La Casa dei Nonni: il Glamping sotto una tenda di stelle

Questa settimana, nella nostra rubrica outdoor dedicata ai glamping e alle strutture premium dedicate al turismo in libertà, vogliamo parlare, anzi “raccontare” di un posto speciale chiamato “La Casa dei Nonni” che rappresenta molto di più di un semplice B&B o Glamping alla moda.

Tramonto in tenda

La storia inizia con una donna cresciuta in Puglia che si innamora di un uomo cresciuto nelle Marche. La donna conosce le colline fermane e se ne innamora a sua volta. Diventa mamma di due bimbi e li educa con amore e passione assecondando le loro inclinazioni. Un giorno pensa che accogliere altra gente in una casa creata su misura per gli ospiti può servire per far conoscere la bellezza dei borghi e dei variopinti paesaggi marchigiani.

Ma non solo una struttura ricettiva: un bel luogo di incontro e di creatività, di voglia di pensare e di divertirsi o arrabbiarsi. È l’anno 2002. Ristruttura una parte del casolare di campagna di fine ‘700 dove vivono i suoceri mantenendo inalterata la struttura originaria: travi in legno, pianelle, pietre a vista…

Viene ripensata l’organizzazione degli spazi interni e le stanze vengono dedicate a pittori marchigiani contemporanei: così quella che prima era la cucina diventa l’ingresso, la soffitta ora ospita la Stanza Athos Sanchini e la Stanza Sandro Pazzi, l’originaria stanza da letto è stata ingrandita e ora è la Stanza Sandro Trotti. Quelle che erano le stalle diventano un luogo fresco dove passare le estati più calde.

La donna, insegnante, mamma e moglie, dopo aver affrontato una grave malattia, è costretta troppo presto a lasciare la sua famiglia. Sale su una Stella, la stellina, e da lì continua a seguire i lavori e a custodire i suoi cari. Il figlio Luigi insieme a me, inaugura l’apertura del B&B La Casa dei Nonni l’11 Giugno 2006, giorno del compleanno della mamma.

Nel 2007 nasce un bimbo, il nostro bimbo, che in quegli spazi passa le sue calde estati affondando le mani nella terra dei nonni e dei bisnonni, vantandosi della sua bicicletta, incrociando altri bimbi, gustando dolci appena sfornati, vedendo valigie andare e venire, strette di mano e sorrisi, tanti sorrisi.

La casa dei nonni

Nel 2012 nasce, in un pomeriggio fresco di un’estate di fuoco, una bimba, la nostra bimba. Decide di nascere in casa, proprio lì alla Casa dei Nonni, perché vuole portare sempre con sé impressa l’Esperienza di una nascita senza azioni superflue, in un posto sospeso nel tempo e nel verde, mentre fuori il tramonto del sole si colora di sfumature “rosaranciate”.

Il 30 aprile 2013 una gigante stella cadente con una scia luminosissima ci saluta da lassù. Un sorriso in cielo.

[Fonte: lacasadeinonni.org/it/unanotteinsolita.html]

B&B La casa dei nonni

  • Indirizzo: Contrada Madonna di Loreto, 20 – 63841 Monteleone di Fermo (AP)
  • Tel (+39)3474863464 –
  • Email info@lacasadeinonni.org
  • Sito web: http://www.lacasadeinonni.org/

Come arrivare in Auto

Da Milano:

  • Seguire A1, E45 e A14 – Autostrada Adriatica fino a Porto Sant’Elpidio. Prendi l’uscita Porto Sant’Elpidio da A14 – Autostrada Adriatica/A14.
  • Successivamente prendere la Strada Provinciale 11/Strada Provinciale Paludi, Strada Lungotenna, SP Lungo Tenna, Strada Provinciale 157… e Via Ete in direzione di Contrada Madonna di Loreto a Monteleone di fermo.

Da Roma:

  • Seguire A24 e A14 – Autostrada Adriatica/A14 fino a Fermo. Prendi l’uscita Fermo-Porto S. Giorgio da A14 – Autostrada Adriatica/A14.
  • Successivamente seguire la Strada Provinciale 87, Strada Provinciale Val d’Ete Vivo/SP112 e Via Ete in direzione di Contrada Madonna di Loreto a Monteleone di fermo

 




Opel Mokka e compact SUV: ecco le nuove tendenze dei Millenials e Zoomer

La Redazione di Weekend Premium, sempre attenta alle nuove tendenze della moda e del mercato, ha deciso di focalizzare la propria attenzione sulle ultime inclinazioni dei giovani per quanto riguarda gli spostamenti quotidiani. A conti fatti, l’automobile si conferma come il veicolo preferito dai “giovani” (Millennials e Zoomer) per ogni tipo di spostamento, che sia per studio o lavoro, oppure per divertimento.

Le nuove generazioni guidano oggi vetture diesel o a benzina, ma “sognano” una vettura elettrificata

Le nuove generazioni guidano oggi vetture diesel o a benzina, ma “sognano” una vettura elettrificata, possibilmente con un costo inferiore a 20mila euro. Il passaggio in concessionaria viene ancora considerato uno step necessario per testare la vettura e solo successivamente procedere all’acquisto. Si conferma la propensione per le formule di sharing e di noleggio a lungo termine che consentono di liberarsi dalle complicazioni della proprietà e di risparmiare risorse. La vettura ideale per i giovani dovrebbe inoltre essere spaziosa e versatile, ma nello stesso tempo non deve vantare dimensioni troppo esagerate, così da essere maneggevole anche nel traffico più congestionato. Questa formula si potrebbe tradurre con due sole parole, ovvero “compact SUV”. Un esempio di questo tipo viene incarnato perfettamente dalla nuova generazione della Opel Mokka, che risulta compatta, accattivante, divertente e soprattutto proposta con motori a benzina, diesel e 100% elettrico.

Opel Mokka: il compact SUV dedicato a Millennials e Zoomer

La versione 100% elettrica Opel Mokka-e risulta equipaggiata con un’unità da 136 CV

Le caratteristiche precedentemente citate sono state messe in evidenza dalla nuova instant survey “Millennials e Zoomer quale è il loro rapporto con l’auto e la mobilità”, condotta da Areté (azienda leader nella consulenza strategica) nel mese di febbraio per indagare sul campo come la pandemia stia modificando i consumi di mobilità delle generazioni “Y” (i nati tra il 1981 e il 1995, i cosiddetti Millenials) e “Z” (nati dopo il 1995, cosiddetti Zoomer).

Noi di Weekend Premium abbiamo identificato queste caratteristiche in un modello con le carte in regola per sbancare l’agguerrita concorrenza, ovvero la già citata, proposta con motori a benzina, diesel e 100% elettrico. La nuova Opel Mokka 2020 rappresenta il non plus ultra dei SUV di segmento B: il corpo vettura compatto nasconde un abitacolo spazioso, non mancano inoltre tecnologie all’avanguardia e una gamma di motori completa che comprende anche una versione 100% elettrica. La vettura sfoggia uno stile deciso e moderno – caratteristica imprescindibile per Millennials e Zoomer – che può essere ampiamente personalizzato con accostamenti cromatici di sicuro effetto, tra cui alcune livree bicolore.

l’autonomia di esercizio che può raggiungere i 322 km con una sola carica di energia.

