Audi A3 Sportback TFSI e: la nuova Weekend car ibrida plug-in parte a caccia delle rivali elettrificate

La Casa dei Quattro anelli punta sempre più sull’elettrificazione proponendo una novità di carattere premium che difficilmente passerà inosservata: stiamo parlando della nuovissima Audi A3 Sportback TFSI e, versione ibrida plug-in della lussuosa hatchback tedesca pronta a sfidare il mercato grazie a qualità fuori dal comune che la rendono una Weekend car ideale.

Audi A3 sportback in movimento
La nuova Audi A3 Sportback ibrida plug-in in azione su strada

La nuova A3 Sportback ricaricabile alla spina è un’auto sportiveggiante, esclusiva e soprattutto poliedrica perché riesce ad accontentare gusti e i bisogni della clientela più esigente. LE sue dimensioni da vettura di segmento C la rendono agile nel traffico urbano, ma la presenza delle 5 porte e di un abitacolo spazioso e versatile la rendono ideale anche per i viaggi più lunghi, come gli emozionanti weekend premium a cui la nostra redazione vi ha abituato.

Termico, elettrico e ibrido: una soluzione per ogni evenienza

Vista 3/4 frontale della nuova Audi A3 Sportback TFSI e

La tecnologia ibrida plug-in che equipaggia la nuova Audi A3, fa da “ponte” tra la propulsione tradizionale e il futuro a zero emissioni, permettendo di beneficiare per alcune decine di chilometri, specialmente in ambito urbano, di tutti i vantaggi della mobilità elettrica, a cui si aggiungono una generosa autonomia complessiva, prestazioni brillanti, elevata efficienza e tempi di ricarica contenuti anche in ambito domestico.

Prestazioni sportive ed ecosostenibili

Abitacolo della nuova Audi A3 Sportback ibrida plug-in
Abitacolo della nuova Audi A3 Sportback ibrida plug-in

La A3 Sportback 40 TFSI e S tronic è infatti in grado di percorrere sino a 67 chilometri (ciclo WLTP) in elettrico grazie alla batteria agli ioni di litio da 13 kWh, ricaricabile integralmente in circa quattro ore mediante l’impianto di casa a 230 Volt. Caratteristiche che si accompagnano a un’esperienza di guida all’insegna della sportività: i 204 CV e 350 Nm di coppia erogati complessivamente dal powertrain ibrido promettono uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e una velocità massima di 227 km/h (140 km/h in modalità EV). Una “ricetta” decisamente ricca a fronte di consumi con il pieno d’energia degni di uno scooter: 1,0 – 1,3 litri ogni 100 chilometri nel ciclo combinato WLTP con emissioni di 24 – 31 grammi/chilometro di CO2.

I molteplici vantaggi dell’ibrido

A tutte le qualità precedentemente elencate aggiungono i benefit in termini di mobilità e fiscalità connessi con l’omologazione ibrida. L’Audi A3 Sportback ibrida plug-in è infatti esente dai blocchi del traffico, accede liberamente alle ZTL e, in molteplici città, beneficia della sosta gratuita sulle strisce blu. Lato tassazione, è esente totalmente o parzialmente dal bollo, può contare su costi assicurativi mediamente ridotti del 10% rispetto alle vetture tradizionali e, grazie alle ridotte emissioni, da un lato non è soggetta all’ecotassa – il cosiddetto “malus” introdotto dalla Legge di Bilancio 2019 – dall’altro accede alla seconda classe degli incentivi – sino a 6.500 euro – attivati dal Decreto Rilancio. Proposta negli allestimenti d’ingresso, Business, Business Advanced ed S line edition, la media tedesca è già disponibile nelle Concessionarie italiane con prezzi a partire da 39.200 euro.

[Gira pagina per scoprire le rivali della nuova Audi A3 Sportback TFSI e]

Le rivali della nuova Audi A3 Sportback TFSI e

Mercedes Classe A 250e ibrida plug in

La Mercedes Classe A 250e si presenta come una raffinata media dal design grintoso, equipaggiata con una meccanica ibrida plug-in, a particolarmente attenta a consumi ed emissioni, in grado id sviluppare la bellezza di 218 CV, quindi qualcosa in più rispetto alla rivale Audi. Utilizzando il sistema ibrido le percorrenze sfiorano i 30 km al litro, mentre in modalità 100% elettrica è possibile viaggiare per circa 50 km.

Volkswagen Golf eHybrid

L’ottava generazione della media più venduta d’Europa arricchisce la propria gamma con la nuova Golf eHybrid, equipaggiata con il brillante propulsore ibrido plug-in da 204 CV, il medesimo utilizzato dalla cugina A3 Sportback. Rispetto a quest’ultima, la Golf sfoggia vanta un listino leggermente più economico e un look più sobrio, ma non lesina sui contenuti tecnici e tecnologici, a partire dai sistemi di sicurezza ADAS e fino ad arrivare all’infotainment e alla connettività.

 

 

 




Honda-e: weekend car elettrica, agile nei centri storici

Honda-e – Un’auto simpatica e originale questa piccola di casa Honda. Proiettata verso il futuro, ma con una fortissima impronta “retrò”. I tributi alle Honda del passato sono infatti tantissimi. Quindi futuristica, ma nostalgica. Si respira il classico stile giapponese, essenziale, minimale, funzionale ed elegante. Uno spirito estetico comune solo a noi Italiani.

Design

Le forme sono molto levigate: le superfici lisce e la forma solida comunicano solidità.
L’anteriore ha forte personalità, con i fari tondi molto caratteristici incorniciati da una mascherina nera. Assenti le cromature, che unite alle maniglie a scomparsa e gli specchietti “digitali”, permettono il look futuristico di cui parlavamo.
Tutti questi dettagli in piacevole contrasto con le linee retrò ispirate alla Civic del 1972.

Le linee spezzate dell’anteriore e del posteriore, il montante C, lo sportello nero sul cofano, sono i più forti richiami agli anni ’70, periodo magico per il design automobilistico.

E’ all’anteriore infatti che si ricarica le Honda-e, che però non dispone di un’autonomia eccellente.

Interni

L’abitacolo è minimalista, ma davvero ricco di tecnologia.
Gli ingombri studiati lo rendono spazioso e molto accogliente. Di sicuro aiuta il bellissimo legno della plancia. Aggiunta che segue lo spirito pieno di contrasti di questa Honda-e, la natura del legno viene affiancata a schermi a tutta larghezza.
Tutto il cruscotto è infatti dominato da schermi a tutta lunghezza, che si protraggono fino ad “inglobare” anche il passeggero.
Anche gli specchietti sono sostituiti da telecamere, che tramite dei display ad alta risoluzione, mostrano cosa segue la piccola utilitaria elettrica.
Il sistema della Honda-e è ricchissimo di funzionalità, forse anche troppo, per prendere confidenza serve tempo.

Lo spazio a bordo è omologato per 4 passeggeri, che si godono le ottime rifiniture, i tessuti e la solidità dei comandi.

Honda-e-interni
I bellissimi interni super-tecnologici di questa piccola giapponese

Guida e Motore

Honda-e ha sia il motore che la trazione al posteriore, come una sportiva! I vantaggi sono il larghissimo raggio di svolta (la Honda-e può quasi girare su se stessa), utilissimo in città e di sicuro la dinamica di guida. Certo il bagagliaio è molto sacrificato.
In ogni caso il suo principale territorio è la città, quindi non è un grandissimo problema.
Inoltre la propulsione elettrica offre la giusta agilità.
La piccola elettrica è scattante, stabile e silenziosa.

Le potenze sono 2: 136 CV per la versione “Standard”, con 222 km di autonomia, e la versione “Advance”, con 154 CV, ma con un’autonomia di soli 205 km.
I numeri in questo caso non sono eccellenti.

Honda-e-retro
Bellissimi i fari che riprendono l’anteriore e le forme un po’ “retro”

Conclusioni e Prezzo

La versione “Standard” costa 35.500 euro (in arrivo nel 2021), ma ha già praticamente tutto:  gran assistenti alla guida come il cruise control adattativo, e il sistema multimediale completo.
La “Advance”, invece costa 38.500 euro: si aggiungono il il monitoraggio dell’angolo cieco, il parabrezza e il volante riscaldabili, i cerchi da 17” e per ultimo il sistema di parcheggio automatico.

Noi vi consigliamo la base, già molto completa. Certo il monitoraggio dell’angolo cieco e il parcheggio automatico possono salvare in città, suo ambiente ideale.




Volkswagen Touareg eHYBRID e Touareg R, ecco l’avvincente sfida in famiglia tra l’ibrida elegante e quella sportiva!

Il lunedì di Weekend Premium si accende di passione con una interessante sfida a quattro ruote che vede protagoniste due lussuose sorelle “a Ruote alte”, entrambe dotate di meccanica ibrida plug-in. Stiamo parlando della Volkswagen Touareg eHYBRID e della Touareg R, due facce di una stessa medaglia, pronte a rappresentare rispettivamente il lato elegante e quello sportivo di questo apprezzato modello teutonico.

Unite dal lusso e dalla tecnologia

Nuove Touareg eHYBRID e Touareg R (9)
La Touareg eHYBRID in azione

I due SUV ibridi plug-in a trazione integrale si distinguono per l’eccezionale efficienza, per le già note eccellenti caratteristiche della gamma Touareg e per la ricca dotazione di serie. Questa include, tra gli altri, il climatizzatore automatico a quattro zone, l’interfaccia interamente digitale Innovision Cockpit con sistema di navigazione Discover Premium e il tetto panoramico apribile in vetro. Inoltre, la nuova Touareg R include di serie anche il fari interattivi a LED Matrix IQ.LIGHT.

Consumi irrisori e autonomia a zero emissioni

nuova Touareg eHYBRID
vista frontale della nuove Touareg eHYBRID

Grazie alla presenza di una generosa batteria a litio, Le nuove Touareg eHYBRID e Touareg R possono viaggiarein modalità 100% elettrica – quindi senza emettere emissioni nocive – per circa 47 km (WLTP). Sotto pelle si nasconde un powertrain ibrido plug-in che abbina un motore elettrico all’unità turbo benzina 3.0 V6 TSI: il consumo medio è di 2,7-2,9 litri/100 km di benzina e 24,2-24,7 kWh/100 km per la Touareg eHYBRID e di 2,8-3,1 l/100 km e 24,4-24,7 kWh/100 km per la Touareg R (WLTP). Grazie a tutto ciò, le nuove Touareg eHYBRID e Touareg R riescono a raggiungere un’autonomia complessiva fino a 810 km.

