vale un weekend

VALE UN WEEKEND: da Bergamo a Messina nel 2023

di Baba Marsano

Dieci città. Dieci mete per altrettanti fine settimana nella nostra inesauribile Italia, da segnare subito nell’agenda del 2023. Grandi capoluoghi o piccoli centri di provincia da (ri)scoprire in occasione di mostre, eventi sportivi, designazioni internazionali. Ci sono paesaggi urbani da contemplare, chiese e musei da visitare, capolavori d’arte da cui farsi ammaliare, collezioni bizzarre dalle quali lasciarsi sorprendere. Una sconfinata festa per gli occhi coniugata – è inevitabile – ai supremi piaceri del palato, che da nord a sud dello Stivale ogni singola cucina territoriale è in grado di suscitare. Da noi ogni viaggio (pure il più breve) si trasforma in un’esperienza anche papillare, in virtù di sapori attinti e perfezionati da un ricchissimo patrimonio di tradizioni, fondamento di quell’italian taste che il mondo intero ci invidia.

Bergamo è con Brescia Capitale italiana della cultura 2023

Si approfitti del ricco calendario di eventi per scoprire i suoi tesori. Piazza Vecchia, che Le Corbusier considerava “la più bella d’Europa”. Il Duomo, con quel capolavoro del Rinascimento lombardo che è la Cappella Colleoni.

La chiesa dei SS. Bartolomeo e Stefano, custode della Pala Martinengo, capolavoro di Lorenzo Lotto, di cui vanta opere eccellenti l’Accademia Carrara, pinacoteca tra le più ricche d’Italia.

Da gustare

Simbolo della cucina bergamasca fin dal XV secolo sono i casoncelli, prelibati fagottini ripieni dalla caratteristica forma a mezzaluna, che la ricetta più accreditata vuole ben imbottiti di carne, grana, uva sultanina, amaretti e poi conditi con burro fuso in abbondanza.

Sul versante dolce il podio spetta a polenta e osei, delizia in pan di spagna ricoperta con pasta di mandorle e decorata da uccelletti in marzapane oppure cioccolato.