Weekend Italy

Il 2017 è l’Anno dei Borghi: alla scoperta di Chioggia

Dimenticate l’affollamento, i prezzi e i troppi locali senz’anima di Venezia. Chioggia, costruita su una manciata di isole delle laguna e raggiungibile uscendo dalla A4 a Padova, per poi proseguire sulla SS 516 per Piove di Sacco – Chioggia – Sottomarina , è un borgo vero dall’insolita struttura urbanistica a forma di spina di pesce, abitato ancora dai pescatori. Sui pittoreschi canali che la attraversano si affacciano le semplici case dei suoi abitanti, collegate da calle e ponti in pietra, e il vivace mercato del pesce, con  il pescato del giorno provenienti dalla laguna e dall’Adriatico.

Piccolo gioiello dell’architettura lagunare, Chioggia propone al turista curioso l’elegante cattedrale risalente al 1100; la suggestiva chiesa di San Domenico, edificata su un’isoletta collegata alla cittadina da un ponte in muratura; il gotico palazzo Granaio, costruito nel 1328 e destinato alla conservazione del grano, e il  Refugium Peccatorum lungo il canale Perotolo, una suggestiva sponda con balaustra e statue settecentesche che rappresenta quanto resta dell’antico palazzo Comunale, distrutto nel 1817. Per capire qualcosa di più sul complesso ecosistema della laguna potete visitare  il Museo Della Laguna Sud, ospitato dall’ex convento di San Francesco. Info: www.chioggiavenezia.it

Ospitalità: Non spaventatevi non vi mando a dormire in scomode tende canadesi. L’Isamar Holiday Village a Isolaverde di Chioggia è un campeggio eco-chic dove si alloggia in lussuosi chalet ecofriendly e lodge tent immersi  nella natura, con la possibilità di provare la cucina locale in ristoranti e locali dalla filosofia km zero.