ford-f-150-raptor
super 4x4

I fuoristrada 4X4 piú interessanti del 2021 per i vostri weekend

Jeep Wrangler

Jeep Wrangler rossa in posa

Se c’è un fuoristrada che rappresenta più di tutti il mondo degli off-road duri e puri, quello è certamente l’iconico Jeep Wrangler, aggiornato nel 2018 e affiancato anche da una versione pick-up battezzata Gladiator.

Gli allestimenti Sport e Sahara, quelli più “civili”, utilizzano il sistema di trazione integrale Command-Trac. Esso prevede quattro modalità di guida. La coppia può essere ripartita sulle sole ruote posteriori (è la modalità per normale uso stradale), su tutte le ruote automaticamente quando serve, su tutte le ruote part-time, oppure sulle quattro ruote con marce ridotte. Si può passare anche in movimento dalla modalità 2WD alla 4WD, fino a 72 Km/h, grazie alla funzione Shift on the fly. A richiesta si può avere il differenziale posteriore a slittamento limitato.

L’allestimento Rubicon, tradizionalmente il più “selvaggio”, usa il sistema Rock-Trac. Alle caratteristiche sopra descritte aggiunge specifici rapporti per il cambio, in particolare sulle marce ridotte, calibrati per il fuoristrada estremo. Ci sono anche i bloccaggi elettrici ai differenziali. Differente anche la taratura delle sospensioni. Per i fuoristradisti tosti indichiamo le misure legate all’offroad, riferite alla Wrangler Rubicon a tre porte: altezza da terra 250 mm, profondità di guado 760 mm, angolo di attacco 36,4°, angolo di uscita 30,8°, angolo di dosso 25,8°.

L'abitacolo spartano di Jeep Wrangler

La gamma motori della Jeep Wrangler 2018 guadagna, oltre al V6 Pentastar 3.6 aspirato, due nuove unità turbo a quattro cilindri. Il diesel Multijet II 2.2 ha 200 cavalli e una coppia di 450 Newton metri, oltre al filtro SCR per ridurre le emissioni di NOx. Il propulsore a benzina 2.0 ha 272 cavalli e 400 Nm di coppia. Entrambi i motori sono abbinati ad un nuovo cambio automatico ad otto marce, ottimizzato per l’uso in fuoristrada.