Weekend Italy WEEKEND NEWS

Inaugurata la prima cabinovia a Cortina sulle Tofane

Costruita soltanto in 6 mesi traghetta la città ampezzana verso i Mondiali e le Olimpiadi

Di Edoardo Stucchi

Cortina d’Ampezzo si appresta a cambiare volto e il primo passo di questo traguardo verso i Mondiali 2021 e le Olimpiadi 2026 è stato compiuto. Sabato 11 gennaio è stata inaugurata la nuova cabinovia di Cortina, in sostituzione dell’impianto che serve il primo tronco della Tofana-Freccia nel cielo, che ha ormai compiuto 50 anni.

La nuova cabinovia, prima nel suo genere a Cortina, realizzata da Leitner, formata da 47 cabine che porteranno 1800 persone all’ora, faciliterà le salite verso Col Drusciè a 1778 metri e gli altri arrivi di Ra Valles a 2470 metri e a Tofana di Mezzo, a 3244 metri, il punto più alto dal quale si gode una vista panoramica a 360 gradi sulle Dolomiti.

Anche la stazione di partenza è completamente rinnovata: un progetto architettonico e impiantistico studiato per essere altamente funzionale e che ben si inserisce nello splendido contesto paesaggistico circostante.

Gli interventi strategici

Ma non è soltanto l’impianto nuovo a creare soddisfazione fra la popolazione residente e i turisti. Il Commissario di Governo per la realizzazione del progetto sportivo delle finali di Coppa del Mondo e dei Campionati Mondiali di sci alpino,  Luigi Valerio Sant’Andrea, ha sottolineato gli interventi strategici attuati: in particolare le piste Druscié A e B e il relativo impianto di innevamento programmato, le piste Olympia e Vertigine e relativi tunnel di collegamento, la nuova pista Lino Lacedelli nel comprensorio delle Cinque Torri, la Finish Area Rumerlo, un nuovo sistema per il distacco controllato di valanghe e interventi di accessibilità.

Cortina guarda a un futuro green

Per il sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina, la modernizzazione degli impianti è il primo passo verso un vero rinascimento della cittadina ampezzana, la regina delle nevi italiane. Nei progetti futuri ci sono anche opere funiviarie di collegamento fra le aree sciistiche per ridurre l’impatto ambientale delle auto e la sistemazione di alcuni by pass viari per migliorare l’accesso alla cittadina.

L’obiettivo della Freccia nel cielo è modernizzare i collegamenti dolomitici ma soprattutto mettere uno stop al traffico auto nell’area. “Seguiranno altri collegamenti”, come ha ricordato Mario Lazzari, presidente di Dolomiti Superski, “per ampliare sia il comprensorio di Cortina e sia per collegare la Perla delle Dolomiti con altre vallate circostanti, realizzando tra Cortina e l’Alto Adige il più grande carosello sciistico al mondo in quota, dove i collegamenti non avranno più bisogno di auto”.

Cortina, paradiso dello sci

Cortina d’Ampezzo è il paradiso dello sci e delle arrampicate, delle escursioni sulle più belle montagne, come il Cristallo o le Cinque Torri, dichiarate Patrimonio dell’UNESCO, dei grandi eventi internazionali, come la Coppa del Mondo di sci femminile o la gara automobilistica Coppa d’oro delle Dolomiti.

I turisti hanno a disposizione 120 km di piste da discesa suddivise nelle ski aree del Cristallo-Faloria-Mietres, della Tofana, del Lagazuoi e delle Cinque Torri, inserite nel circuito del Dolomiti Superski. Piste dai nomi conosciuti come il mitico Canalone, la Vertigine Bianca o l’Olimpia, sulla quale si organizza la Coppa del mondo di sci femminile. E due importanti percorsi: il Sellaronda e il Giro sciistico della Grande Guerra. Gli amanti dello sci nordico possono disporre di 70 km di piste, inserite nel Dolomiti Nordic Ski.