Nonostante sia lungo appena 4,15 metri, questo compact SUV può contare su un abitacolo ancora più spazioso rispetto alla versione che sostituisce. Questa caratteristica rende possibile organizzare un viaggio con la famiglia o un’uscita con le amiche per un aperitivo, andare a teatro o fare shopping in centro, ovviamente nella massima comodità. Il compact SUV della Casa del Fulmine vanta anche un bagagliaio particolarmente ampio da 350 litri che permette di stivare pacchi e pacchetti di qualsiasi dimensione. Le già citate dimensioni esterne compatte e il suo ampio raggio di sterzata offrono al Mokka un’agilità nel traffico urbano senza precedenti, inoltre la presenza dei sensori di parcheggio e della telecamera posteriore rende le operazioni di sosta un gioco da ragazzi.

Il giusto compagno di viaggio per il weekend

Il compact SUV della Casa del Fulmine vanta anche un bagagliaio particolarmente ampio da 350 litri

La vettura si sente a suo agio anche in autostrada e nelle gite fuori porta, perché può contare su una gamma propulsori diesel e benzina affidabili e parchi nei consumi, con potenze comprese tra i 100 e i 130 CV. Chi desidera una vettura in grado di offrire zero emissioni può invece puntare sulla nuova versione 100% elettrica Opel Mokka-e, equipaggiata con un’unità da 136 CV in grado di offrire prestazioni entusiasmanti. Interessante anche l’autonomia di esercizio che può raggiungere i 322 km con una sola carica di energia.

Prezzi della Opel Mokka da 22.200 euro, Mokka-e 100% elettrica da 35.250 euro.




Nuovo Ford F-150 Raptor: la belva dell’off-road

La nuova generazione del Ford F-150, il pick-up più famoso e più venduto in America, si arricchisce di una nuova versione EXTREME capace di entrare dalla porta principale nell’omonima e suggestiva rubrica targata WEEKEND PREMIUM. Stiamo parlando del nuovo e poderoso Ford F-150 Raptor, versione super vitaminizzata ed inarrestabile del celebre pick-up yankee.

Oggi un V6 biturbo e domani… un V8

Il nuovo F-150 Raptor sfrutta pneumatici BFGoodrich All-Terrain T / A KO2 da 35 o 37 pollici

Sotto al cofano batte l’ultima evoluzione del propulsore EcoBoost biturbo da 3,5 litri con rapporto di compressione 10,5:1. Questa unità è stata equipaggiata con nuove ventole ad alta potenza per garantire l miglior raffreddamento durante l’uso intenso di fuoristrada. Al momento, il Costruttore americano non ha dichiarato la potenza e la coppia massima (trasferita in base alla richiesta sull’assale anteriore da un ripartitore attivo) che esprime il propulsore, ma ricordiamo che la precedente generazione offriva ben 450 CV, gestiti dalla trasmissione automatica a 10 rapporti.

I tecnologici interni del Raptor

Come se non bastasse, la Casa dell’Ovale blu ha dichiarato che nel 2022 verrà lanciato anche il Ford F-150 Raptor R, equipaggiato niente di meno che da un poderoso V8. Quest scelta è stata fatta molto probabilmente per contrastare il Ram 1500 TRX in grado di sviluppare la belelzza di 700 CV.

Inarrestabile su tutti i terreni

Raptor
Il Raptor è spinto dal poderoso EcoBoost V6 biturbo da 3,5 litri

Il nuovo F-150 Raptor sfrutta pneumatici BFGoodrich All-Terrain T / A KO2 da 35 o 37 pollici. A seconda della scelta, cambiano ovviamente i parametri degli angoli caratteristici in fuoristrada.  Con le ruote più piccole angolo di attacco di 31°, un angolo di partenza di 23,9° e un angolo di spoglia di 22,7° mentre con quelle più grandi i valori sono: 33,1°, 24,9° e 24,4°.

Ricordiamo inoltre che sono stati adottati ammortizzatori in alluminio anodizzato a controllo elettronico FOX con tecnologia Live Valve. In questo modo vengono assorbiti al meglio i salti e le sollecitazioni in off-road.  Questo perché gli ammortizzatori sono in grado di variare lo smorzamento 500 volte al secondo.

 

 




I fuoristrada 4X4 piú interessanti del 2021 per i vostri weekend EXTREME

In occasione dell’Inverno, periodo in cui le condizioni climatiche rendono i nostri viaggi in auto più complicati, sembra arrivato il momento adatto per fare il punto sui fuoristrada 4X4 piú interessanti del 2021 che potranno accompagnarci – appena sarà possibile – durante Weekend premium indimenticabili.

Le condizioni climatiche avverse – caratterizzate dalla presenza di pioggia, ghiaccio e neve – pregiudicano la tenuta di strada della maggior parte delle automobili, ad eccezione degli inarrestabili fuoristrada, in grado di portarci praticamente in ogni luogo desiderato

Di seguito troverete una carrellata formata dai 7 fuoristrada più validi ed interessanti proposti dal mercato automotive:

 

  •    Ford F-150 Raptor
  •    Land Rover Defender Works V8 Trophy
  •    Mercedes Classe G
  •    Nissan Navara
  •    Toyota Land Cruiser
  •    Ram 1500 TRX   
  •    Jeep Wrangler
  •    Land Rover Defender

Ford F-150 Raptor

Il nuovo F-150 Raptor sfrutta pneumatici BFGoodrich All-Terrain T / A KO2 da 35 o 37 pollici

La nuova generazione del Ford F-150, il pick-up più famoso e più venduto in America, si arricchisce di una nuova versione EXTREME capace di entrare dalla porta principale nell’omonima e suggestiva rubrica targata WEEKEND PREMIUM. Stiamo parlando del nuovo e poderoso Ford F-150 Raptor, versione super vitaminizzata ed inarrestabile del celebre pick-up yankee.

Sotto al cofano batte l’ultima evoluzione del propulsore EcoBoost biturbo da 3,5 litri con rapporto di compressione 10,5:1. Questa unità è stata equipaggiata con nuove ventole ad alta potenza per garantire l miglior raffreddamento durante l’uso intenso di fuoristrada. Al momento, il Costruttore americano non ha dichiarato la potenza e la coppia massima (trasferita in base alla richiesta sull’assale anteriore da un ripartitore attivo) che esprime il propulsore, ma ricordiamo che la precedente generazione offriva ben 450 CV, gestiti dalla trasmissione automatica a 10 rapporti.

Come se non bastasse, la Casa dell’Ovale blu ha dichiarato che nel 2022 verrà lanciato anche il Ford F-150 Raptor R, equipaggiato niente di meno che da un poderoso V8. Quest scelta è stata fatta molto probabilmente per contrastare il Ram 1500 TRX in grado di sviluppare la belelzza di 700 CV.

Land Rover Defender Works V8 Trophy

_Classic_Trophy_1

Land Rover Classic prosegue nel solco della formidabile tradizione d’avventura della Defender originale con un’edizione limitata della Defender Works V8 Trophy, completamente equipaggiata all-terrain per una competizione esclusiva presso il castello di Eastnor, nel 2021.

Riprogettata partendo dalle specifiche della Defender Works V8 del 2012-2016, l’edizione speciale di Land Rover Classic monta un 5 litri V8 benzina da 405 CV e 515 Nm, trasmissione ZF automatica ad 8 rapporti, freni sospensioni e sterzo migliorati ed una vasta gamma di accessori per l’off-road. I venticinque esemplari della Defender Works V8 Trophy in versione 90 e 110 sfoggeranno una livrea esclusiva Eastnor Yellow e cerchi in acciaio da 16″ in tinta. Gli archi passaruota, il cofano e il portellone sono in tinta a contrasto Narvik Black. I veicoli sono inoltre equipaggiati con fari LED, griglia Heritage, distintivi Land Rover Trophy e grafica della partecipazione all’evento personalizzata per ciascun cliente.