Come per magia si parcheggiano da sole

Nuove Touareg eHYBRID e Touareg R
Abitacolo della nuova Touareg

La Touareg è la prima Volkswagen che può essere guidata automaticamente dentro e fuori uno spazio di parcheggio: grazie al nuovo Park Assist con controllo remoto, è possibile farlo stando fuori dall’auto e utilizzando una app per smartphone. Nelle nuove Touareg eHYBRID e Touareg R, questa particolare funzione può essere eseguita senza il minimo rumore utilizzando la modalità 100% elettrica.

Volkswagen Touareg eHYBRID

Nuove Touareg eHYBRID e Touareg R (16)
Vista posteriore della Touareg eHYBRID in movimento

Disponibile negli allestimenti Atmosphere e Elegance, la Volkswagen Touareg eHYBRID si distingue per un aspetto elegante ed esclusivo e soprattutto per una dotazione di serie particolarmente ricca. Entrambe le versioni offrono i cerchi in lega da 19 pollici dal disegno specifico e il tetto panoramico apribile elettricamente di serie.

L’Atmosphere realizza nell’abitacolo un ambiente caldo, nel quale prevalgono il legno e le tonalità naturali. L’Elegance, invece, dà vita a un ambiente interno tecnologico, caratterizzato dal metallo e da tonalità cromatiche che ben si sposano a esso. In abbinamento alle linee di allestimento Atmosphere ed Elegance, lo spoiler e i listelli sottoporta sono in tinta con la carrozzeria. Una serie di altri dettagli cromati all’altezza di paraurti, finestrini, griglia di protezione della calandra nonché esclusive modanature dei terminali di scarico impreziosiscono ulteriormente gli esterni.

Un’altra differenza con la Touareg R si nasconde nella potenza del propulsore, meno spinto, ma nello stesso tempo in grado di regalare un elevato piacere di guida. Sotto il cofano troviamo un sistema di propulsione ibrido plug-in da 381 CV, capace di sviluppare 600 Nm di coppia massima e di far accelerare il SUV di lusso da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi, con una velocità di punta di 250 km/h.

Volkswagen Touareg R

Nuove Touareg eHYBRID e Touareg R
La Touareg R in azione su strada

Per chi cerca un SUV di lusso senza compromessi, che coniughi prestazioni ed efficienza, stile e dinamismo, la nuova Touareg R rappresenta la sintesi perfetta. I 340 kW (462 CV) e i 700 Nm di coppia massima del suo sistema di propulsione ibrido plug-in si traducono in prestazioni da vera sportiva: solo 5,1 secondi nello 0-100 km/h e velocità di punta di 250 km/h. Le sue potenzialità risaltano al primo sguardo, grazie al look esterno caratterizzato dal pacchetto sportivo R-Line Exterior Black Pack di serie.

Nuove_Youareg_eHYBRID_e_Touareg_R
Vista posteriore della Touareg R

Quest’ultimo include paraurti anteriori e posteriori ridisegnati e dettagli esterni quali la calandra frontale, i mancorrenti, i gusci degli specchietti retrovisori esterni e le cornici dei finestrini di colore nero. Anche all’interno i dettagli specifici proseguono, con il logo R sui sedili dalla conformazione sportiva, sulla pedaliera in acciaio spazzolato, sui listelli battitacco e sul nuovo volante con comandi touch.

Non mancano i sedili Top Comfort riscaldabili in pelle Vienna dalla conformazione sportiva e cerchi in lega Braga da 20 pollici. Anche per la nuova Touareg R la Volkswagen offre in omaggio il Tech Pack, che in questo caso include cerchi in lega Suzuka da 21 pollici ed head-up display, oltre ai già menzionati Safety Pack e Suspensions Pack.




Toyota Yaris GR: weekend con profumo di rally

Toyota Yaris GR – Non capita spesso di vedere una weekend-car di questo tipo.
Piccola, potente, leggera, aggressiva. La Toyota Yaris GR ( dal reparto corse di Toyota: Gazoo Racing) è una pepata dal sapore di rally, animale raro di questi tempi.
Non è un caso: il marchio super giapponese è in testa alla classifica piloti e secondo in quella costruttori nel WRC (Campionato Mondiale di Rally) 2020.

Design

Della Toyota Yaris “di serie” rimangono praticamente solo i fari e il nome.
Il resto è completamente stravolto, progettato appositamente per questa versione GR. E non è cosa comune. Per prima cosa cambia il numero delle porte: è l’unica versione che ne ha tre e non cinque. E’ più larga di 6 cm grazie ai parafanghi allargati ed è davvero bassa.

Il frontale è totalmente stravolto, per “dare aria” al 3 cilindri “pompatissimo”. Appositi i paraurti, per ottimizzare il raffreddamento e l’aerodinamica. Il tetto è in fibra di carbonio (quindi più leggero) e ha un disegno specifico, più spiovente.

YarisGR-2020-rossa-bianca
Ecco i due colori disponibili

Interni

I sedili sono regolabili e avvolgenti. Il volante, i pedali sono specifici per questa versione: sportivi e corsaioli. Nuova la strumentazione, rigorosamente analogica è molto ergonomica, semplice ma non essenziale. Indica perfino la ripartizione della potenza fra i due assi, gestita dalla trazione integrale prima citata.

Il resto delle finiture non cambiano, ricordano una piccola economica come la Yaris, ma sempre con spirito molto sportivo. Rimangono lo schermo da 8”, la radio, il sistema multimediale con Android Auto e Apple Car Play. Non mancano retro-camera e la dotazione completa di aiuti alla guida: dal cruise control adattativo al mantenimento della corsia.

YarisGR-2020-interni
Negli interni non manca proprio niente

Guida e Motore

La tecnologia per andare forte non manca, questa piccola Toyota Yaris GR è raffinata.
La trazione varia in base alla modalità di guida scelta tramite una manopola sul tunnel centrale: Normal, Sport e Track (pista). In Normale la Yaris ha trazione principalmente davanti (quindi una guida più tranquilla), in Sport la trazione è sopratutto posteriore (quindi più divertente), in Track la trazione è 50/50, per una guida chirurgica in pista.

Il motore è il 3 cilindri 1.6 Turbo sopracitato, con la bellezza di 261 CV. Una potenza davvero esaltante per un tre cilindri di serie.
Il tutto è tarato perchè il turbo-lag sia limitato al massimo, la spinta è sempre decisa cala solo alla zona dei 7000 giri, zona rossa del limitatore.

 Il cambio è rigorosamente manuale, a sei rapporti e sono ben due i differenziali Torsen (a controllo elettronico). Il differenziale posteriore può addirittura essere scollegato quando si tira la leva del freno a mano, per esibirsi in decise derapate (come in copertina).

YarisGR-2020-lato
Vista Laterale della piccola “pocket rocket” pistaiola

Il retrotreno è stato stravolto, al posto di quello della Yaris “normale”, questa Toyota Yaris GR adotta quello della Toyota Corolla. La scelta è obbligata data la trazione integrale, più ingombrante. E non solo, queste sospensioni permettono un controllo più preciso delle ruote.

I freni della Toyota Yaris GR sono potenti. Degni di prestazioni esuberanti. Baffati e autoventilati (fidatevi, frenano.

YarisGR-2020-retro
Bellissimi i due scarichi e i parafanghi allargati, che rendono la Yaris GR molto aggressiva

Conclusioni e Prezzo

La Toyota Yaris GR è una piccola super-car, sia per quanto riguarda le prestazioni che per il carattere aggressivo.

Questa piccola bomba è già in vendita, con un unico allestimento a 39.900 euro. Un bel prezzo, ma di serie offre praticamente tutto.




Rezvani Hercules 6×6: svelata la belva a seri ruote che non conosce limiti

I lettori di Weekend Premium e in particolari gli amanti della nostra rubrica EXTREME avranno sicuramente apprezzato le stravaganti e poderose creazioni di Rezvani – come ad esempio il suo incredibile SUV-Carro armato “Tank X” – rimarrà piacevolmente stupito dalla sua ultima creazione. Stiamo parlando del Rezvani Hercules 6×6, “mostruoso” pick-up dotato di ben 6 ruote motrici, che difficilmente passerà inosservato lungo la sua strada.

Basato su meccanica Jeep

Rezvani Hercules 6x6
Vista 3/4 del Rezvani Hercules 6×6

Sotto la pelle del Rezvani Hercules 6×6 troviamo l’uso di componenti di alto livello presi in prestito dalla produzione Jeep e dal Gruppo FCA. Il pick-up sfrutta infatti un telaio Jeep dotato di un assale extra che permette al veicolo di viaggiare con due sole ruote motrici, con quattro o addirittura con sei, semplicemente agendo su un apposito comando. Per ottimizzare la guida in off-road si è optato per l’uso di  sospensioni Fox abbinate ad assali Dana 60.

Rezvani Hercules 6x6
Abitacolo del Rezvani Hercules 6×6

All’interno dell’abitacolo la parentela con la Jeep appare ancora più evidente, anche se l’ambiente interno risulta appositamente personalizzato con finiture a dir poco opulente, come ad esempio i rivestimenti in pelle nappa con inserti scamosciati che impreziosiscono i sedili e altri dettagli.

Hercules 6×6 Military Edition

rezvani-hercules-6x6
Vista laterale del Rezvani Hercules 6×6

La clientela più esigente (ed estrema) potrà ordinare anche la speciale versione “Hercules 6×6 Military Edition” che include nella propria dotazione di serie alcuni interessanti “gadget” come ad esempio il sistema di visione notturna FLIR, il serbatoio del carburante autosigillante, maniglie delle portiere elettrificate, sirene, maschere antigas e tanto altro.

Fino a 1.300 CV di potenza

rezvani-hercules-6x6
Vista laterale

Sotto il muscoloso cofano di questo “bestione” è possibile avere differenti propulsori, sempre di origine FCA. La versione entry-level risulta equipaggiata con un V6 a benzina 3.8 litri da 286 CV, ma chi non si accontenta può puntare sul top di gamma rappresentato dal V8 7.0 litri preso in prestito dalla Dodge Demon e portato fino all’incredibile potenza di 1.300 CV. Il prezzo di questo gioiellino ovviamente non è alla portata di molti: si parte da 286mila euro, ma per le versioni più potenti e attingendo alla lista degli optional è possibile superare il mezzo milione di euro.