Ma Cortina è anche la regina delle altre attività sportive invernali: sci d’alpinismo e fuori pista, escursioni con le racchette da neve, discese con il Taxi bob sulla pista olimpica di bob, arrampicate su cascate di ghiaccio. E ancora, percorsi avventura nell’Adrenalin Park, giri in carrozza, pattinaggio e curling allo Stadio Olimpico del Ghiaccio, costruito in occasione delle Olimpiadi Invernali del 1956.

Gli eventi da non perdere

Il primo weekend di febbraio 2020, l’1 e il 2, è di scena la 43° edizione della Gran Fondo Dobbiaco-Cortina. Appuntamento imperdibile per lo sci di fondo, che collega la zona delle Tre Cime/3 Zinnen in Alta Pusteria e la località di Cortina d’Ampezzo. Sabato 1 si svolge la 42 km in tecnica Classica da Dobbiaco e domenica 2 parte la 30 km skating con partenza da Fiames e arrivo alla Nordic Arena di Dobbiaco. Subito dopo le gare, le premiazioni.

Il 22 febbraio 2020 ritorna a Cortina d’Ampezzo la 4º edizione della C.A.I. Snow Run, la gara di corsa in montagna in notturna lungo le piste da sci battute. Il punto di ritrovo è alle ore 18.00 sotto il campanile di Cortina.

La competizione è consigliata agli escursionisti esperti. Due i percorsi: il Trail di 17 km con dislivello positivo di 1.380 metri, da completare nel tempo massimo di 4,30 ore e il Mini Trail di 9.5 km con dislivello positivo di 555 metri, da compiere in massimo 2,00 ore.

A Cortina anche motori e auto storiche

La scintillante Cortina d’Ampezzo, dal 5 al 7 marzo, chiama a sé gli appassionati di motori e di auto storiche: in questi giorni ha infatti luogo la WinteRace, un’emozionante e accattivante gara di auto d’epoca che si rincorreranno lungo circuiti ghiacciati e percorsi innevati, nell’incantevole paesaggio invernale della Regina delle Dolomiti.

Visto il successo, per la Porsche WinteRace ci sarà la 5^ edizione. Le auto d’epoca sfileranno lungo i centri delle più famose località delle Dolomiti, tra cui Misurina, Livinallongo del Col di Lana, La Villa, Selva Valgardena, San Martino di Castrozza, San Candido e Dobbiaco, e attraverseranno i principali passi dolomitici. La partecipazione è riservata ad un massimo di 80 vetture, tutte devono essere state costruite entro il 31 dicembre 1976.

Le gare di sci alpino

marzo 2020 i migliori atleti al mondo dello sci alpino femminile e maschile si troveranno sulle nevi di Cortina d’Ampezzo per le Finali di Coppa del Mondo di sci alpino – Audi FIS Ski World Cup Finals. Le gare si svolgeranno dal 18 al 22 marzo 2020 e i 30 migliori atleti di ogni specialità (discesa libera, superG, slalom gigante, slalom speciale e team event) si sfideranno per vincere la coppa di cristallo, uno dei riconoscimenti più importanti nel mondo dello sci alpino.

Dove Dormire

*Hotel De la Poste, Piazza Roma 14, Cortina d’Ampezzo (BL), tel 0436/4271, www.delaposte.it Nel centro storico, è un raffinato albergo ospitato in uno chalet in stile alpino risalente al XIX secolo che sorge sulle rovine della Chiesa di Santa Caterina. Le camere comode e accoglienti sono caratterizzate da pavimento in parquet e arredi vintage. La camera più richiesta è quella che è stata occupata da Ernest Hemingway.

Dove mangiare

*Rifugio Masi di Col Drusciè 1778, Col Druscié, Cortina d’Ampezzo (BL), tel 0436/862372, www.freccianelcielo.com/druscie-masi-wine-bar/ Se siete sulle piste potete rifocillarvi in questo locale con una vasta terrazza soleggiata su Cortina, e approfittare del Wine bar per l’assaggio di un bicchiere di Amarone.

*Ristorante Pizzeria Capanna Ra Valles, Tofana, Cortina d’Ampezzo (BL), tel 340/7967039. Se siete in quota, il Ra Valles vi offrirà, oltre ai piatti tradizionali, anche una gustosa pizza di montagna con farina lievitata 72 ore.

INFO

www.freccianelcielo.com