La Land Rover Defender Works V8 Trophy è preparata per affrontare le più difficili sfide di resistenza. L’equipaggiamento all-terrain comprende un verricello anteriore, roll-cage multi-point, portapacchi da tetto, protezione sottoscocca, bullbar ad A, snorkel, fari ausiliari LED e pneumatici mud-terrain.

Mercedes Classe G

La seconda generazione della Mercedes Classe G rappresenta uno dei pochi veri fuoristrada caratterizzato da finiture lussuose degne di una ammiraglia. Il Look rude e squadrato della vettura richiama la prima serie di questo iconico modello, ma osservando con attenzione è possibile notare che si tratta di un’auto completamente nuova, a partire dai tecnologici proiettori a LED.

L’abitacolo è un perfetto mix tra lusso e tecnologica: la plancia è dominata da due grandi display (optional) appaiati tra loro dedicati rispettivamente alla strumentazione digitale e al sofisticato sistema di infotainment MBUX dotato di intelligenza artificiale. Inserti e rivestimenti in pelle sono di altissima qualità e rispetto l’anima premium della vettura.

abitacolo del fuoristrada Mercedes Benz Classe G

Come abbiamo accennato in precedenza, la Classe G è un vero fuoristrada: non manca il telaio a longheroni e traverse, i tre differenziali autobloccanti e le marce ridotte. L’altezza da terra è pari a 270 mm e la profondità di guado 70 cm, 10 in più rispetto alla precedente serie. L’inclinazione massima è di 35°, l’angolo di rampa 26°, l’angolo di attacco 31° e l’angolo di uscita 30°. La gamma propulsori comprende unità diesel e benzina con potenze fino a 571 CV, tra cui anche la versione più sportiva Mercedes-AMG G63. I prezzi di listino partono da 104.780 euro.

 

Nissan Navara

Nissan Navarra

Tra i pick-up più gettonati dell’intero globo troviamo il Nissan Navara, inarrestabile 4×4 distribuito in numerosi mercati internazionali (in America è conosciuto con il nome di Frontier), apprezzato per le sue doti fuoristradistiche e di carico. Il celebre pickup, che ha supera i 30 anni in ottima forma, è stato recentemente rinnovato sia nell’estetica che nella dotazione tecnologica, offre inoltre una gamma di motori decisamente prestazionali.

Il nuovo Navara sarà distribuito anche nella nuova versione PRO-4X, rivolta agli amanti dell’avventura e della guida in off road. Questa variante si distingue per il paraurti anteriore con dettagli arancioni e altri dettagli in nero lucido come portapacchi e cerchi in lega da 17 pollici, avvolti da pneumatici specifici per il fuoristrada.

L'interno di Nissan Navara

Studiato per assolvere gravose incombenze lavorative, ma anche per essere il compagno ideale nel tempo libero, il nuovo Navara può contare su un assale posteriore rinforzato, una migliore capacità di carico coadiuvata dal volume del pianale aggiuntivo e sull’inedito gradino integrato nel paraurti posteriore. Per il momento la Casa nipponica non ha diffuso informazioni sulla gamma di propulsori che comunque dovrebbe comprendere unità sia diesel che benzina, tutti sovralimentati.

Toyota Land Cruiser

toyota land cruiser

Con una tradizione nell’off-road di quasi 70 anni, l’iconico Toyota Land Cruiser rimane unico nel suo segmento per la sua capacità di combinare qualità, durata e affidabilità eccezionali con prestazioni off-road senza pari e livelli sempre maggiori di lusso, comfort degli occupanti e senso di prestigio.

Disponibile in più di 190 Paesi in tutto il mondo – un numero ineguagliato dagli altri modelli Toyota esistenti – l’impareggiabile abilità del Land Cruiser nel fuoristrada gli ha fatto guadagnare una solida reputazione come uno dei 4×4 più resistenti e affidabili e lo ha reso leader di vendita in numerosi Paesi europei.

L’aggiornamento del Land Cruiser migliora ulteriormente questa reputazione con un motore diesel da 2.8 litri più potente, l’adozione della tecnologia Stop & Start, gli aggiornamenti sia del sistema multimediale che del pacchetto di sicurezza attiva Toyota Safety Sense e l’aggiunta alla gamma di uno speciale Black Pack con elementi stilistici unici.

l collaudato motore diesel da 2.8 litri, 4 cilindri, DOHC, 16 valvole, common rail, beneficia di un aumento sia della potenza che della coppia. La potenza massima è stata aumentata di 27 CV e raggiunge oggi i 204 CV a 3000-3400 giri/min, e la coppia massima è aumentata di 50 Nm arrivando a 500 Nm tra i 1600 e i 2800 giri/min.

Abbinato ad un cambio automatico a 6 velocità, questo dà al Land Cruiser una velocità massima di 175 km/h e abbassa il suo tempo di accelerazione da 0-100 km/h a 9,9 secondi – un miglioramento di 3 secondi netti rispetto alla versione precedente.

Ram 1500 TRX

ram

agli Stati Uniti, patria indiscussa del pick-up oversize e più esagerati, arriva una novità senza precedenti in grado di lasciare il segno nella storia dell’automotive: stiamo parlando dell’inedito Ram 1500 TRX, ovvero il pick-up più potente e prestazionale dell’intero globo. Il Ram 1500 TRX è quindi pronto a scalzare l’iconico Ford F-150 Raptor, fino ad oggi considerato il pick-up di serie più potente del mondo, grazie ad un motore da ben 450 CV. Il sorpasso tra i due off-road cassonati sembra più che evidente, infatti il nuovo TRX vanta una potenza maggiore di oltre 260 CV, ricordiamo infatti che il Ram 1500 TRX raggiunge quota 712 CV.

Il merito di questo primato va al portentoso propulsore V8 HEMI da 6.2 sovralimentato con compressore volumetrico, in grado di scaricare sulla trazione integrale ben 712 CV e addirittura 880 Nm di coppia massima, il tutto gestito da un cambio automatico TorqueFlite a 8 rapporti. Secondo i dati diffusi dal Costruttore, il Ram 1500 TRX brucia lo scatto da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi e raggiunge una velocità massima di 190 km/h, autolimitata. Come se non bastasse, questo incredibile veicolo riesce offre una capacità di guado di oltre 80 cm che gli consente di attraversare corsi d’acqua molto profondi, senza dimenticare che il carico consentito arriva fino ad un massimo di quasi 600 kg.

ram interni

L’assetto sfrutta bracci d’alluminio e ammortizzatori a controllo elettronico, inoltre l’escursione delle sospensioni è di ben 33 cm all’anteriore e di 35,5 al posteriore. Il Costruttore si affidato alla Goodyear per realizzare pneumatici specifici modello Wrangler Territory che misurano 325/65 R18 e vantano un diametro da 35 pollici. Tutte queste caratteristiche si uniscono infine ad un angolo di attracco pari 30,2 d’uscita di 23,5 e di dosso di 21,9 con un’altezza da terra di 30 cm.

Jeep Wrangler

Jeep Wrangler rossa in posa

Se c’è un fuoristrada che rappresenta più di tutti il mondo degli off-road duri e puri, quello è certamente l’iconico Jeep Wrangler, aggiornato nel 2018 e affiancato anche da una versione pick-up battezzata Gladiator.