 

 




DS 7 Crossback E-Tense 4X4: un Weekend Premium alla scoperta delle Cave di Carrara

Per un Weekend Premium tra storia, arte, cultura e natura, abbiamo scelto la città toscana di Carrara, nota per essere la capitale mondiale del marmo. Questa nobile pietra viene infatti estratta da tempo immemore dalle viscere dei maestosi monti che la circondano, per questo motivo noi di Weekend Premium abbiamo deciso di conoscere da vicino questi luoghi senza tempo, approfittando delle instancabili qualità della DS 7 Crossback E-Tense 4X4, lussuoso SUV ibrido plug-in, in grado di accompagnarci dovunque, ospitato in un abitacolo confortevole, esclusivo e tecnologico.

Un marmo usato dai Romani e amato da Michelangelo

David_di_Michelangelo
Il celebre David di Michelangelo

Questi splendidi territori furono apprezzati fin dai tempi dei romani, tra i primi a sfruttare la potenzialità e la bellezza del marmo di Carrara. L’estrazione di quest’ultimo iniziò circa 2000 anni fa e prosegue ancora oggi grazie all’impegno di chi lavora nelle cave e a tutti cittadini di questo lembo di Toscana. Tra i personaggi più illustri che si sono serviti di questo nobile materiale per le proprie creazioni spicca Michelangelo, il quale amava selezionare personalmente i marmi che avrebbero dato vita alle sue incredibili opere.

Alla scoperta delle Cave con la DS 7 Crossback E-Tense 4X4

DS 7_CROSSBACK_E-Tense 4x4
Un gruppo di DS 7 CROSSBACK E-Tense 4×4 impegnate in una Cava di Carrara

Abbiamo deciso di visitare le suggestive Cave di Marmo che si trovano nei pressi di Carrara con una Weekend Car d’eccezione, ovvvero DS 7 CROSSBACK E-TENSE 4×4, SUV in grado di affrontare i terreni accidentati grazie al suo baricentro alto e alla trazione integrale, il tutto coadiuvato da una meccanica ibrida plug-in che permette di viaggiare anche a zero emissioni per alcune decine di chilometri.

A proposito di Michelangelo, durante la visita delle cave non si può perdere la Galleria Ravaccion: sio tratta di un logo molto suggestivo che appare come una grotta, ma con uno sguardo più attento è possibile notare pareti alte e ben definite che ci ricordano che si tartta di una cava. In una delle pareti principali troviamo un murale realizzato dall’artista OZMO, raffigurante la Creazione di Adamo, affrescata dal Michelangelo a Roma.

Cuore plug-in

DS 7 Crossback E-Tense 4X4
Le DS 7 Crossback E-Tense 4X4 entrano in una cava

La trazione è garantita da un motore 1.6 turbo benzina da 200 CV di potenza, cui si aggiungono due motori elettrici da 80 kW, per una potenza combinata di ben 300 CV. Anche i parametri di coppia dichiarano numeri impressionanti: in modalità ibrida si sale a 520 Nm, con tutta la prontezza dei motori elettrici che rilasciano immediatamente la loro coppia. Tanta potenza e coppia, dimostra nel contempo propensione alla sostenibilità ambientale, come evidenziano le emissioni di CO2 inferiori a 40 g/km nel ciclo misto. Sono sufficienti 4 ore per caricare completamente la batteria di trazione con un caricatore da 3,3 kW ed una presa da 16A (1 ora e 40 minuti con caricatore da 6,6 kW e presa da 32A). In questo modo, sono garantiti 58 km di percorrenza nella modalità ‘zero emissioni’ che permette di viaggiare fino a 130 km/h di velocità.

Carrara e l’emergenza Coronavirus

Centro Storico di Carrara
Centro Storico di Carrara

Carrara è una città poliedrica dalle mille sfaccettature in grado di offrire bellezze paesaggistiche, un mare cristallino e tante attrazioni turistiche, a partire dalle numerose chiese e fino ad arrivare ai tanti negozi di souvenir, oggettistica tipica del luogo e abbigliamento che affollano il centro e il lussureggiante lungo mare della città. Passeggiando nel centro storico, tra i numerosi palazzi signorili, ci si imbatterà nella famosa fontana con la statua raffigurante la duchessa Maria Beatrice d’Este, senza dimenticare il Duomo di Sant’Andrea, dall’indubbio fascino mistico.

Carrara e i suoi dintorni abbondano inoltre di strutture ricettive adatte a tutti i gusti e a tutte le tasche. Senza ombra di dubbio i turisti più esigenti non saranno delusi dall’abbondante offerta di Hotel di lusso, dotati di piscina e di tutti i confort possibile. Stesso discorso per quanto riguarda la presenza di punti di ristoro: Cararra si distingue infatti per un numero elevato di osterie e ristoranti di lusso, tra cui anche alcuni stellati.

Marina di Carrara
Uno scorcio della spiaggia di Marina di Carrara

 

Purtroppo in questo periodo è impossibile apprezzare le bellezze di questa celebre località toscana a causa dell’emergenza sanitaria che sta imperversando nel nostro paese e in tutto il mondo. Non ci resta quindi che attendere tempi migliori per poter fare un adeguato tour di questi splendidi luoghi.

Dove dormire

Villa Belverde Boutique Hotel

Indirizzo: Viale Venti Settembre 73, 54033, Carrara Italia

Telefono: +39 0585 845304

Mail: info@villabelverde.it

Sito web: https://www.villabelverde.it/

Dove mangiare

Ristorante Extra

Indirizzo: Viale Turigliano, 13, 54033 Carrara MS

Telefono: 0585 74741

Sito web: http://www.extracarrara.it/

Mail: info@villabelverde.it

Nota importante: Prima di visitare Carrara e altre località italiane è necessario verificare le eventuali restrizioni applicate a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus.

 

 




Bmw iX: La Casa di Monaco svela il suo super SUV elettrico e lancia la sfida a Audi e Mercedes

Se per la nostra Redazione i Weekend Premium rappresentano la massima espressione dei viaggi alla scoperta delle bellezze che ci circondano, la nuova Bmw iX rappresenta per la Casa di Monaco il non plus ultra della mobilità a zero emissioni. Grazie alle sue tecnologie avanzatissime, le sue finiture premium, l’ampio spazio del suo abitacolo e soprattutto per la sua autonomia a zero emissioni da 600 km, la iX si presenta come la Weekend Car del prossimo futuro (il suo debutto commerciale è atteso per la fine del 2021), in grado di offrirci un’esperienza di guida senza precedenti.

Design minimalisti e grande doppio rene

Bmw iX
vista frontale

Concepito fin dall’inizio per la mobilità esclusivamente elettrica, l’iX vede BMW ridefinire il concetto di successo di Sports Activity Vehicle (SAV). Con il suo design completamente rinnovato, preciso e minimalista, la BMW iX è il primo rappresentante di una generazione pionieristica di auto pronta a ridefinire l’esperienza di guida, la sensazione di spazio interno e il rapporto tra il veicolo e i passeggeri.

L’abitacolo mette al centro il guidatore

Bmw iX
abitacolo

Gli interni della iX offrono a chi si trova a bordo opzioni innovative per utilizzare il tempo durante un viaggio e godersi relax, sicurezza e una nuova forma di lusso nel processo. Un elevato livello di abitabilità, una miscela di materiali di alta qualità, sedili di nuova concezione con poggiatesta integrati e un tetto panoramico in vetro eccezionalmente ampio immergono tutti e cinque i sedili dell’abitacolo della BMW iX in un lussuoso ambiente paragonabile a un salotto. I display ed i comandi sono tutti ridotti all’essenziale, rafforzando ulteriormente l’impressione di un ambiente ordinato che offre un luogo di relax. La tecnologia della BMW iX viene utilizzata in modo intelligente e diventa visibile solo quando è necessario.

Cuore elettrico da 500 CV e autonomia record

bmw ix
Vista laterale

La quinta generazione della tecnologia BMW eDrive – che comprende i due motori elettrici, l’elettronica di potenza, la tecnologia di ricarica e la batteria ad alto voltaggio – garantisce un’efficienza eccezionale. Il powertrain elettrico sviluppa una potenza massima di oltre 500 CV che permette alla iX di bruciare lo scatto   da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi. La batteria ad alta tensione di ultima generazione promette un’autonomia record con una ricarica di energia di oltre 600 chilometri nel ciclo WLTP.

Si ricarica in un lampo

bmw iX
Operazione di ricarica elettrica

La nuova tecnologia di ricarica della BMW iX consente la ricarica rapida CC fino a 200 kW. In questo modo, la batteria può essere caricata dal 10 all’80% della sua piena capacità in meno di 40 minuti. Inoltre, entro dieci minuti è possibile immettere nella batteria energia sufficiente per aumentare l’autonomia dell’auto di oltre 120 chilometri (75 miglia). Sono necessarie meno di undici ore per caricare la batteria ad alta tensione dallo 0 al 100 percento a 11 kW da una Wallbox.

[Gira pagina per scoprire le rivali della Bmw iX]

Le rivali

Audi e-tron

Audi e-tron

La nuova Audi e-tron è invece alimentato da due motori che erogano fino a 408 CV e una coppia di 664 Nm scaricati sulla trazione integrale. La nuova batteria ad alta tensione garantisce oltre 400 chilometri di autonomia nel ciclo WLTP, mentre per se si utilizza il sistema di ricarica tramite colonnine ad alta capacità da 150 kW, la vettura è in grado di ricaricare l’80% delle batterie in meno di 30 minuti.

Mercedes EQC

Mercedes-Benz EQC

La Mercedes EQC è il primo SUV 100% elettrico della Casa della Stella alimentato da due motori asincroni che erogano una potenza massima di 300 kW e una coppia massima di 760 Nm. La vettura è in grado di offrire un’autonomia di circa 450 km  (ciclo NEDC), parla di 450 Km con una carica. Se ci si rifornisce presso una stazione compatibile con una potenza massima di 110 kW,  occorrono circa 40 minuti per portare il livello di carica dal 10 all’80%.




Cupra Formentor : il marchio Cupra si aggiunge alle weekend-car

Cupra Formentor – questo marchio sportivo e di lusso vuole spazio. Vuole essere un’alternativa per chi cerca eccellenza, un prodotto premium, ma per tutti i giorni. Chi vuole originalità, personalità, distinguersi, parlare attraverso la propria auto.
Il marchio premium di Seat ha disegnato la Cupra Formentor, una crossover-coupé non troppo eccessiva, dalle forme sportive ma con un certo stile.

