In Auto

Incentivi 2023: ecco come risparmiare sull’acquisto dell’automobile nuova

 

Sono partiti da pochi giorni le prenotazione per gli Incentivi auto 2023 elargiti dal Governo Italiano e molto attesi sia dagli automobilisti che dall’intero settore automotive. Parliamo di ben 630 milioni di euro destinati all’acquisto di automobili, moto e scooter e anche veicoli commerciali. Questa è un’occasione da non perdere se si vuole cambiare la propria “vecchia” ed inquinante automobile (sfruttando così il bonus per la rottamazione) opure se semplicemente ci si vuole mettere al volante di una nuova auto. In questo articolo cercheremo di darvi tutte le informazioni su a chi spetta, su come ottenerlo e sui vari bonus economici disponibili.

Incentivi 2023: Chi ne ha diritto

Le persone fisiche che, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023, acquistano in Italia, anche in leasing finanziario, auto, motocicli e ciclomotori mantenendo la proprietà per almeno 12 mesi. Solo per le persone fisiche con ISEE inferiore a 30.000 che, dal 4 ottobre al 31 dicembre 2022, acquistano auto (veicoli M1) con emissioni fino a 60 g/km CO2 è possibile richiedere una maggiorazione del contributo. Resta fermo l’obbligo di mantenimento della proprietà per 12 mesi.

Incentivi 2023: a quanto ammontano i contributi

Chi desidera acquistare un’auto nuova può usufruire di uno sconto statale che parte da 2.000 euro per auto a benzina e diesel, passa ai 4.000 euro delle ibride plug-in e raggiunge il tetto dei 5.000 euro per le elettriche. Di seguito riportiamo le tabelle in dettaglio:

Incenti automobili suddivise in 3 fasce: elettriche 0-20 CO2, ibride 21-60 CO2 e termiche (diesel e benzina) 61-135 CO2:

incentivi auto

 

 

Incentivi automobili per persone con ISEE sono i 30mila euro suddivisi in 3 fasce: elettriche 0-20 CO2, ibride 21-60 CO2 e termiche 

incentivi ISEE < 30mila euro

 

Come chiederlo e ottenerlo

L’iter prevede queste quattro fasi:

  • Prenotazione: il concessionario/rivenditore, una volta completata la registrazione alla piattaforma, procede con la prenotazione del contributo per ogni veicolo e, in base alla disponibilità del fondo, riceve conferma della prenotazione effettuata.
  • Erogazione: il concessionario/rivenditore riconosce al suo cliente il contributo tramite compensazione del prezzo di acquisto.
  • Rimborso: il costruttore/importatore del veicolo rimborsa al concessionario/rivenditore il contributo erogato.
  • Recupero: il costruttore/importatore del veicolo riceve dal concessionario/rivenditore tutta la documentazione utile per recuperare il contributo rimborsato sotto forma di credito d’imposta

Fonti:

https://ecobonus.mise.gov.it/ecobonus/contributi-concessi  

https://www.mise.gov.it/it/incentivi/ecobonus-automotive