Gli allestimenti Sport e Sahara, quelli più “civili”, utilizzano il sistema di trazione integrale Command-Trac. Esso prevede quattro modalità di guida. La coppia può essere ripartita sulle sole ruote posteriori (è la modalità per normale uso stradale), su tutte le ruote automaticamente quando serve, su tutte le ruote part-time, oppure sulle quattro ruote con marce ridotte. Si può passare anche in movimento dalla modalità 2WD alla 4WD, fino a 72 Km/h, grazie alla funzione Shift on the fly. A richiesta si può avere il differenziale posteriore a slittamento limitato.

L’allestimento Rubicon, tradizionalmente il più “selvaggio”, usa il sistema Rock-Trac. Alle caratteristiche sopra descritte aggiunge specifici rapporti per il cambio, in particolare sulle marce ridotte, calibrati per il fuoristrada estremo. Ci sono anche i bloccaggi elettrici ai differenziali. Differente anche la taratura delle sospensioni. Per i fuoristradisti tosti indichiamo le misure legate all’offroad, riferite alla Wrangler Rubicon a tre porte: altezza da terra 250 mm, profondità di guado 760 mm, angolo di attacco 36,4°, angolo di uscita 30,8°, angolo di dosso 25,8°.

L'abitacolo spartano di Jeep Wrangler

La gamma motori della Jeep Wrangler 2018 guadagna, oltre al V6 Pentastar 3.6 aspirato, due nuove unità turbo a quattro cilindri. Il diesel Multijet II 2.2 ha 200 cavalli e una coppia di 450 Newton metri, oltre al filtro SCR per ridurre le emissioni di NOx. Il propulsore a benzina 2.0 ha 272 cavalli e 400 Nm di coppia. Entrambi i motori sono abbinati ad un nuovo cambio automatico ad otto marce, ottimizzato per l’uso in fuoristrada.

 

Land Rover Defender

Con l’arrivo sul mercato italiano della nuova Land Rover Defender si rinnova un mito inossidabile lungo più di 70 anni che ha visto il fuoristrada Land Rover solcare le strade e i percorsi più impervi dei luoghi più inaccessibili dell’intero globo. Non è infatti un caso che la Defender venga utilizzata da eserciti, forze di polizia e unità di soccorso di mezzo mondo, compresi quelli del nostro paese.

Con la trazione integrale permanente, la trasmissione a due gamme di velocità, la capacità di traino massima di 3.500 kg e il carico statico massimo sul tetto di 300 kg, la Defender è la compagna ideale di ogni avventura.

La nuova Defender sarà disponibile in un primo momento nelle varianti di lunghezza denominate: 90, 110 e 130, inoltre potrà contare su una gamma di propulsori decisamente completa caratterizzata dalla presenza di unità diesel e benzina, a cui si aggiungerà quest’anno anche una versione ibrida Plug-in (PHEV), capace di garantire una marcia silenziosa con la sola propulsione elettrica.

Stiamo parlando del primo modello della Casa inglese a sfruttare il Configurable Terrain Response, capace di tarare le regolazioni del veicolo regolandole per il tipo di terreno scelto. Il nuovo programma Wade permette inoltre di attraversare strade e piste allagate senza nessun minimo problema. La profondità massima di guado della Defender è infatti di ben 900 mm.

Scopri la nostra prova di Land Rover Defender in un weekend tra Roma e l’Argentario.

 




Il Camper più grande del Mondo? Ecco il Motorhome a due piani di Will Smith

Nella Rubrica Outdoor di Weekend Premium se ne sono viste di tutti i colori, ma un camper così grande da sembrare un palazzo su ruote è davvero una novità da lasciare a bocca aperta. Stiamo parlando dell’incredibile Motorhome del celebre attore americano Will Smith, costato la bellezza di oltre 2,5 milioni di dollari.

Alto due piani e dotato di garage per parcheggiare bolidi all’ultimo grido, Il Motorhome di Will Smith offre lusso e opulenza da vendere. Schiacciando un semplice pulsante è possibile accedere a questo veicolo extra-lusso dotato di ogni confort e gadget tecnologico.

Motorhome
Massimo lusso e opulenza negli interni

Tra le varie stanze che caratterizzano il Camper Motorhome di Will Smith troviamo una enorme cucina abitabili dotata di frigo, forno, fuochi e tutto il necessario per pranzi luculliani. Non manca una immensa sala di proiezione capace di ospitare fino a 30 persone. E poi ancora bagni con doccia idromassaggio, televisori ultra piatti a scomparsa e console per videogame che permettono di far giocare tutta la famiglia. Il camper è infatti dotato di una fantastica collezione di 14 schermi TV. Questi ultimi risultano nstallati in ogni angolo del Motorhome e posson con la semplice pressione di un pulsante.

Non manca ovviamente una sala Cinema

Come accennato in precedenza, in questo speciale camper trova posto anche un comodo box auto dotato di apertura automatica in grado di ospitare una supercar da utilizzare per visitare e scoprire i luoghi più belli e suggestivi.

Siamo sicuri che con una casa su ruote così grande la numerosa famiglia di Will Smith troverà sicuramente modo di divertirsi. Sopratutto quando all’interno si trova uno degli attori più divertente e prolifico di tutta Holliwood.




Terra Wind: il camper di lusso che viaggia su strada e naviga come uno yacht

Chi tra gli amanti dei viaggi “on the road” non ha mai sognato di poter esplorare nuovi posti e vivere Weekend Premium emozionanti con il proprio camper, non solo sulla terra ferma, ma anche tra i flutti di mari e oceani? Se siete tra queste persone, la nostra Redazione ha trovato per voi una soluzione a dir poco sbalorditiva battezzata Terra Wind.

Per terra e per mare

Questo camper di lusso si presenta come un Motorhome anfibio

Questo camper di lusso chiamato Terra Wind si presenta come un Motorhome anfibio in grado di viaggiare sia su strade aperte al pubblico, ad una velocità massima di 130 km/h che in acqua, raggiungendo una velocità di crociera di 7 nodi.

Confort da Hotel 5 stelle

Non manca un letto king size dove riposare dopo un lungo viaggio.

Come accennato in precedenza, questo motorhome anfibio vanta ogni tipo di confort. L’ambiente interno sfoggia ripiani in granito, pavimenti in piastrelle di marmo e addirittura armadi in legno teak. C’è una lavatrice e asciugatrice, inoltre non manca una lavastoviglie e un ampio piano cottura abbinato ad un forno a microonde e ad un tritarifiuti. Poi c’è la sala living che include un lettore DVD a cinque dischi, un sistema di cinema surround e una TV al plasma da 42 pollici.

Un camper dal prezzo sbalorditivo

Non manca una lavastoviglie e un ampio piano cottura abbinato ad un forno a microonde.

L’incredibile bagno può invece contrare su una vasca idromassaggio e una doccia a grandezza naturale con otto getti massaggianti. Quando si vuole riposare ci si può ritirare nella camera padronale dove si trova un letto king-size e un’altar TV da 24 pollici con DVD, CD e VHS, il tutto impreziosito da un soffitto a specchio. Il prezzo per questa chicca è di ben 850mila dollari, ma questi soldi ben spesi vi permetteranno di viaggiare per terra e per mare nell’assoluto confort.