E’ il primo modello completamente originale, possiamo dire inedito di Cupra.
La Cupra Formentor è derivata dell’ultima Audi A3 e Volkswagen Golf e dalla Seat Leon, ma tutto ciò che riguarda lo stile di guida e lo stile estetico è sviluppato interamente da Cupra.

Cupra-Formentor-laterale
La linea laterale è aggressiva e slanciata, nonostante sia un crossover di medie dimensioni

Le forme sono slanciate e scultoree, con nervature molto profonde, sia per quanto riguarda le fiancate che sul grintoso cofano motore. La linea è molto muscolosa, ma il tutto è comunque fluido e ben raccordato. È un’auto che si fa notare per i dettagli.

All’anteriore spicca predominante il logo, con una colorazione bronzo molto d’impatto. Il bronzo è la rifinitura che funge da firma per il marchio Cupra, molto originale e caratterizzante nel mondo delle auto. La zona posteriore è particolarmente riuscita: l’ingombro è “largo” e sportivo, complici i parafanghi che coprono le ruote e la bellissima firma luminosa con sviluppo orizzontale.

A completare il look aggressivo ci sono i terminali di scarico e l’estrattore, molto curati.
Altro dettaglio entusiasmante è il colore di lancio: si tratta della  verniciatura opaca “Petrol Blue”, perfetta per mostrare le forme e le linee della Cupra Formentor.
I cerchi in lega di 19” poi, sono la ciliegina sulla torta. Anch’essi con rifiniture in rame e dal design specifico, che abbracciano pinze Brembo a quattro pistoni e dischi perforati.

Cupra-Formentor-Interno
Gli interno sono curati e i materiali originali. La firma Volkswagen però si sente, ma per ora non è un difetto. Diamo tempo al brand di progredire.

All’interno tutto è abbastanza curato, la personalità viene conferita dal bellissimo volante a tre razze (davvero belli i tasto di accensione e la manopola delle varie mappature) e dalle cuciture color rame in contrasto, utilizzate nelle finiture in pelle sul cruscotto e sui sedili.

Sedili molto contenitivi, vista la super grinta del motore che spinge la Cupra Formentor.
Sono infatti 310 i CV del quattro cilindri turbo 2.0 TSI, controllati da una trazione integrale. Questa è la versione di lancio, quindi top di gamma, alla quale si aggiungono le varianti VZ (che sta per “veloz”, rapido in spagnolo) tutte con più di 245 cavalli. Al quattro cilindri turbo di questa speciale variante, saranno disponibili la versione 2.0 TSI a benzina e la più potente del 1.4 TSI e-Hybrid, entrambe con 245 CV.

Le stesse motorizzazioni saranno disponibili depotenziate, con rispettivamente 190 e 204 CV. E’ disponibile anche un unico motore diesel 2.0 TDI da “soli” 150 CV.

Cupra-Formentor-Retro
Bellissima la firma luminosa a LED, molto aggressivo il diffusore

Ultima del listino listino la 1.5 TSI a benzina da 150 CV, a trazione anteriore. La versione base della gamma, disponibile da 31.250 euro; il cambio DSG costa 1.600 euro in più, e volendo pure i cerchi di 19” (di serie ci sono quelli di 18 pollici) almeno altri 700.

Questa versione di lancio costa € 49.500.

 

 

 




Nuovo Nissan Navara: il più apprezzato dei pick-up si rinnova in chiave EXTREME

Tra i pick-up più apprezzati dell’intero globo troviamo il Nissan Navara, inarrestabile 4×4 distribuito in numerosi mercati internazionali (in America è conosciuto con il nome di Frontier), apprezzato per le sue doti fuoristradistiche e di carico, ma anche utilizzato come ottima base dai tuner di mezzo mondo. Ora l’apprezzatissimo Nissan Navara è stato protagonista di un interessante aggiornamento che gli ha regalato un look da “vero duro”, tanto da meritarsi un posto nella rubrica EXTREME di Weekend Premium. Il celebre pickup, che ha supera i 30 anni in ottima forma, colpisce anche per la sua dotazione tecnologica e per una gamma di motori decisamente prestazionali.

Muso da “duro”

vista frontale

L’estetica del Nissan Navara può ora contare su un frontale completamente rivisto e dall’aspetto più grintoso e massiccio. Spiccano i nuovi proiettori a LED separati dall’imponente griglia, mentre più in basso troviamo un paraurti di inedita concezione. Anche il “lato B” del pick-up nipponico è stato rivisto con forme più scolpite e di forte impatto scenico.

Arriva la speciale versione PRO-4X

vista laterale

Il nuovo Navara sarà distribuito anche nella nuova versione PRO-4X, rivolta agli amanti dell’avventura e della guida in off road. Questa variante si distingue per il paraurti anteriore con dettagli arancioni e altri dettagli in nero lucido come portapacchi e cerchi in lega da 17 pollici, avvolti da pneumatici specifici per il fuoristrada.

Abitacolo hi-tech

abitacolo

All’interno dell’abitacolo apprezziamo un ambiente pulito e tecnologico, dominato dall’ampio display touch incastonato nella console centrale. Quest’ultimo permette di gestire le funzioni dell’infotainment, come la navigazione GPS e la connettività per smartphone, compatibile con i sistemi Android Auto e Apple CarPlay.

Sicurezza al top sia a lavoro che nel tempo libero

vista 3/4 posteriore

Studiato per assolvere gravose incombenze lavorative, ma anche per essere il compagno ideale nel tempo libero, il nuovo Navara può contare su un assale posteriore rinforzato, una migliore capacità di carico coadiuvata dal volume del pianale aggiuntivo e sull’inedito gradino integrato nel paraurti posteriore. Per il momento la Casa nipponica non ha diffuso informazioni sulla gamma di propulsori che comunque dovrebbe comprendere unità sia diesel che benzina, tutti sovralimentati.

Dispositivi ADAS

Particolarmente ricca la serie di sistemi di assistenza alla guida (ADAS) inclusi nel pacchetto Nissan Intelligent Mobility, che comprende tra le altre cose:

  • Intelligent Forward Collision Warning,
  • Frenata di emergenza intelligente
  • Intelligent Around View Monitor
  • Monitor per la guida in fuoristrada

 

 

 

 

 

 

 




Un weekend come Diletta Leotta con la Kia Sportage, verso Limone sul Garda, per imparare a respirare Tao al Park Hotel Imperial

Emozionante sarà progettare un weekend con la  nuova Kia Sportage, verso Limone sul Garda, immersi nell’eleganza di un hotel a 5 stelle, verso un’esperienza dedicata alla salute e benessere psico-fisico, in completa sicurezza, secondo gli ultimi standars cui le strutture ricettive devono attenersi; godendosi la piacevolezza di una SPA nuova e di un centro medico Tao esclusivo,  assaporando la magia di un piccolo borgo affacciato su uno degli angoli più suggestivi del Lago di Garda.  Il Park Hotel Imperial è questo luogo, un angolo di paradiso in una delle più incantevoli località del Lago di Garda. Qui si impara a rilassarsi imparando a respirare …segui le indicazioni per giungere in poco più di due ore da Milano a destinazione.

Da Milano :Prendi A4 a Cormano da Via LegnanoVia ValtellinaVia ValassinaViale Enrico Fermi e Viale Rubicone

-Segui A4 in direzione di Tangenziale Est a Castenedolo. Prendi l’uscita Brescia Est da A4

Alla rotonda prendi la 2ª uscita e prendi lo svincolo Tangenziale Est per Brescia/Desenzano/Rezzato/Salò/Campiglio

-Segui SS45bis in direzione di Via Tamas a Limone Sul Garda

 

Kia Sportage

Diletta Leotta per Kia sportage
Kia Sportage

La Kia Sportage, oltre ad essere considerato il best seller del Costruttore coreano, incarna le caratteristiche del SUV ideale, in grado di offrire un design raffinato ed originale, contenuti tecnologici e tecnici di alto livello e la massima sicurezza.

Il compagno ideale per i nostri spostamenti

Sportage vuole essere il compagno ideale delle nostre giornate, perché in grado di accompagnarci nel massimo confort durante i nostri spostamenti quotidiani, mentre ci semplifica la vita lavorativa ed interpersonale, grazie ai numerosi servizi di connettività offerti dal suo sistema multimediale.

Un’ambasciatrice d’eccezione per la Sportage

Anche per questo la Sportage è stata scelta come auto personale dalla bellissima Diletta Leotta, volto noto della TV italiana e ora anche ambassador del Costruttore coreano di automobili. La celebre conduttrice televisiva, particolarmente dinamica e di successo, è infatti perfettamente allineata con lo spirito del brand, come sottolineato dalla divisione Kia Motors Italia.

Look dalla forte presenza scenica

Dal punto di vista stilistico, l’ultima generazione della Sportage sfoggia un look distintivo e molto originale che si caratterizza per la presenza di forme morbide, ma decise, in grado regalare un aspetto più filante ed aggressivo. Al posteriore spunta inoltre un piccolo spoiler, installato sopra il portellone, che conferisce alla vettura un aspetto più dinamico.

Comoda e tecnologica

Gli interni sono generosi sia per comfort che per dotazione tecnologica, di serie troviamo infatti kit Bluetooth, ingressi AUX, USB ed iPOD, navigatore satellitare con ampio schermo e telecamera posteriore per il parcheggio. Inoltre, l’ampia capacità del bagagliaio – che va da un minimo di 564 ad un massimo di 1350 litri – permette di garantire comodi Weekend Premium per tutta la famiglia o lunghe giornate di shopping in centro città.

Il mild hybrid per consumare ed inquinare meno

Per quanto riguarda il capitolo motorizzazioni, la nuova Sportage può contare da qualche mese sulla nuova motorizzazione mild hybrid a 48volt basata su un motore 1.6 diesel, disponibile negli step di potenza da 115 e 136 CV. Questa versione MHEV può essere equipaggiata con cambio manuale o con il comodo automatico a doppia frizione DCT da 7 rapporti, inoltre la nuova unità propulsiva viene proposta sia sulle versioni con trazione anteriore che AWD. Questo motore di ultima generazione, sviluppato per ridurre consumi ed emissioni, gode dell’omologazione “ibrida” portando con sé tutto il bagaglio di benefici previsti dai regolamenti amministrativi locali.

