City Break

ATENE: 9 MOSSE E… UN SEGRETO

image_pdfimage_print

Testo e Foto di Cesare Zucca

Weekend nella Capitale Ellenica? Atene è un’ottima destinazione per un ‘city break’ dove storia, arte, cultura, cibo e divertimento vi terranno occupati dalla mattina fino all’alba. Io ci vado spesso, parto venerdi e ritorno domenica o addirittura lunedi.
Il migliorI modI per scoprire Atene? Anche se un po’ turistico, l’autobus rosso https://www.citysightseeing.gr/ ti farà scorazzare per la città, ti fermi dove vuoi, visiti e prendi quello dopo, il tutto commentato in più di 10 lingue.

Decisamente ‘ turista non turista’ l’organizzazione volontaria This is Athens, regala, yes… regala gratuitamente la possibilità di visitare la città scortati da una guida locale. Sono tutti volontari ateniesi che amano la loro città e che vogliono che anche tu te ne innamori….


Ecco 9 mosse per scoprire la città più… un segreto davvero gustoso.
Buon viaggio!


1)
Si parte alla grande con la meta più classica e più spettacolare: l’Acropolis. Disseminati su una collina, vi attendono il Partenone, il tempio di Atena Nike, i monumenti Propilei, Eretteo e il Teatro di Dionisio. Molti scalini, ma senza grossi problemi. No passeggini. Ovviamente affollatissimo. Fate come me, visitatelo verso metà pomeriggio, troverete meno turisti e meno fila al botteghino.

Non perderdetevi il vicino Museo Acropolis, dall’ essenziale architettura moderna e minimalista, quasi una fortezza che vuole proteggere bellezze e tesori inestimabili. Aperto fino alle 20, venerdi alle 22. Lunedì chiuso.

2)
Il Centro Stavros Niarchos, disegnato dal nostro famosissimo architetto Renzo Piano. Ospita la Biblioteca Nazionale con piu’ di 750.000 libri, e il Greek National Opera Theatre, dove gli amanti del balletto e dell’opera potranno applaudire le stelle della danza e i capolavori di Verdi, Puccini, Mozart e tanti altri. Ci si arriva con navette gratuite dalla popolare Piazza Syntagma.


3)
Volete farvi un look greco? Ispiratevi neI Museo di arte folkloristica, nel Museum of the History of the Greek Costume (Dimokritou 7) e nel Benaki Museum (Koumpari 1), dove è in scena la mostra ‘Doulamas, the magnificent. An exceptional overcoat’ dedicata ai meravigliosi costumi storici e agli abiti tradizionali magnificamente ricamati. E poi…via con lo shopping tra le bancarelle di Monastiraki, quartiere famoso per le sue boutiques vintage e il mercatino delle pulci di fine settimana.


4)
Volete tutta Atene (e il mare) ai vostri piedi? Il Monte Licabeto è la vostra meta. Prendete un taxi (costano pochissimo) per Aristippou St, Kolonaki. Potrete salire a piedi o prendere la curiosissima funicolare gialla (5 Euro). Breve tragitto, vista mozzafiato e, ovviamente, un selfie. Potete scendere a piedi e godervi la passeggiata.


5)
Varvakeios, storico, caotico mercato tradizionale, tutti i pesci dell’Egeo, carni, le verdure locali. i  famosi pistacchi dell’isola di Egina e un’infinità di spezie.

Dai venditori improvvisati accampati nelle vicine strade Athinas, Evripidou, Sofokleous e Vissis troverete di tutto: icone religiose, strumenti musicali, oggetti d’antiquariato veri e fasulli e tanti souvenir, C’è perfino una strada dedicata esclusivamente alle maniglie

6)
Il quartiere Anafiotika. Ci sono capitato per caso…mi sembrava di essere su un’isoletta greca.
E’ un villaggio semi abbandonato nascosto sul collina. Piccole case piene di graffiti, viuzze
popolate da gattoni pigri.

Location perfetta per un lunch in una delle tante taberne, tra cui Elaia, Zorbas, Psara e il mio preferito To Kafeneio, pura cucina greca, dolmates fatti a mano, la storica puree di favas, cipolle, limone e feta, tradizionale formaggio greco.


7) Per quelli che amano il mare.
Atene offre una meravigliosa Riviera. Nella escusiva zona di Vouliagmeni,  il 5 stelle boutique hotel Margi è un vero paradiso!

Camere luminose, tutti i comfort e un delizioso ristorante al bordo della piscina, servizio impeccabile ! Ho gustato un ‘ottima insalata di quinoa e melograno

8) Serata wow? Per lui: capello e barba da copertina di Vogue, pantalone a sigaretta, sneaker tendenza. Per lei: tubino sexy, tacco 12 o giù di lì, pronti per tuffarvi nella movida ellenica. Meglio non andarci in auto o taxi: le strade sono spesso intasate, usate la metropolitana (efficientissima fino alle 2 di notte) per scendere a Gazi o Keramikos, i quartieri più frequentati da ateniesi e turisti. Troverete musica, club, pub e locali e ouzo non stop.

9) La miglior pita della città?
Non ho dubbi: da Yoleni’s. Anche il New York Times è d’accordo.

Locato nella trendy zona Kolonaki, Yoleni’s ha un’ enorme quantità di pregiati prodotti locali, produce i suoi vini e offre  un ristorante e un bar. La loro pizza e sopratutto le pita sono insuperabili!
UN piccolo SEGRETO
Si chiana Diporto, si trova al 9 di Sokratous, all’angolo con Theatrou. Cercatelo;  è un sotterraneo a cui si accede scendendo dalle minuscole porte semi nascoste dai graffiti. Nessuna insegna, difficile da  trovare ma, grazie all’indirizzo e alle mie foto, sono certo che raggiungerete la meta.


Frequentato principalmente da lavoratori della zona, più qualche intrepido turista.  Ambiente spartano, cibo casareccio e freschissimo. Nessun menù,  le pietanze si scelgono direttamente dalle pentole: pochi piatti serviti con pane, acqua e vino (solo bianco).

  Due primi, un paio di secondi di carne o pesce e naturalmente una ricca insalata greca con olive nere e feta. Io ho assaggiato una spettacolare minestra di ceci e una di fagioli. Proprietario (e oste)  piuttosto burbero. Che non vi venga in mente di fotografarlo nè tantomeno chiedergli un selfie…vi manderebbe a quel paese (rigorosamente in greco). Prezzi bassi, ma non bassissimi… l’oste si è fatto furbo. Però l’atmosfera è magica e il cibo saporito.

Attenzione: è aperto solo a mezzogiorno, chiuso sabato e domenica, ma se arrivate di venerdì mattina o se il vostro ritorno è di lunedi pomeriggio, potrete fare questa esperienza davvero unica. 

INFO
www.visitgreece.gr
www.thisisathens.org
http://www.visitgreece.gr/
National Greek Opera
Margi
Yoleni’s.