antonietta Pasqualino di Marineo
Uncategorized

Donna in moto: il Vespa Fud Tour di Antonietta Pasqualino di Marineo

Che siano due o quattro, le ruote di un qual si voglia mezzo di trasporto sono pur sempre spinte da un motore, motore che ha spinto anche la passione di Antonietta Pasqualino di Marineo per la sua Vespa Piaggio Primavera del 1975, e per il cibo, che per lei non è solo una passione ma anche un lavoro. E così, per unire le due cose, Antonietta, chef e foodblogger, è partita da Milano alla volta di Napoli per il suo primo Vespa Fud Tour.

Antonietta Pasqualino di Marineo

Un’occasione, per una donna così autonoma e avventurosa, di andare alla ricerca delle eccellenze del nostro Bel Paese, e testare di persona prodotti e produttori d’Italia. Noi l’abbiamo scovata e intervistata, e speriamo che dia anche a voi nuove ispirazioni, in cucina… e nella vita.

Come ti è venuta l’idea del viaggio? Sei partita come noi, in modo autonomo, alla ricerca delle eccellenze?

L’idea del viaggio in Vespa l’avevo fin da ragazzina, e l’estate scorsa sono finalmente riuscita a ricavarmi qualche giorno di tempo. La mia Vespa era a posto e sono partita. Con la scusa di andare a trovare un’amica, ho incontrato diversi foodblogger e cercato produttori di eccellenze. Il network di Gente del Fud mi ha subito appoggiato in questa “impresa”.

970882_145617395645634_289590988_n


Anche per te sono quindi importanti cibo e motori. Come sono nate queste due passioni?

In realtà io nasco architetto, il che mi dà la possibilità di viaggiare e scoprire diverse opere architettoniche sulle quali lavorare. Però fin da bambina ho cominciato e poi imparato a cucinare, e nel tempo mi sono ritrovata a farlo per lavoro. Per quanto riguarda la Vespa, invece, mi è da subito piaciuto l’oggetto in sè, e volevo provare l’esperienza delle due ruote.

Che esperienze ti ha dato questo viaggio?

La Vespa mi ha permesso di conciliare la passione per il buon cibo e per i motori, e di raggiungere in maniera diversa i produttori di eccellenze che rendono unica questa nostra Italia. Il cibo, infatti, caratterizza fortemente ogni regione, ed è tutto da scoprire. Allo stesso tempo la Vespa mi ha regalato l’emozione di raggiungere il cuore di tanti appassionati, incontrati per caso lungo le strade, che volentieri mi hanno aiutata quando mi è capitato di dover affrontare qualche problema tecnico. Alla fine è stato un viaggio dal grande fascino.

Antoniettapasqualinodimerineo
Che progetti hai per il futuro?

Mi piacerebbe portare avanti il concetto di food tour, dato anche il successo che ha riscontrato. Viaggi di un weekend, tour nelle singole regioni italiane… E perché no… anche all’estero… Avendo il tempo!

 

BLOG:
http://boxing-catering.blogspot.it/