Continua a pag 2

Park Hotel Imperial

Park Hotel Imperial centro benessere
Park Hotel Imperial

Svelate tutte le qualità della nostra auto compagna di viaggio, non resta che partire alla volta del lago  verso il Park Hotel Imperial, a Limone sul Garda. Un piccolo borgo sulla sponda occidentale del lago, un gioiello da scoprire in tutte le stagioni. Incastonato tra le montagne, a ridosso delle acque del lago,  è un luogo davvero molto suggestivo. Grazie al clima mite, è possibile godere dell’aria salubre del lago. Inoltre, dal 2018 è stata inaugurata la ciclopedonale a sbalzo sul lago, lunga quasi 3 km, che è considerata la più spettacolare d’Europa.

Limone sul Garda by night
Limone sul Garda

Al Park Hotel Imperial andremo per rilassarci qualche giorno tra olivi, limoni e i profumi della natura. Immerso in un rigoglioso e curato giardino mediterraneo, tra palme, agrumi, olivi, agavi, colori e profumi della natura, in un’oasi di tranquillità,  quest’Hotel è in grado di  coccolare oltre ogni immaginazione, tant’è che a seguito delle numerose richieste da parte dei clienti, il Park Hotel Imperial e il suo Centro Tao hanno scelto  per il 2020  di rimanere aperti fino al 13 dicembre, per consentire a tutti di poter usufruire dei programmi salute  e delle vantaggiose “proposte benessere” del lussuoso hotel.

Veduta piscina Park Hotel Imperial
Park Hotel imperial

Il Centro Tao, Natural Medical SPA dell’Hotel è attivo  da oltre 30 anni con i trattamenti specifici per la salute e il benessere

Ingresso Spa Park >Hotel imperial limone sul garda
Spa Park Hotel Imperial

A dir poco inebriante sarà il lasciarsi avvolgere in questo viaggio inedito dove l’Oriente incontra Limone sul Garda,  con i suoi prodotti più preziosi: l’olio d’oliva con la sua densità e il suo intenso profumo; il bambù, con il suo suono e le sue vibrazioni. L’equilibrio tra le energie dello Yin e dello Yang viene raggiunto grazie alla sinergia di questi  elementi in un massaggio TAO che coinvolge tutti i sensi e da provare assolutamente!

Centro tao trattamenti-giardino-massaggio-medical-spa
tao massaggio

Tempio di salute e benessere psico-fisico

zona relax centro tao Park Hotel imperial
Centro tao medical Spa

Per i programmi del Centro Tao la salute è l’elemento cardine intorno al quale lavorano da oltre 30 anni Arianna Risatti e il suo staff medico, con particolare attenzione a rinforzare le difese immunitarie in ogni stagione.

Il Tao Salute è il programma completo ideale per rilassarsi, tonificarsi, dimagrire, eliminando le tossine con un metodo che fonde la moderna scienza della nutrizione con i rimedi millenari della medicina tradizionale cinese come l’agopuntura, la riflessologia plantare, il massaggio dei meridiani, la floriterapia, la coppettazione dei punti Shu del dorso, il massaggio tuinà con bagno di vapore energetico.
Il Tao Minicura di tre giorni è un programma essenziale ed efficace, ideale come prima esperienza per chi entra nel mondo Tao e vuole coglierne l’essenza.

I consigli del centro Tao: l’importanza dell’energia del respiro anche stando a casa, in un momento come quello che stiamo vivendo

Esercizi di respirazione al centro tao medical
Respirazione Tao

Al Centro Tao , la prima sessione di sedute per il riequilibrio fisico è dedicata alla respirazione Tao e a una serie di esercizi di stretching dei meridiani collegati a essa, utilissimi per fornire al corpo e alla mente uno stato di benessere generale.

Questi stessi esercizi possono essere ripetuti a casa, soprattutto quelli relativi all’energia del respiro, per poter rilassare corpo e mente e ottenere l’ossigeno necessario per tutto il corpo.

Imparando a usare nel modo corretto il nostro respiro, possiamo modificare il nostro stato emotivo diminuendo o addirittura abbattendo il nostro livello di stress e di tensione; inoltre, il diaframma fa parte di una catena muscolare molto importante e ha rapporti diretti con ileopsoas e quadrato dei lombi, per cui un suo corretto utilizzo porta a notevoli migliorie a livello della postura e fastidiosi problemi della colonna vertebrale.

Si attua una tonificazione, se in un atto respiratorio l’espirazione precede l’inspirazione, e una dispersione quando l’inspirazione precede l’espirazione. La tonificazione viene usata per rafforzare uno stato di debolezza. La dispersione serve per rimuovere delle energie patogene.

Ma tutto questo lo impareremo sul campo nel centro Tao…

Continua a pag 3

In Valigia

Porteremo con noi una borsa elegante ma funzionale, magari in un tessuto nuovo come quella proposta da  Alviero Martini 1A Classe per la prossima stagione FW  nel nuovo tessuto Geo Urban Grey. Raffinati i  toni grigi dell’inverno in città, sfumati su un blu scuro molto sofisticato. I colori rimandano alle ombre della città nella stagione autunnale e invernale, donando un’allure originale per ogni look della giornata. Belle e facili da indossare possono diventare un passe-partout  per ogni viaggio  della donna attenta al suo stile . Nota fashion , gli inserti di catena nei manici e nelle tracolle che donano un tocco glam e casual.

Borse Alviero Martini Geo Urban Grey
Alviero Martini Geo Urban Grey

E se osassimo un pò con un kit hot?

Perchè non osare, stupire, sedurre…? Fa parte del giocare, dello stare bene e quindi porteremo anche uno o più)  tra i  dodici KIT HOT Loverer destinati a scaldare il weekend…

Sensuali, adatte a tutti i gusti, per vivere un momento ricco di passione e decisamente fuori dagli schemi, come già si capisce dai nomi delle singole box: Better Than Your ExRomantica MaliziaLove Is The new BlackBrillanti Suggestioni ed Exciting Night sono solo alcuni esempi…

Kit Hot con frontino e bracciale
KIT HOT Loverer

Lingerie sexy, profumi per lenzuola, cerchietti con orecchie in pizzo, ma anche oggetti che “sembrano ma non sono” (…o forse sì?!): braccialetti con strass che si trasformano in manette, rossetti da borsetta , candele da massaggio e body painting per poeti gourmand, al gusto fragolina di bosco e con pennino piumato. Eleganti le box nere che diventano scrigno del piacere, adatte a tutti i gusti, per (ri)svegliare il desiderio e la voglia di giocare, per regalare e regalarsi momenti di intimità, passione, e soprattutto, spensieratezza…

Un beauty case per due..

Pensiamo anche a lui…e nel nostro beauty inseriamo  ‘EYES DON’T LIE ‘Si chiama così il Siero Contorno Occhi illuminante di SKÖN, il prodotto di bellezza unisex rigorosamente biologico, completamente naturalemade in Italy, non testato sugli animali, a basso impatto ambientale, efficace e… azzurro, così lui si sente legittimato a rubarlo sostenendo sia suo!

Siero occhi skon unisex
Skon siero




Mazda, una storia lunga 100 anni: Origine e segreti del marchio premium giapponese

Per celebrare al meglio i 100 anni di Mazda compiuti proprio nel 2020, la nostar Redazione ha deciso di visitare un posto molto speciale battezzato Miataland. Parliamo di un resort situato in Umbria, a pochi chilometri da Todi che si presenta come un luogo magico per tutti gli amanti di auto e soprattutto dell’apprezzatissima MAzda Mx-5, la spider più venduta di tutti i tempi.

Questa coutry house 5 stelle è frutto dell’impegno e della passione di Andrea Mancini, il più grande collezionista italiano di Mazda MX-5. Mancini conserva ed utilizza i suoi preziosi 39 esemplari di Miata nel suo resort, dove appassionati di tutto il mondo possono venire ad apprezzarle da vicino e addirittura fare un giro panoramico su una di esse.

 

Mazda: storia e segreti del marchio nipponico

Dopo aver visitato Miataland, il nostro weekend Premium continua alla scoperta dell’affascinate storia del marchio fondato ad Hiroshima. Parliamo di un lungo secolo di storia iniziato in maniera umile e successivamente caratterizzato da una costante voglia di emergere e di offire prodotti sempre più innovativi e all’avanguardia. La Casa di Hiroshima ha dovuto superare nel corso della sua lunga esistenza una serie di sfide che sembravano insormontabili, inoltre è riuscita a sviluppare tecnologie sofisticate e futuribili per il loro tempo, senza dimenticare le novità stilistiche in grado di fare scuola in tutto il settore automotive.

Da fabbrica di sughero a costruttore di veicoli a tre ruote

Il primo veicolo targato Mazda

Esattamente cento anni fa, Mazda produceva sughero nella città di Hiroshima, in Giappone, ma appena un anno più tardi l’industriale Jujiro Matsuda assunse la guida della Toyo Cork Kogyo e convertì l’azienda in un primo momento in un Costruttore di macchine utensili per poi trasformarla in una fabbrica di veicoli. Nel 1931 venne messo sul mercato il primo modello battezzato Mazda-Go: si trattava di un motocarro a tre ruote sottoposto a continui miglioramenti che gli regalarono ottimi successi commerciali.

Lo scoppio della guerra e una nuova rinascita

Le cose vanno così bene che l’azienda è pronta a lanciare il primo prototipo di auto già negli anni ’40. Purtroppo però lo scoppio della seconda Guerra mondiale porterà il 6 agosto 1945 ad una catastrofe atomica. Quel giorno un aereo dell’aeronautica militare degli Stati Uniti d’America sgancia una bomba atomica su Hiroshima: parliamo di una delle pagine più terribili della storia dell’umanità che ha avuto come conseguenza oltre 200mila morti e una città totalmente rasa al suolo.

Questo evento nefasto ha spinto però la popolazione locale verso una vera e propria rinascita sociale, economica e culturale. la produzione di motocarri riprese già pochi mesi dopo la fine della guerra, mentre  la prima autovettura – la Mazda R360 – debuttò nel 1960 registrando un enorme successo commerciale in tutto il paese e aumentando di conseguenza l’apprezzamento nei confronti del neonato segmento delle kei-car, ovvero quelle piccole vetture molto apprezzate in Giappone.

