Ricette di viaggio

Ricette con Viaggio: Lodi

La Strada del Vino di San Colombano e dei Sapori Lodigiani è un percorso di 120 km che parte da Milano e si snoda nella Pianura Padana, per arrivare fino a Lodi e sfiorare le province di Cremona e Piacenza. E’ una terra dedita all’agricoltura e all’allevamento, dove nascono pregiati salumi e deliziosi formaggi come il Provolone Valpadana Dop, il Gorgonzola, il Taleggio e il Grana Padano Dop, che qui si gusta a scaglie, la cosiddetta “raspadura”, e si gusta come antipasto o per accompagnare risotti e polenta. L’itinerario parte da Milano e si immette sulla SP 11 per poi deviare in via San Dionigi pere raggiungere l’Abbazia di Chiaravalle (www.monasterochiaravalle.it). Il monastero è stato fondato nel 1135 su desiderio di San Bernardo e terminato nel 1221.  La chiesa è uno dei primi esempi di architettura gotica in Italia. Splendido il chiostro e la torre campanaria detta Cribiciaccola. Di fronte all’Abbazia, vicino ai locali dell’Oratorio, si trova la bottega dei monaci, dove poter acquistare marmellate, miele, salse, dolci, ma anche liquori, digestivi, birre artigianali prodotti direttamente nel monastero.

Lasciato il complesso cistercense, ci si immette sulla A1 e poi sulla SP107 in direzione di Lodi. Il centro storico è racchiuso in un quadrilatero delimitato da viali lungo i quali si affacciano i luoghi di principale interesse. Su Piazza della Vittoria, fulcro della vita cittadina già all’epoca dei Comuni, si affaccia la Cattedrale romanica, una tra le più grandi della Lombardia. Si possono ammirare anche il Palazzo e la Loggia Comunale, Palazzo Barni in stile barocco e Palazzo Vistarini. Percorrendo l’asse tracciato da Corso Vittorio Emanuele II si incontrano invece il Tempio Civico dell’Incoronata, capolavoro del Rinascimento lombardo, la Chiesa di San Filippo e i Musei Civici, nel cui complesso si trovano anche la Biblioteca Laudense e una pinacoteca. E’ d’obbligo una sosta in una delle pasticcerie locali per assaggiare la Tortionata, il tipico dolce lodigiano alle mandorle. Chi ha tempo, può oltrepassare l’Adda nei pressi della zona nord della città e raggiungere Abbadia Cerreto, dove si trova un’altra abbazia cistercense.