In anteprima a bordo della nuova e futuristica ammiraglia elettrica Tesla Model S 2021

Tesla si prepara nuovamente a rivoluzionare la mobilità del futuro con il lancio della rinnovata Tesla Model S 2021, aggiornamento dell’ormai celebre ammiraglia 100% elettrica della Casa americana, pronta ad entrare di diritto tra le Weekend Green Car per eccellenza.

Il volante sembra la cloche di un aereo

Model S
Il nuovo volante della Model S ricorda la cloche di un aereo.

La nuova Tesla Model S 2021 nasconde tante novità a dir poco sorprendenti, anche se probabilmente quella più di spicco si trova all’interno del suo abitacolo. Osservando quest’ultimo non si può far a meno di notare il nuovo volante che ricorda da vicino la Cloche di un aereo.

La mancanza di levette al volante, dedicate agli indicatori di direzione e al cambio, fa capire che si potranno effettuare queste operazioni esclusivamente con questa specie di cloche.

Come un Cinema o una sala giochi

Una panoramica dell’abiatcolo inquadrata atrtraverso il tetto trasparente dell’auto

Il secondo elemento che attira l’attenzione è senza dubbio l’enorme display centrale da 17 pollici e dalla forma quadrangolare che non risulta più verticale come il precedente, ma si sviluppa in senso orizzontale. Questo perché adesso questo display – forte di una risoluzione di fino a 2200×1300 pixel – permetterà di usufruire dei più svariati servizi multimediali, compresi gli abbonamenti TV in streaming, come Netflix e Amazon Prima, solo per citare i più celebri.  Il processore con fino a 10 teraflops di potenza permetterà anche un’esperienza di gaming all’interno dell’auto al pari delle più moderne consolle di oggi. La compatibilità con i controller wireless ti permette di giocare da qualunque sedile.

Tesla Model S
Le sedute posteriori della Model S

Ovviamente sfruttando il medesimo display sarà possibile gestire tutte le altre funzioni dell’auto, dalla navigazione satellitare, al sistema di guida semi autonomia “Autopilot”, passando per la climatizzazione e fino ad arrivare all’impianto audio, senza dimenticare la connettività per smartphone. Oltre la plancia, risultano rinnovati anche i sedili posteriori che ora risultano implementati con un ulteriore schermo dedicato all’infotainment, posizionato proprio di fronte a questi ultimi.

Novità decisamente di dettagli per gli esterni dell’auto, dove spiccano un paraurti anteriore leggermente ridisegnato, cerchi in lega di nuova concezione e qualche altra piccola novità.

Prestazioni da Hypercar e autonomia fino a 840 km

Tesla Model S
La nuova Model S sfoggia all’esterno novità di dettaglio

La gamma si apre con la Tesla Model S Long Range equipaggiata con due motori elettrici, forte di un’autonomia di 663 km, mentre le prestazioni velocistiche parlano di una velocità massima di 250 km/h e 3,2 secondi per scattare da 0 a 100 km/h.

Al posto della precedente versione “Performance” troveremo la Model S Plaid, spinta da 3 motori elettrici capaci di erogare 1.020 CV su tutte e quattro le ruote- Le prestazioni della vettura risultano a dir poco entusiasmanti: lo scatto da 0 a 100 km/h viene bruciato in soli 2,1 secondi, la velocità massima risulta pari a 325 km/h, mentre l’autonomia stimata è di 628 km. Al top della gamma invece si piazza la Plaid+ che può contare su un’autonomia estesa fino che supera gli 840 km con una carica, mentre le prestazioni risultano le medesime della Plaid.L’abitacolod ella nuova Tsla Model S Plaid

Prezzi della Tesla Model S

Per quanto riguarda i prezzi di listino, la Model S Long Range sarà offerta da 90.970 euro, la Plaid a 120.970 e la Plaid+ a 141.970 euro.

Rete di Ricarica Tesla Supercharger

I Tesla Supercharger in funzione

Uno dei punti di forza delle Tesla è la rete di ricarica elettrica specifica e ultra veloce battezzata Supercharger. Questa rete di infrastrutture che può contare su oltre 2.000 stazioni Supercharger e su ben 20.000 colonnine Supercharger, è stata concepita con l’obiettivo di dare ai proprietari di veicoli Tesla la libertà di viaggio a una frazione del costo della benzina. Tesla aggiorna periodicamente i prezzi per tenere conto delle variazioni dei costi di elettricità, costruzione e manutenzione a supporto della rete in rapida crescita.

I costi di ricarica sono approssimativi. La stima del costo di ricarica presume un costo per il Supercharger di 0.32 euro per chilowattora. Il costo della benzina presume 6.7 litri ogni 100 km a 1.40 euro al litro. L’efficienza dei veicoli è stata stimata in base allo standard sul consumo di carburante EPA. Il costo può variare in base alla posizione e alla configurazione del veicolo. A questi si aggiunge lo stato di usura e le condizioni della batteria,lo stile di guida e condizioni ambientali e climatiche.




Rivian R1T: arriva dagli USA il nuovo pick-up elettrico per Weekend EXTREME

La mobilità elettrica è senza dubbio il futuro, ovvero un cambiamento inevitabile che la Redazione di Weekend Premium ha annunciato e anticipato ormai da tempo. Senza nulla togliere al fascino dei motori termici, i powertrain a zero emissioni possono finalmente offrirci un futuro più “green”. Bisogna inoltre sottolineare che questo tipo di tecnologia sta venendo adottata anche da veicoli sportivi, divertenti, ma anche studiati per un uso lavorativo gravoso, come ad esempio i pick-up. Nella rubrica EXTREME di questa settimana vogliamo presentarvi proprio un super pick-up dal carattere estremo, ma nello stesso tempo equipaggiato con meccanica 100% elettrica: stiamo parlando del nuovo Rivian R1T, sviluppato da una startup americana e caratterizzato da prestazioni superlative.

Quanto costa?

Rivian R1T
Il Rivian R1T offre un’accelerazione da 0 a 60 miglia orarie (96 Km/h) in appena 3 secondi.

Le consegne del Rivian R1T partiranno in America dal giugno del 202. Le versioni disponibili saranno 3: Explore, Adventure e Launch Edition, con quest’ultima pronta a debuttare per prima. Rivian R1T parte da 67.500 dollari e Rivian R1S da 70.000 dollari.

Prestazioni superlative

Il Cockpit del Rivian RT1

Ad oggi non sono stati diffusi ufficialmente i dettagli tecnici di questo super pickup. Quel che è certo èche tutte le versioni sfrutteranno il medesimo powertrain composto da ben 4 propulsori elettrici installati ognuno su ogni ruota per fornire una trazione integrale elettrica. Secondo le prestazioni dichiarate, il Rivian R1T offrirà un’accelerazione da 0 a 60 miglia orarie (96 Km/h) in appena 3 secondi.

Autonomia fino a 640 km

In un primo momento il Rivian R1T verrà proposto in una versione con autonomia di ben 300 miglia (circa 480 km).

Al momento del lancio il Rivian R1T verrà proposto con un pacco di batterie a litio in grado di garantire un’autonomia di ben 300 miglia (circa 480 km). In un secondo momento debutterà una inedita variante dotata di accumulatori più sofisticati che potranno garantire un’autonomia di oltre 400 miglia (circa 640 km). Si aggiungerà inoltre un’ulteriore versione entry-level con autonomia di circa 400 km.