Una rivoluzione tecnologica chiamata Wenkel

Mazda RX-8

Appena un anno dopo, ovvero 1961, Mazda siglò un accordo di licenza con la casa automobilistica tedesca NSU per lo sviluppo e la realizzazione dei suoi nuovi motori rotativi Wankel compatti e leggeri, realizzando in questo modo una cosa che il resto del mondo riteneva fosse impossibile.

Nel 1967 debuttò la Mazda Cosmo Sport/110S, primo modello di serie al mondo dotato di motore rotativo wenkel. Da allora ebbe inizio un vero e proprio mito tecnologico che portò alla nascita di modelli iconici del calibro della RX-7, oltre alla vendita quasi due milioni di vetture a motore rotativo. Questa futuristica tecnologia fui impiegata con successo anche nel motorsport: nel 1991 Mazda fu infatti il primo costruttore asiatico ha vincere la mitica 24 Ore di Le Mans con la Mazda 787B a quattro rotori, unica vettura al mondo ad aver primeggiato in questa competizione con un motore senza pistoni.

Mazda Mx-5: la Regina delle spider

Mazda MX-5, 2009

Un’altra data che rimarrà impressa per sempre negli annali della storia della storia dell’automobile è il 1989, anno del debutto della Mazda MX-5, una due posti scoperta dalle misure compatte e divertente da guidare, capace di conquistare nel corso del tempo il cuore di milioni di appassionati. Realizzata nel corso degli anni in ben 4 iconiche generazione, la Mx-5 mantiene saldamente in mano il titolo di spider più venduta della storia dell’automotive.

Nuove sfide tecnologie ed un’immagine premium

Mazda MX-30

Oggi la Mazda può vantare una gamma di vetture di carattere premium e dallo stile personale e accattivante, frutto il linguaggio stilistico Kodo – Soul of Motion che sta conquistando premi in tutto il mondo e continua a sfidare le convenzioni. L’azienda Giapponese sta inoltre puntando ancora molto su tecnologie molto avanzate e rivoluzionarie, come ad esempio i motori Skyactiv-X, in grado di unire i vantaggi del benzina con quelli del diesel. Questa nuova famiglia di propulsori a benzina vantano un’accensione per compressione, proprio così come avviene nei propulsori diesel, il tutto ottimizzato dalla presenza di un sistema elettrificato mild hybrid a 24 volt, in grado di ottimizzare ulteriormente consumi di carburante ed emissioni nocive.

A proposito di elettrificazione, la Casa di Hiroshima ha recentemente lanciato l’inedito SUV a zero emissioni MX-30, prima vettura 100% elettrica della storia della Casa nipponica. La MX-30 non è solo una vettura tecnologica ed attenta all’ambiente, ma anche una vettura dalle forme ammalianti, capace di vincere insieme alla CX-30 l’ambito riconoscimento “Red Dot: Product Design 2020”.




La Peugeot e-2008 conquista il riconoscimento AUTO& DONNA PREMIUM 2020

La Redazione di Weekend Premium è orgogliosa di festeggiare la nuova Peugeot e-2008, fresca vincitrice dell’ambito riconoscimento “AUTO& DONNA PREMIUM 2020”.  Il B-SUV 100% elettrico della Casa francese è riuscito a conquistare questo importante premio grazie alle sue numerose qualità intrinseche, tra cui spiccano le dimensioni compatte, l’abitacolo spazioso e la forte dose di tecnologia. Tutte queste caratteristiche rendono il SUV transalpino un’auto ideale per un pubblico femminile alla moda e al passo con i tempi. In particolare, la versione 100% elettrica battezzata Peugeot e-2008, risulta particolarmente amata dal gentil sesso, sempre attento alle tematiche ambientali e alla mobilità alternativa.

Com’è fatta

 

La nuova Peugeot e-2008 è un B-SUV con meccanica 100% elettrica capace di aprire una nuova strada nel mondo della mobilità sostenibile intelligente. Grazie alle sue dimensioni compatte (la vettura è lunga appena 4,30 metri), la e-2008 è la compagna ideale per fare shopping in centro città, inoltre per merito del suo propulsore a zero emissioni può circolare liberamente nelle zone ZTL, come ad esempio l’Area C di Milano.

Spaziosa e versatile

 

La guida rialzata facilita le manovre di parcheggio e la guida nel traffico congestionato. Nonostante la vettura abbia dimensioni compatte, può vantare un abitacolo particolarmente spazioso in grado di ospitare 5 persone adulte, a cui si aggiunge un bagagliaio decisamente ampio e versatile che spazia da un minimo di 405 litri e arriva fino ad un massimo di 1.467 litri, se si decide di abbattere il divano posteriore. I vantaggi di viaggiare in elettrico non finiscono però qui: in molte città italiane è possibile parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu, senza dimenticare l’esenzione del pagamento del bollo.

Dotazione ricca e tecnologica

La e-2008 in allestimento Allure mette a disposizione una dotazione di accessori offerti di serie ricca e tecnologica. All’esterno spiccano i cerchi in lega 17 pollici Salamanca bi-ton, spoiler posteriore, la calandra frontale con dettagli cromati a sviluppo orizzontale e le Barre al tetto nero brillante. All’interno dell’abitacolo troviamo l’ultima evoluzione dell’ormai noto i-Cockpit che mette a disposizione una strumentazione 100% digitale e un secondo display da 7 pollici dedicato al sistema di infotainment di ultima generazione. Quest’ultimo permette di gestire la navigazione GPS 3D, l’impianto audio e la connettività per smartphone compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

Addio benzinaio

La Peugeot e-2008 è spinta da un potente motore elettrico da 136 CV in grado di offrire il massimo piacere di guida in qualsiasi situazione. L’emozione di guidare un’auto elettrica non si ferma alle prestazioni offerte, ma comprende anche tanti altri vantaggi come quello di dire addio per sempre alle soste dal benzinaio. La batteria da 50 kWh consente una autonomia decisamente elevata che secondo i dati dichiarati arriva a ben 320 km.

Usando il caricabatteria di bordo da 7,4 kW è possibile ricaricare l’auto in circa 7 ore direttamente nel proprio Box sfruttando la linea elettrica domestica, mentre a richiesta si può avere il caricatore di bordo da 11 kW trifase che permette di ridurre il tempo di ricarica della batteria a poco meno di 5 ore.

Prezzo

La nuova Peugeot e-2008 Allure viene proposta ad un di listino di 39.450 euro, esclusi ecobonus e rottamazione. Si tratta di un prezzo sicuramente importante, ma pienamente giustificato dai suoi contenuti tecnici e da dotazione e finiture da auto premium.

[Gira pagina per scoprire le rivale della Peugeot e-2008]

Le rivali

DS3 Crossback E-Tense

Vincitore del premio Eco-Weekend Car 2019, DS 3 Crossback E-Tense è il SUV compatto della casa francese 100% elettrico, in grado di unire tecnologia e raffinatezza. Il crossover a zero emissioni eroga una potenza di 100 kW e 136 CV e 260 Nm di coppia. La batteria garantisce un’autonomia d’esercizio di ben 320 km con una sola carica di energia. La velocità massima è di 150 km/h, mentre lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in soli 5,9 secondi. Il prezzo di partenza è di 39.600 euro.

Hyundai Kona electric

Kona Electric racchiude in unico prodotto le due tendenze in più rapida crescita nel settore automotive, ovvero lo stile SUV e l’elettrificazione. Il SUV a zero emissioni della Casa coreana offre infatti un’esperienza di guida entusiasmante e senza compromessi: fino a 395 Nm di coppia istantanea erogata e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 7,6 secondi per un’autonomia fino a 449 km e un’efficienza di 15,4 kWh/100 km (ciclo WLTP –batteria da 64 kWh). La gamma Nuova Kona Electric viene offerta con prezzi di listino che partono da 36.400 euro.

 




Le 10 migliori weekend-car per questo inverno

Abbiamo scelto per voi le migliori weekend-car di questo inverno. Una selezione accurata per ogni gusto. Dalla pura elettrica, alle super-car, ai grossi SUV di lusso. Un mercato, quello delle auto, floridissimo di nuove uscite, di rivoluzioni, di modelli interessanti e…elettrizzati. Si sprecano infatti le versioni ibride plug-in, nuova tendenza del 2020.

SUV

Bentley Bentayga

Super-suv, per un super weekend. Sono tante le novità di questo restyling per la Bentley Bentayga. Nuovo stile per affrontare la concorrenza che negli ultimi anni è più che agguerrita.

I motori sono invariati : il benzina biturbo V8 4.0, da 550 CV, nonostante il peso di ben 2.416 kg permetto di scattare ai 100 km/h in 4,5 secondi, con una velocità massima di 290 km/h. Più avanti saranno disponibili anche il motore W12 e l’ibrido, dotato di batterie ricaricabili dall’esterno.

Il restyling ha colpito soprattutto il posteriore: un nuovo disegno del portellone, sposta la targa in basso modifica i fanali, bellissimi. Più pronunciati i parafanghi, che rendono la Bentayga ancora più presente in strada.

Tanta tecnologia sia all’interno che all’esterno. Fra le novità 2020 ci sono i fari anteriori a matrice di led, ciascuno composto da 82 diodi luminosi: regolano l’ampiezza e l’altezza del fascio luminoso, in funzione della velocità e della presenza di altre auto in strada.

Land Rover Defender

Land Rover Defender sposa una veste tutta nuova, incarnando alla perfezione le caratteristiche di una Eco Weekend Car.

zIl powertrain plug-in sfrutta un motore quattro cilindri benzina abbinato ad una unità elettrica per un totale di 404 cavalli e 640 Nm di coppia. Il motore elettrico è collegato ad un pacco batterie a litio che offre la possibilità di viaggiare a zero emissioni fino a circa 50 km con una sola carica. In questo modo sarà possibile visitare le zone ZTL dei centri urbani rispettando il silenzio dei borghi e la natura, ma nello stesso tempo sarà possibile immergersi nella natura facendo fuoristrada estremo e superando guadi fino 90 cm.

Berline

Bmw serie 4

Se amate viaggiare in business class durante i vostri weekend premium da oggi potrete farlo con una nuova compagna di avventure che difficilmente vi farà annoiare e soprattutto passare inosservati: stiamo parlando della nuova Bmw Serie 4 Coupé, inedita generazione della sportiva teutonica recentemente presentata alla stampa italiana.

La nuova Coupé teutonica vanta finiture lussuose e Prestazioni al top, ma soprattutto sfoggia una presenza scenica senza compromessi che sta già facendo discutere il popolo degli appassionati (nuova la griglia a sviluppo verticale).

