano, Torino, Bologna, Venezia e Roma, trasferimenti in loco, tour Walking Tapas e costa a partire da € 324. Alla cifra data vanno aggiunge le tasse aeroportuali (circa € 60 a persona).

COME ARRIVARE: è necessario percorrere la riviera ligure e la Francia meridionale, alla quale si accede per mezzo della A12 (Autostrada dei Fiori): questo percorso (dalla frontiera francese a Barcellona) è lungo 700 km, prevede il transito sulla A7, sulla A8 e sulla A 54 in territorio transalpino, fino a Le Pertuhs l’ultimo paese francese prima di entrare in Spagna. Tra andata e ritorno, il pedaggio autostradale “estero” costa 121 euro. Ma la soluzione più veloce (1 ora e 45 minuti) resta l’aereo. Il costo di un biglietto A/R con Vueling ad agosto costa circa 130,00 euro.

DOVE PERNOTTARE: Hotel Jazz- Carrer de Pelai, 3, 08001 Barcelona, Spagna

DOVE MANGIARE: Suggeriamo di cenare in un ristorante italiano gestito da Arianna una ragazza italo spagnola il:

MENEGHINA Indirizzo: Carrer Tiradors, 2, 08003 Barcellona, Spagna http://www.meneghina.es  un delizioso locale minimalista e sofisticato dove ogni cosa sembra scelta con molta cura, cibo compreso. Gestito da Arianna una ragazza catalana ma con origini italiane. In cucina il suo compagno, anche lui italiano, servono ogni giorno piatti deliziosi e creativi. E’ proprio questo incontro di culture che contraddistinguono i loro piatti.