 




Mercedes EQA: il crossover elettrico sfida le Eco Weekend Car Mazda MX-30 e Volvo XC40 Recharge

Nella ventata di novità ecosostenibili, alcune delle quali possono essere considerate delle perfette Eco Weekend Car pronte ad accompagnarci alla scoperta di posti suggestivi, spicca la fiammante Mercedes EQA. L’inedito crossover 100% elettrico della Casa della Stella è pronta a sfidare nella panoramica di Weekend Premium di questa settimana altri due SUV a zero emissioni del calibro di Mazda MX-30 e Volvo XC40 Recharge. Ora non ci resta che scoprire le caratteristiche di queste 3 vetture amiche dell’ambiente e scegliere la nostra preferita.

Mercedes EQA

-mercedes-benz-eqa
la Mercedes EQA EQA si presenta come la nuova porta di accesso all’universo full electric di Mercedes-EQ

Ideale per un Weekend Premium a zero emissioni, la Mercedes EQA EQA si presenta come la nuova porta di accesso all’universo full electric di Mercedes-EQ. L’estetica che rimanda alla trazione elettrica testimonia il ‘modern luxury’ del marchio Mercedes-EQ. Sistemi di assistenza intelligenti sono al servizio del guidatore in modi diversi, ad esempio aiutandolo ad evitare incidenti o ad adottare una guida previdente e quindi particolarmente efficiente, o con la navigazione con Electric Intelligence.

A ciò si aggiungono funzioni uniche di Mercedes, come MBUX (Mercedes-Benz User Experience). La EQA fa parte della fortunata famiglia di compatte della Casa della Stella, come sottolinea lo stretto legame con GLA che porta con sé tutte le caratteristiche entusiasmanti di questo SUV e le combina con un’efficiente trazione elettrica. La EQA viene prodotta a Rastatt (Germania) e a Pechino (Cina) e sarà disponibile in concessionaria dalla primavera 2021.

Il crossover elettrico tedesco debutta con la versione EQA 250 che vanta una potenza di 190 CV e un’autonomia nel ciclo NEDC di 486 chilometri. La batteria agli ioni di litio a due livelli è posizionata come elemento strutturale nel sottoscocca dell’auto e ha un contenuto di energia di 66,5 kWh. Per garantire gli elevati standard del marchio in fatto di comfort acustico e vibrazionale, la trazione elettrica è stata disaccoppiata dagli organi meccanici del telaio e dalla carrozzeria, inoltre sono stati attuati numerosi interventi di isolamento.

I prezzi in Italia partono da di 41.139 euro (IVA esclusa), relativi alla versione EQA 250 SPORT, ponendosi quindi ben al di sotto dei 50.000 euro di valore soglia per usufruire dell’eco-bonus, e beneficiando così di un vantaggio che oscilla tra 10.000 e 6.000 euro, a seconda che l’acquisto avvenga con o senza rottamazione.

Perché comprarla

eqa
Un’immagine dell’abitacolo della Mercedes EQA

A facilitare l’utilizzo quotidiano contribuisce la navigazione di serie con Electric Intelligence, che calcola il percorso più veloce per arrivare a destinazione. Sulla base di simulazioni costanti dell’autonomia si prendono in considerazione le soste necessarie per la ricarica e molti altri fattori, come la topografia e le condizioni meteo. Il sistema è anche in grado di reagire in modo dinamico ai cambiamenti, ad esempio della situazione del traffico e del comportamento di guida personale.

Mazda MX-30

mazda-mx-30
la Mazda MX-30 si distingue per una elevata sicurezza offerta dagli ADAS inclusi nel pacchetto i-Activesense

la prima auto elettrica di serie di Mazda prende il nome di MX-30 e si rivela una delle più acerrime concorrenti della EQA. La vettura presenta un’evoluzione del famigerato Kodo Design secondo cui “Less is more”. Il particolare innovativo più evidente sono le porte “freestyle” che oltre a caratterizzare la silouhette del SUV facilitano la salita dei passeggeri.

l motore elettrico di Mazda Mx-30 è alimentato da batterie agli ioni di litio con capacità di 35,5 kWh offre un’autonomia dichiarata di 200 km nel ciclo combinato con rilevazione WLTP e 262 km nel ciclo urbano. Il motore a elettroni e-Skyactiv eroga 107  kW/145  CV  e  271  Nm  di  coppia massima.

Perché comprarla

mazda-mx-30
Un’immagine dell’abitacolo della Mazda MX-30

Oltre ad essere la più economica delle tre (prezzi da 34.358 euro), la Mazda MX-30 si distingue per una elevata sicurezza offerta dagli ADAS inclusi nel pacchetto i-Activesense. Tra questi troviamo il Road Keep Assis, il monitoraggio dell’angolo cieco degli specchietti e la frenata automatica. Il sistema G-Vectoring Control (GVC) agisce in manier aattiva sui freni. In questo modo vengono accentuati i trasferimenti di carico fra i due assi delle ruote per migliorare il modo in cui si affrontano le curve.

Volvo XC40 Recharge

xc40_recharge
La potenza complessiva offerta dalla XC40 Recharge di 408 CV e 660 Nm di coppia massima

La nuova Volvo XC40 Recharghe si presenta come la versione 100% elettrica del noto ed apprezzato SUV della Casa di Goteborg. Inoltre è il primo modello a zero emissioni del Costruttore svedese. La potenza complessiva è di 408 CV e 660 Nm di coppia massima. I due motori elettrici sono alimentato da un pacco di batterie a litio da 78 kWh che offrono un’autonomia di oltre 400 km. La batterie possono essere ricaricate in 7 ore e mezza con rete da 11 kW e in appena 40 minuti se si sfrutta la ricarica veloce da 150 kW. La vettura viene proposta con un listino che parte da 59.600 euro.

Perché comprarla

Gli interni della Volvo XC40 Recharge

Grazie ai suoi 400 CV di potenza, La XC40 eletrtica batte le altre due vetture in termini di prestazioni. Il sistema di infotainment abbandona il sistema operativo firmato Microsoft per abbracciare una piattaforma Android sviluppata da Google. Con questo nuovo sistema operativo è possibile scaricare le app che permettono di navigare, mandare messaggi, ascoltare musica in streaming e tanto altro ancora.




Glamping Canonici di San Marco, un magico Weekend Premium tra natura e cultura.

La passione per la Natura, per l’arredamento elegante e ricercato ma non convenzionale, l’amore per i viaggi, sono gli ingredienti che hanno dato vita al primo Glamping nato in Italia, ovvero il Glamping Canonici di San Marco.

Immerso nella natura, fuori dall’ordinario

lodge kaki
il Glamping Canonici di San Marco consente ai propri ospiti di immergersi completamente nella natura.

Situato a Mirano, nei pressi di Venezia, il Glamping offre ospitalità in lussuose tende inserite nel parco di una Barchessa seicentesca immersa nella quiete della campagna che si estende tra la Laguna Veneta ed il fiume Brenta dove i Dogi e le antiche e nobili famiglie veneziane avevano le loro dimore estive.