Al volante della Top di gamma M440i xDrive, equipaggiata con il potentissimo 6 cilindri 3.0 litri bi-turbo (abbinato al sistema mild hybrid a 48V) da 374 CV e 500 Nm, si ha la sensazione di guidare una comoda Gran Turismo in grado di offrire confort e piacere di guida. Se si opta però per la modalità Sport o Sport Plus, la vettura cambia totalmente carattere trasformandosi in una supercar dal carattere aggressivo.

La nuova Bmw Serie 4 può essere già ordinata ad un prezzo che parte da 50.00 euro per la versione entry-level 420i, mentre la variante M440i xDrive della prova su strada parte da 77.000 euro.

Porsche Panamera Hybrid 4S

Porsche ha rinnovato il progetto Panamera. Uscita nel 2016 è stata rivoluzione del segmento, il risultato a cui ambire, da parte di tutti.
La nuova ibrida è più intelligente ed efficiente, più veloce. Per un weekend che parte dal centro storico (in modalità solo elettrica), ma non teme la pista e le strade con un po’ di brio in più.

La Porsche Panamera 4S E-Hybrid è più “intelligente”: tramite le informazioni su come si guida e sul percorso, nonché lo stato di carica e destinazione della navigazione, la macchina si adatta. E’ disponibile anche l’E-Hold, che consente di preservare la carica esistente per sfruttare al massimo il propulsore  elettrico.

Il propulsore della Porsche Panamera 4S E-Hybrid è la combinazione di un V6 2.9 da 440 CV, e da un propulsore elettrico da 136 CV. La potenza combinata è quindi di ben 560 CV , quindi 98  più rispetto alla precedente.

Porsche Panamera 4S E-Hybrid già ordinabile, a 135.412 euro.

Crossover

Opel Mokka

La Casa del Fulmine è pronta a lanciare sul mercato la nuova generazione della Opel Mokka, SUV compatto in grado di offrire la massima versatilità nella guida di tutti i giorni, oltre a puntare ad essere un’ottima compagna di viaggio, anche durante i tragitti più lunghi. I suoi 4,15 metri di lunghezza la rendono estremamente facile da manovrare e parcheggiare in città, mentre l’ampio bagagliaio da 350litri garantisce una capacità di carico record per il suo segmento.

ll suo look caratterizzato da sbalzi corti e proporzioni ampie, che, unite alle linee più tese, fanno apparire la Opel Mokka più “piantato” al suolo. La plancia allungata orizzontalmente integra due display widescreen; quello davanti al conducente ha una dimensione massima di 12 pollici.

Alta efficienza e prestazioni vivaci sono caratteristiche dei nuovi motori a benzina. Il turbocompressore reagisce immediatamente, con un forte sviluppo di coppia già ai bassi regimi. La coppia massima del 1.2 da 74 kW (100 CV) è 205 Nm; l’unità superiore da 96 kW (130 CV) sviluppa addirittura 230 Nm. Ai due motori a benzina si aggiunge un vivace diesel da 1,5 litri con cambio manuale a sei marce, da 81 kW (110 CV) e coppia massima di 250 Nm.

Mini Countryman

La Mini Countryman, ovvero il modello più grande e versatile della famiglia del marchio premium britannico si aggiorna nello stile e nei contenuti tecnici e tecnologici, regalando nuovi stimoli al piacere di guida e un fascino di stile particolarmente distintivo.

Il suo carattere robusto, un interno spazioso e versatile con cinque sedili e il sistema di trazione integrale ALL4 opzionale conferiscono alla vettura il tipico piacere di guida di MINI, non solo nel traffico quotidiano ma anche nei viaggi a lunga distanza e su terreni non asfaltati.

La gamma di motorizzazioni è ampia e ben articolata: sul fronte dei diesel troviamo le versioni Cooper D e Cooper SD, rispettivamente con potenze da 150 e 190 CV, mentre sul fronte dei benzina spiccano le varianti One, Cooper e Cooper S, con potenze fino a 178 CV.

Al top di gamma troviamo invece la versione ibrida plug-in Cooper SE, in grado di sviluppare la bellezza di 220 CV complessivi e di offrire un’autonomia 100% elettrica di circa 50 km.

Il prezzo di partenza è di 29.500 euro.

Elettriche

Fiat 500 elettrica 

La famiglia della nuova 500 elettrica si allarga con l’arrivo della Fiat 500 elettrica 3+1, inedita  versione della citycar torinese con meccanica a zero emissioni, impreziosita da finiture e caratteristiche esclusive che la rendono una perfetta Eco-Weekend Car.

Lunga appena 3,63 metri, larga 1,68 metri e alta 1,52 metri, la 500 elettrica è l’auto perfetta per districarsi nel traffico urbano più congestionato. Inoltre, grazie alla sua meccanica a zero emissioni, ha libero accesso alle zone ZTL e nei centri storici, senza dimenticare che in alcune città può parcheggiare gratis sulle strisce blu.

La Nuova 500 3 +1 offre un’autonomia di riferimento: fino a 320 km nel ciclo WLTP che aumentano fino a 460 km in città. La vettura è dotata di fast charge da 85kW, che consente di ricaricare da batteria scarica l’80% del range in 35 minuti e 50 km in circa 5 minuti.

Il motore ha una potenza da 118 CV che consente la velocità massima di 150 km/h (autolimitata) e una accelerazione in 9.0 secondi da 0 a 100 km/h.

Per quanto riguarda il listino prezzi della Fiat 500 3+1, la versione Icon partirà da 33.400 euro, mentre la versione lancio “Prima” da 37.900 euro.

Audi e-tron Sportback

Vincitrice del nostro premio “Eco Weekend car 2020”, Audi e-tron Sportback ha sbaragliato la concorrenza. E’ 100% elettrica e caratterizzata da finiture premium e da prestazioni estremamente coinvolgenti.

Realizzata in meno di 500 esemplari, l’Audi e-tron Sportback Edition one deriva dalla variante 55 quattro del SUV coupé Audi a zero emissioni. I due motori elettrici asincroni, uno in corrispondenza di ciascun assale, erogano complessivamente 408 CV e 664 Nm di coppia in modalità Boost. Audi e-tron Sportback scatta così da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi, complice la trazione integrale quattro elettrica. Questa regola permanentemente e in modo completamente variabile la ripartizione della coppia fra gli assali. Un’operazione che avviene in poche frazioni di secondo.

Sportive

Ford Puma ST

La Ford Puma ST si presenta come una perfetta weekend car ideale per una fuga dalla quotidianità, grazie ad un bagagliaio versatile e capiente e ad un abitacolo spazioso per 5 persone. Il suo carattere offre prestazioni sportive, esaltante il motore turbo benzina Ecooboost da 200 CV.

Nonostante il suo abitacolo spazioso, la Puma ST vanta dimensioni esterne molto contenute che la rendono agile e scattante anche nelle strade più trafficate. Lo stile della Puma è sportivo grazie alla silhouette della linea del tetto inclinata e i passaruota pronunciati, questa versione ST è ancora più estrema, per combinare forma e funzionalità.

Funzionalità che affianca il sopracitato tre cilindri 1.5 EcoBoost, in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 6.7 secondi: il primo crossover Ford Performance in Europa è dotato di un telaio tarato su misura: configurazioni ad hoc della rigidità torsionale (twist.beam) barra antirollio e ammortizzatori.

Maserati MC20

Incredibile novità per casa Maserati. Una sorpresa davvero inaspettata e molto rincuorante, che ci ha lasciati sbigottiti, tanto da dover conoscere al meglio la macchina, prima di parlarne. Una macchina italiana, modello di rinascita, verso un futuro veloce e… elettrizzante.

E’ infatti più che sicura una versione completamente elettrica, in un futuro molto vicino.

Le portiere, che si aprono a farfalla, facilitano l’accesso negli interni. Si respira finalmente un’aria essenziale e pulita. I pochi tasti sono a portata di mano, i comandi chiari e funzionali. Molto carbonio ed alcantara per un’atmosfera sportiva, ma grande, grandissima eleganza.

Il cuore è un 3.0 litri V6 a 90 gradi e 630 CV. Molta potenza, molto fascino, grandissima passione. Questa è la Maserati MC20.

Una “super” quasi irraggiungibile, questa Maserati MC20, ma bellissima.

Irraggiungibile perché si colloca nella fascia delle più performanti, da Audi R8 alla Porsche 911 Turbo S. Il prezzo, infatti si aggira intorno ai 220.000€.




Rezvani Tank X, svelato l’indistruttibile SUV-carro armato da 1.000 CV

Basato sulla nuova generazione della Jeep Wrangler, l’inedito Rezvani Tank X, si presenta come uno dei fuoristrada più incredibili presenti sul mercato, tanto da meritare un posto d’onore nella nostra ormai apprezzatissima rubrica EXTREME di Weekend Premium. Il Rezvani Tank X si rivolge ovviamente ad una clientela facoltosa e decisamente particolare. Questo inarrestabile off road dalla corazza inespugnabile e dalle finiture da ammiraglia di rappresentanza, può infatti accompagnare praticamente in ogni luogo sperduto della terra personalità che pretendono la massima sicurezza durante i propri spostamenti.

Resiste anche ad una guerra nucleare

Come accennato in precedenza, il Rezvani Tank X è stato sviluppato per resistere ad ogni tipo di attacco: la sua “corazza” esterna risulta a prova di proiettili e bombe, inoltre sfrutta portiere posteriori a cerniera anteriore e maniglie tradizionali. Come optional a 2500 dollari è possibile dotare l’auto di un sistema in grado di proteggere dagli impulsi elettromagnetici (EMP). Proprio come i veicoli in dotazione dell’esercito, anche il Tank X può essere dotato di visore notturno termico, disponibile per 6.500 dollari. Non mancano le telecamere laterali per controllare il perimetro del veicolo e un serbatoio supplementare per le lunghe percorrenze (entrambi optional).

Abitacolo da ammiraglia

All’interno troviamo un abitacolo dotato di tutto punto e rifinito con materiali lussuosi come gli inserti in pelle dedicati ai sedili. A Richiesta si può ottenere un impianto audio ad alta fedeltà della Focal (12.500 dollari) e un sistema di illuminazione interna a LED.

