Weekend Unique

A Ravello onde di musica in Costiera

Da 66 anni il Festival di Ravello anima l’estate della Costiera Amalfitana, una delle destinazioni che tutto il mondo di invidia. Anche quest’anno, la tradizione si rinnova con un ricco calendario che, dal 30 giugno al 25 agosto, delizierà il pubblico con incredibili performance musicali, dalla classica al jazz, e di balletto, da quello classico alle danze contemporanee.

A fare da cornice al Festival sarà la meravigliosa Villa Rufolo, che è stata scelta come luogo di soggiorni da sogno e di ispirazione da personaggi dell’arte e della cultura, fra cui il celebre compositore Richard Wagner, che nei suoi giardini ha visto la realizzazione materiale delle sue opere.

La direzione artistica del Festival, come negli ultimi tre anni, è affidata ad Alessio Vlad, Maria Pia De Vito e Laura Valente. E proprio a Wagner, il cui spirito artistico aleggia ancora tra i giardini della villa, saranno dedicati il concerto di inaugurazione e quello di chiusura: Le sue musiche saranno eseguite dalla Philharmonia Orchestra di Londra, diretta da Esa Pekka Salonen e la Detusche Oper di Berlino, diretta da Donald Runnicles.

Jazz, danza e i Concerti di Mezzanotte

Il cartellone musicale è costellato di concerti di assoluto pregio sia per la qualità degli interpreti che per i programmi scelti, imperdibile il 21 agosto il ritorno quattordici anni dopo sul Belvedere di Villa Rufolo di Valery Gergiev alla guida della sua Mariinsky Orchestra. All’Orchestra Filarmonica Salernitana “Giuseppe Verdi” infine, sarà affidato per il terzo anno, il compito di riempire di note ed emozioni il tradizionale Concerto all’Alba che si terrà l’11 agosto sotto la guida del giovane e talentuoso direttore americano Ryan McAdams.

Torneranno quest’anno gli amati Concerti di Mezzanotte, che vedranno il coinvolgimento di importanti pianisti del panorama internazionale come Andrea Lucchesini, Varvara, Bertrand Chamayou, Federico Colli e Sun Hee You.

Per quanto riguarda il Jazz, variegata e multi entica la proposta in cartellone: si avvicenderanno sul palco Ivan Lins, che aprirà la stagione il 4 luglio con un raffinato progetto basato sulla rilettura in chiave jazz dei brani più famosi del suo repertorio di musica popular basileira.

Si proseguirà poi il 15 luglio con Tigran Hamsyan, giovane pianista armeno che propone un’insolita commistione fra musica jazz americana, musica tradizionale armena e rock progressivo; con Kurt Elling, famoso e premiato cantante jazz statunitense, che presenterà a Ravello il suo ultimo disco “The Questions”.

Il 21 luglio si preannuncia rivoluzionario e accattivante, con una serata dedicata alla storica ECM, etichetta europea indipendente. La stagione del jazz proseguirà fino al 1° di agosto.

Ricco e attuale il panorama degli spettacoli di danza che avranno come ispirazione il ’68 ed i moti rivoluzionari che lo accompagnarono. Da segnare in agenda la giornata multieventi del 5 luglio che vedrà l’intera Ravello diventare palcoscenico per gli spettacoli dell’happening “See me, feel me” che si articoleranno fra piazza Duomo, Villa Rufolo e l’Auditorium Niemeyer.

Il sogno continua all’Hotel Santa Caterina

Perché non cogliere l’occasione, partecipare a uno degli spettacoli in cartellone al Festival di Ravello e, nello stesso tempo, regalarsi una vacanza da veri VIP?

A pochi minuti da Amalfi, in uno dei punti più suggestivi della costa, sorge l’l’Hotel Santa Caterina, un Cinque Stelle Lusso ricavato in una villa storica, in stile Liberty, costruita a picco sul mare. La villa sembra letteralmente “precipitare” fino all’acqua, grazie alla presenza di splendide terrazze naturali.

Due ascensori scavati nella roccia o un sentiero di spettacolare bellezza portano gli ospiti attraverso agrumeti e giardini lussureggianti fino agli impianti a livello del mare, che comprendono una piscina con acqua marina, solarium, fitness centre, café/bar e ristorante all’aperto.

L’hotel dispone di 36 camere di tipologia standard, superior e deluxe e 13 tra junior suite, executive junior suite, suite e senior deluxe suite che si trovano nell’edificio principale. Inoltre, tra le Garden Suite, le dépendances “Villa Santa Caterina” e la “Villa il Rosso” nel lussureggiante parco si contano altre 17 camere e suite. Da non perdere la suite “Follia Amalfitana” con la sua minipiscina tonda con vetrata e vista mozzafiato sulla baia, e la suite “Giulietta e Romeo” con il terrazzino a picco sul mare e la piscina privata a sfioro.

E per una serata romantica, si può cenare a lume di candela nell’elegantissimo ristorante dell’hotel, ammirando l’impareggiabile panorama di Amalfi.

Benessere e relax nella SPA e al Beach Club

Per chi non vuole smettere di allenarsi, o per chi desidera fare un po’ di movimento, all’Hotel Santa Caterina può trovare una palestra con vista mare.

Presso la bellissima SPA, invece, consigliamo il Massaggio al Limone “Oro di Amalfi”, un’esclusiva per ritrovare il buonumore in un ambiente esclusivo e rilassante. La SPA, infatti, si sviluppa su due livelli e l’atmosfera privilegia i toni caldi e morbidi, a tratti brillanti e luminosi. Il pavimento della zona asciutta, invece, è realizzato in bambù spazzolato, mentre le docce sono in pietra e i bagni in ceramica artigianale di Vietri.

E come non meravigliarsi alla vista dell’esclusivo Beach Club? Ai suoi ospiti, l’hotel offre la possibilità di una discesa a mare privata, su un’ampia spiaggia con solarium e una piscina di acqua marina riscaldata. Il Beach Club è aperto fino a ottobre dalle 8 alle 19. A disposizione degli ospiti, sdrai, lettini, ombrelloni, teli da mare, bagni e cabine.

Attraverso due suggestivi ascensori ricavati nella roccia, poi, si arriva al “Ristorante Al Mare”, che offre sia spuntini veloci che ottime grigliate di pesce fresco.

INFO

Hotel Santa Caterina*****L

SS Amalfitana 9, 84011, Amalfi (SA)

Tel 089/871012 – www.hotelsantacaterina.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.