Glamping e dintorni

lodge-gelso-16
Esterno del Lodge Gelso

Nell’affascinante scenario agreste che lo circonda, fatto di alberi autoctoni e frutteti secolari, il Glamping Canonici di San Marco consente ai propri ospiti di immergersi completamente nella natura: Inq uesto modo è possibile ritrovare se stessi e nel medesimo tempo farsi coccolare un po’.

suite
La suite Bagolaro vista dall’esterno

Parliamo della base ideale per visitare le vicine città di Venezia, Treviso, Padova, Verona o località balneari come il famoso Lido di Venezia, Jesolo, Caorle o Sottomarina. Questo speciale Glamping rappresenta il rifugio ideale per un soggiorno culturale, eno-gastronomico, sportivo e mondano. Gli ospiti potranno ritrovare al ritorno dalle escursioni, quell’armonia segreta che solo il contatto con la Natura sa generare. E Glamping Canonici di San Marco rappresenta decisamente il posto ideale per chi cerca una vacanza “green”. Allo stesso temnpo gli ospiti non devono rinunciare ai comfort e al lusso discreto di un’elegante Lodge dal quale è possibile raggiungere Venezia in 20 minuti senza dover usare l’automobile.

Informazioni utili

Glamping Canonici di San Marco

Indirizzo Via Accopè Fratte 14 – 30035 MIRANO – Venezia

Telefono: +39 340 751 3727

Sito web: https://www.glampingcanonici.com/




Peugeot Boxer 4×4 Concept: inarrestabile camper van per Weekend Premium nel rispetto della natura

Secondo l’esperienza maturata dalla nostra Redazione, il Peugeot Boxer 4×4 Concept, svelato lo scorso anno in anteprima mondiale, rappresenta il camper van ideale in grado di garantire Weekend premium e vacanze avventurose all’aria aperta, il tutto condito da una particolare attenzione all’ambiente che ci circonda.

Non si ferma davanti a nessun ostacolo

boxer
. Il veicolo dispone di trazione integrale 4×4 DANGEL, di pneumatici specifici e di una distanza dal suolo aumentata.

Il Peugeot Boxer 4×4 si presenta come il veicolo perfetto se si desidera visitare suggestivi luoghi invernali, magari per una piacevole giornata sugli sci o per rilassarsi tra le bellezze della natura. IL camper van del Leone non deluderà nemmeno durante il periodo estivo, durante il quale ci si potrà avventurare verso spiagge sperdute o incantevoli boschi.   Questo perché è stato sviluppato per ampliare il raggio di azione anche su terreni insidiosi. Il veicolo dispone infatti di trazione integrale 4×4 DANGEL, di pneumatici specifici e di una distanza dal suolo aumentata.

Non teme il buio

L’esplorazione notturna sarà illuminata da 8 moduli LED

Viaggiare di notte sarà un’esperienza nuova e sarà possibile raggiungere il bivacco in piena oscurità come se fosse pieno giorno: l’esplorazione notturna sarà illuminata da 8 moduli LED derivati dalla PEUGEOT 508 e integrati direttamente nella carrozzeria, sopra il parabrezza.

Comodo come un appartamento di lusso

Sono state ricavate 4 zone distinte, con cucina e soggiorno, una zona letto, un bagno e il posto di guida.

Costruito su un PEUGEOT BOXER L3, i suoi 6 m di lunghezza sono stati ottimizzati per offrire agli avventurieri uno spazio da vivere di 10 m2, idealmente progettato per 3 persone. Sono state ricavate 4 zone distinte, con cucina e soggiorno, una zona letto, un bagno e il posto di guida. I numerosi vani portaoggetti permetteranno di portare con sé tutto il necessario per gli sport estremi e per la vita quotidiana. L’interno è come fosse un bozzolo rigenerante, i cui toni chiari rilassanti contrastano con l’esterno. L’ambiente è reso più caldo dalla boiserie, mentre la selleria e i rivestimenti sono specifici per questo concept.

Materiali riciclati per rispettare l’ambiente

%. I 50 kg di plastica riciclata che lo compongono permettono di risparmiare 75 kg di CO2

Le plastiche utilizzate sono realizzate riciclando serbatoi di auto per l’85%, bottiglie di latte per il 10% e bottiglie bianche (ad esempio, flaconi di sapone) per il restante 5%. I 50 kg di plastica riciclata che lo compongono permettono di risparmiare 75 kg di CO2 rispetto a un pavimento di plastica standard. Quest’applicazione, a lungo termine, permette di evitare che la plastica sia riciclata in un nuovo oggetto monouso.




Ecco la speciale Porsche 911 per safari veloci e Weekend Extreme

Otre ad essere una delle sportive preferite della redazione di Weekend Premium, grazie alle sue doti di maneggevolezze e versatilità, la Porsche 911 è anche una delle vetture più amate dai tuner internazionali. Il celebre elaboratore Singer ACS ha deciso di realizzare una specialissima Porsche 911 ispirata alle storiche 953 e 959 che si aggiudicarono il Rally Dakar nel 1984 e nel 1986.

Voglia di Safari veloci?

911 All-Terrain
Parliamo di un bolide da competizione in grado di affrontare ad alta velocità qualsiasi tipo di terreno

La nostra rubrica EXTREME non poteva quindi lasciarsi scappare un gioiello del genere che consideriamo ideale per indimenticabili Weekend nella natura più incontaminata. Questa speciale Porsche non disdegnerà nemmeno safari “particolarmente veloci” nella savana.

Una Porsche 911 per chi sogna la Dakar

911_singer (5)
Ispirata alle storiche Porsche che si aggiudicarono la Rally Dakar nel 1984 e nel 1986.

Battezzata 911 All-Terrain Competition Study, questa speciale vettura è stata realizzata da Singer ACS in collaborazione con Richard Tuthill, specializzato in Porsche 911 da rally. Il risultato è un bolide da competizione in grado di affrontare ad alta velocità qualsiasi tipo di terreno, dallo sterrato alla sabbia, fino ad arrivare ai tracciati innevati.

Inarrestabile

La vettura è spinta da un propulsore 3.6 litri sei cilindri biturbo in grado di sprigionare la bellezza 450 CV

Dal punto di vista estetico troviamo passaruota maggiorati chiamati ad ospitare cerchi forgiati da 16 pollici, avvolti da pneumatici BF Gooderich specifici per l’off-road. La vista posteriore sfoggia un enorme spoiler integrato che richiama quello utilizzato sulla 959. Completano l’effetto scenico le grandi feritoie d’aria e il doppio scarico centrale.

La potenza di una supercar

L’abitacolo è equipagiato come quello di una vettura da competizione

A spingere questo inarrestabile bolide troviamo un propulsore 3.6 litri sei cilindri biturbo. L’unità è in grado di sprigionare la bellezza 450 CV, scaricati sulla trazione integrale e gestiti da un cambio sequenziale a 5 rapporti. L’handling ideale su ogni terreno viene ottenuto grazie all’uso di ammortizzatori regolabili e sospensioni ad escursione più lunga.




Madame du Bois: un Weekend Premium nella dimora della più famosa addestratrice di cavalli dell’800

A Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo (Piemonte), si trova un luogo dove il tempo si è fermato alla fine dell’800. In questa borgata immersa nella natura troviamo infatti il Glamping dedicato a Madame du Bois, famosa addestratrice di cavalli del secolo scorso nata nel 1846 a Parigi da una famiglia circense.

La signora dei cavalli

madame_dubois
Da Madame du Bois è possibile organizzare escursioni naturalistiche e passeggiate a cavallo

Proprio in questa a San Dalmazzo è stata ritrovata la dimora itinerante di questa signora dei cavalli. All’interno è custodito il diario su cui appuntava ricordi di viaggio, incontri e sensazioni della sua luminosa carriera. Questa storia è avvolta decisamente nel mistero, proprio come il motivo per cui questa signora decise di fermarsi proprio qui.