Cuore da 1.000 CV

A spingere questo bestione ci pensa il poderoso V8 6.2 litri preso in prestito dai modelli Jeep e Dodge che in questa versione è stato portato a scaricare sulla trazione integrale ben 1.000 CV e 1.180 Nm di coppia massima, parliamo di numeri in grado di far impallidire vetture del calibro della Lamborghini Urus. La gamma propulsori mette a disposizione anche motori più tranquilli, come un 2.0 litri turbo benzina a quattro cilindri da 285 CV, un V6 da 3.6 litri da 285 CV, un V8 da 6.4 litri da 500 CV e un diesel V6 3.0 litri da 285 CV.

Prezzo stratosferico

Se si sceglie la versione top di gamma della Rezvani Tank X e si esagera leggermente con gli optional, il conto da pagare diventa a dir poco salato: è facile infatti superare di molto la soglia dei 400mila dollari, ma si sa, chi vuole ottenere il massimo non bada a spese.

 




Cupra Ateca a metano da 400Cv: anche il gas può essere sportivo!

Uno degli interrogativi più curiosi degli ultimi anni è se, effettivamente, il gas naturale sia un carburante affidabile e conveniente, nonchè efficiente.
Snam4Mobility per questa causa ha messo a disposizione una Cupra Ateca, poi trasformata in un prototipo senza precendenti. 
Una sfida unica, che necessita competenze e componentistiche sì di livello automotive OEM, ma con caratteristiche e prestazioni degne di una ‘hypercar’. 
L’obiettivo è sfruttare al 100% quello che può esprimere il motore, ma con sicurezza, durabilità e affidabilità.
Ecomotive Solutions e Autogas Italia hanno voluto esplorare fino al limite le potenzialità del gas naturale, esaltarlo come combustibile primario, rendendolo il vero attore protagonista.
Il risultato è un Suv a CNG (gas naturale compresso) più potente del mondo, ma con consumi da citycar.
 Il modello di partenza è precisamente una Cupra Ateca Limited Edition 2.0 TSI 4Drive DSG  convertita poi a doppia alimentazione benzina/metano.
Il modello nasce di serie con 300 CV, per questa occasione portato addirittura alla formidabile soglia dei 400 CV, abbinando performance e benefici ambientali .
La commutazione da un carburante all’altro può essere gestita autonomamente dal sistema elettronico oppure manualmente dal conducente tramite un selettore posto sul cruscotto e dal quale è possibile avere l’informazione del livello di metano presente nei serbatoi.
Ma Snam non è nuova a questi progetti, una Bugatti EB110 GT alimentata a metano era già arrivata a 344,7 km/h  sul circuito di Nardò, un record di velocità mondiale assoluto per vetture stradali di serie.

Ecco le 3 bombole a metano che alimentano il super-suv!

Quindi si può fare!! Il metano è una valida alternativa. E non è più noioso, provare per credere



Un weekend di coccole in città, in auto con la Citroen C5 Aircross verso il Mandarin Oriental Milan

Non è il  momento di viaggi fuori porta, ne si prende atto ma non ci si scoraggia. Per i weekendieri impenitenti, per chi anche vicino casa non rinuncia a un pò di svago meritato, l’idea è quella di salire a bordo della nuova Citroen C5 Aircross ibrida plug-in e rifugiarsi in un luogo sicuro, confortevole ed esclusivo come il Mandarin Oriental  Milan, che proprio in questo periodo propone un’offerta molto attraente e consolatoria in un periodo di fermo forzato, per coloro che desiderano scoprire o riscoprire Milano in maniera lenta, rilassata, soggiornando in uno dei suoi hotel più rappresentativi in completo relax, come in vacanza.

Citroen C5 Aircross ibrida plug-in

La Casa del Double Chevron punta a conquistare un pubblico attento all’ambiente e alla mobilità sostenibile con la nuova Citroen C5 Aircross ibrida plug-in, ammiraglia a ruote alte che si presenta come perfetta Weekend Car in grado di accontentare i gusti e le esigenze più disparate, comprese quelle femminili.

Rassicurante e comoda nei viaggi

Il SUV francese sfggia un design originale che mescola forme arrotondate e rassicuranti, inoltre il suo
baricentro rialzato facilita la guida nei centri urbani. La presenza del nuovo sistema di sospensioni con“smorzatori idraulici” permette di viaggiare nel comfort, inoltre il suo abitacolo spazioso – forte di un passo di ben 2,72 metri – permette di ospitare comodamente cinque persone adulte e i loro relativi bagagli che vengono stivati in un baule che spazia da 580 litri fino a 1.630 litri con i sedili abbattuti. Come se non bastasse, gli interni sono molto luminosi grazie anche alla presenza del tetto apribile panoramico. Gli interni, eleganti e raffinati, hanno il distintivo design Citroen che gioca sui contrasti cromatici.

 

Interni eleganti e tecnologici

Anche i materiali e gli assemblaggi sono degni di nota, con la plancia che vanta un aspetto robusto ed è caratterizzata da uno sviluppo orizzontale, in cui è ben incastonato il display da 8 pollici che permette di controllare numerose funzioni, a partire dalla climatizzazione, passando per la navigazione GPS e fino ad arrivare alla connettività per smartphone. Il guidatore può inoltre apprezzare una sofisticata strumentazione 100% digitale che può essere configurata nella grafica.
Un cuore “Green” ricaricabile alla spina. La Citroen C5 Aircross ibrida plug-in è spinta da un powertrain ibrido ricaricabile, capace di erogare una potenza complessiva di 225 CV, offrendo un perfetto mix di tecnologia e prestazioni dinamiche. La vetturavanta quindi una grande versatilità di utilizzo che permette di sfruttare una modalità 100% elettrica con 55
km di autonomia a zero emissioni per una velocità massima di 135 km/h. Se si devono affrontare lunghi viaggi si può contare sul motore termico, mentre per una guida efficiente si possono combinare i vantaggi delle due motorizzazioni.

Mandarin Oriental, Milan

Mandarin Oriental, Milan ha ideato ‘Staycation by M.O.’

La nuova offerta rivolta anche agli stessi Milanesi che desiderano sentirsi a casa ed essere coccolati dal servizio a 5 stelle Mandarin Oriental Milan, propone un credito di 100 EUR al giorno per chi prenota una camera, e di 200 EUR per chi sceglie invece un’esperienza in suite, da utilizzare presso il ristorante Seta, il Mandarin Bar & Bistrot e nella Spa .

Inoltre il Mandarin Oriental, Milan accoglie gli ospiti garantendo  early check-in e late check-out, proprio come una casa, affinché l’home feeling sia alla base di questa esperienza di soggiorno. Nessun orario prestabilito, così da rilassarsi sin dall’arrivo.

Il Ristorante Seta

Trascorrere una notte al Mandarin Oriental, Milan vuol dire anche lasciarsi trasportare dal viaggio gastronomico del ristorante Seta, 2** Michelin, guidato saldamente dall’Executive  Chef Antonio Guida. Dalla propria camera, basta scendere al piano terra per poter provare uno dei suoi percorsi culinari gourmet.

Ogni momento della giornata è poi perfetto per trascorrere una sosta piacevole presso il Mandarin Bar & Bistrot, cuore pulsante dell’hotel: dalla prima colazione al tè del pomeriggio, dalla cena e soprattutto al dopocena, in tutta tranquillità.

La Spa

Per chi desidera rilassarsi, la Spa at Mandarin Oriental, Milan, 900 mq di benessere nel cuore della città, offre una piscina riscaldata  e un’ampia varietà di trattamenti, molti dei quali di ispirazione orientale, ideale per rigenerarsi.

 Mandarin Oriental, Milan ha riaperto le sue porte soprattutto  garantendo alti standard di salute e sicurezza sia nelle aree dedicate agli ospiti che nelle zone riservate ai dipendenti. L’hotel segue scrupolosamente le direttive delle autorità sanitarie e governative locali e i protocolli Mandarin Oriental Hotel Group con il programma We Care.

 L’offerta Staycation by M.O. :

  • Frutta o cioccolatini all’arrivo in camera
  • Credito giornaliero di 100 EUR prenotando una camera o 200 EUR prenotando una suite
  • Prima colazione presso il Mandarin Bar & Bistrot
  • Check-in anticipato & Check-out posticipato
  • Parcheggio in loco gratuito

In Valigia…

Moose Knuckles, il brand canadese di luxury performance outerwear, presenta Wool, la collezione di capispalla in lana adatti sia per i momenti più formali che per uno stile urban adatto al nostro weekend in the city. Resistenti all’acqua e al vento e completi di cerniere in YKK metalux, i capi della nuova linea sono caratterizzati da finiture in pelliccia, dettagli in pelle e gilet down filler.

 

“Holidays”La collezione Oséree Resort 2021 rievoca un viaggio negli eleganti anni ’90, dove i party erano alla ribalta.Una donna femminile ed elegante, sempre pronta ad attirare l’attenzione con lurex e gemme. Perfetta per “brillare” durante le vacanze lunghe o brevi di questo periodo prefestivo…

Nel Beauty…

Susanne Kaufmann

Per un weekend relax in una ottima spa cittadina, non può mancare nel beauty case un Home Spa Box, magari  quella proposta da  Susanne Kaufmann, racchiusa in un prezioso kit homecare. Prodotti coccola per il corpo e una maschera viso idratante nutrono la pelle, consentendole di continuare ad affrontare indenne la stagione invernale. Home Spa Box contiene:

  • Foot Cream Warming, crema riscaldante per i piedi.
  • Hand Cream Nourishing, crema mani nutriente
  • St John’s Wort Bath Calming, polvere che, sciolta nella vasca, lascia la pelle soffice e vellutata.
  • Firming Oil, miscrla di olio di melograno, olio di semi di miglio e olio di jojoba, è un prodotto altamente rigenerante elaborato per rafforzare la resilienza cutanea e rendere la pelle più levigata.
  • Body Butter, burro nutriente per il corpo ad azione intensiva con formula naturale al 100%, per un trattamento nutriente di lunga durata.
  • Moisturizing Mask, una maschera altamente idratante ad effetto immediato che dona luminosità alla pelle.

 

I nuovi lip balm & Other Stories

Indispensabili sempre nel nostro beauty,  gli emollienti labbra sono un piccolo salva giornata invernale. La nuovissima linea beauty vegana del brand & Other Stories , include il balsamo labbra,  registrato presso la Vegan Society, contraddistinto da un’elevata percentuale di ingredienti di origine naturale e confezionato in un flacone di plastica riciclata certificata PCR.