Nel corso della sua carriera, Madame du Bois divenne la più famosa addestratrice di cavalli dei suoi tempi. Il suo vero nome non ci è noto, ma questa donna varcò la scena dei più grandi spettacoli acrobatici. Suo padre Mirò sognava per lei un futuro da trapezzista, per poi accorgersi che la figlia soffriva di vertigini.

Ripudiata dalla propria famiglia per la paura dell’alto, una notte decise di scappare rubando una carrozza trainata da due cavalli neri, alla ricerca del proprio destino. L’ingresso in scena alla guida della sua carovana in legno la rese nota al mondo come Madame du Bois.

Una carrozza come dimora

L’interno della carrozza dove è possibile soggiornare

Dopo aver ritornavo nella piccola borgata la sua dimora itinerante, al cui interno è custodito il già citato diario su cui era solita appuntare viaggi, incontri e sensazioni vissute nelle proprie tournée. Questa dimora è diventato un suggestivo B&B dove è possibile prenotare immersi nella natura incontaminata.

Da Madame du Bois è possibile inoltre usufruire di numerosi servizi, tra cui spiccano le escursioni naturalistiche, le passeggiate a cavallo o le gite in sella ad una e-bike. Gli ospiti soggiorneranno in una  carrozza costruita in legno in maniera artigianale e in perfetta armonia con l’ambiente circostante. Il prezzo di questa esperienza include oltre il pernottamento anche la prima colazione.

madame
Una stampa dell’800 che ritrae la signora dei cavalli

Informazioni utili

Madame Du Bois

Indirizzo: Via dei Boschi 12011 – Borgo San Dalmazzo (CN)

Telefono: +39 349 22 61 951

Sito Web: https://madamedubois.it




Volkswagen Tiguan, Hyundai Santa Fe e Cupra Formentor: nuova sfida per le ibride del Weekend

Il nuovo anno è pronto a regalarci una ventata di novità ecosostenibili, alcune delle quali possono essere considerate delle perfette Weekend Car pronte ad accompagnarci alla scoperta di nuovi luoghi e mete da scoprire. Nella panoramica di Weekend Premium di questa settimana abbiamo voluto confrontare tre SUV ibridi in grado di soddisfare le più svariate esigenze. La nostra scelta è quindi ricaduta sulla nuova Volkswagen Tiguan plug-in, accompagnata dalla Hyundai Santa Fe 20th Anniversary e dalla sportiva Cupra Formentor ibrida plug-in.

Volkswagen Tiguan ibrida plug-in

tigiuan
L nuova generazione della Tiguan sposa una sofisticata meccanica ibrida plug-in

La Volkswagen continua a portare avanti la sua ambiziosa strategia di elettrificazione con il lancio di nuove auto 100% elettriche e ibride. Ora all’offerta si aggiunge anche la variante ibrida plug-in della bestseller Tiguan. Questa nuova versione del SUV teutonico può essere considerata una Weekend Green Car ideale, grazie alle sue doti ecosostenibili uniti ad un confort di viaggio e ad uno spazio interno da “prima della classe”. Proposta da 41.400 euro, la Tiguan Plug-in permette di viaggiare a zero emissioni per circa 50 km.

Proprio della Tiguan avevamo parlato qualche settimana fa in una nostra “panoramica”: i SUV teutonico si è infatti aggiornato con una inedita versione cercando di bissare il successo di quello che rappresenta a il SUV con maggiori vendite a livello europeo e uno tra i più venduti in tutto il mondo. Ad oggi ne sono stati prodotti oltre sei milioni di esemplari. Con circa 911.000 unità, nel 2019 è stato di nuovo il modello più richiesto del Marchio e di tutto il Gruppo Volkswagen.

Nella modalità Hybrid, il motore elettrico e quello turbo benzina 1.4 TSI lavorano in sinergia per muovere l’auto con la massima efficienza. In questa modalità, la Tiguan eHYBRID è anche in grado di procedere con la sola propulsione 100% elettrica a emissioni locali zero e sfrutta frenate e decelerazioni per recuperare energia.

tiguan_interior
Una panoramica degli interni della Tiguan

Così, anche nei percorsi più lunghi c’è abbastanza elettricità immagazzinata nella batteria agli ioni di litio per spegnere il TSI o per supportarlo con una spinta maggiore, a seconda delle circostanze. I due motori insieme generano una potenza di sistema di 245 CV (180 kW) e una coppia massima di 400 Nm, che permettono alla Tiguan eHYBRID di accelerare da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi e di raggiungere la velocità massima di 205 km/h. Il motore elettrico permette alla Tiguan eHYBRID di percorrere la maggior parte dei tragitti quotidiani a zero emissioni locali: l’autonomia elettrica, infatti, raggiunge i 50 km nel ciclo WLTP.

Perché comprarla

SUV bestseller Tiguan è ora disponibile per la prima volta con un’evoluta propulsione ibrida plug-in che offre fino a 50 km di autonomia elettrica WLTP.

[Gira pagina per scoprire la prossima weekend car]

Hyundai Santa Fe 20th Anniversary

La quarta generazione della Santa Fe sfoggia un design deciso e sofisticato

La nuova Hyundai Santa Fe debutta in Italia con la versione “20th Anniversary”, una speciale edizione con meccanica full -hybrid 4×4 e a 7 posti, realizzata per celebrare i 20 anni dell’icona dei SUV Hyundai. Questa speciale versione veien proposta da 57.600 euro.

Per rendere omaggio ai 20 anni dal lancio del primo modello, Hyundai lancia sul mercato Nuova Santa Fe nella speciale edizione “20th Anniversary”. La versione, in configurazione a sette posti, presenta una motorizzazione full-hybrid da 230 CV, abbinata al cambio automatico a sei rapporti (6AT) e alla trazione integrale H-TRAC. L’elevato livello di equipaggiamento in termini di comfort, tecnologia e sicurezza include di serie interni in pelle, tetto panoramico, sedili anteriori regolabili elettricamente, portellone posteriore elettrico, navigatore con display touchscreen da 10.25”, Cluster Supervision da 12.3” e tutti i sistemi di guida assistita Hyundai Smart Sense.ù

Santa Fe
L’abitacolo della nuova Santa Fe vanta l’uso di materiali lussuosi e ricercati

La combinazione di powertrain full hybrid, trazione integrale e configurazione a 7 posti rende Santa Fe 20th Anniversary una proposta unica nel segmento D-SUV. La quarta generazione del più longevo modello Hyundai in Europa sfoggia un design deciso e sofisticato offrendo un elevato livello di equipaggiamento in termini di comfort, nuove tecnologie di bordo e avanzati sistemi di sicurezza attiva

Perché comprarla

La quarta generazione del più longevo modello Hyundai in Europa sfoggia un design deciso e sofisticato. La vettura offre inoltre un elevato livello di equipaggiamento in termini di comfort, nuove tecnologie di bordo e avanzati sistemi di sicurezza attiva.

[Gira pagina per scoprire la prossima weekend car]

Cupra Formentor ibrida plug-in

La Formentor è dedicata a chi vuole originalità e personalità

La nuova Cupra Formentor è la prima vettura del marchio sportivo spagnolo nato da una costola di Seat. La vettura condivide molto con le vetture di segemnto C targate Audi, Seat e Volkswagen, ma tutto ciò che riguarda lo stile di guida e lo stile estetico è sviluppato interamente da Cupra.

Le forme sono slanciate e scultoree, con nervature molto profonde, sia per quanto riguarda le fiancate che sul grintoso cofano motore. La linea è molto muscolosa, ma il tutto è comunque fluido e ben raccordato. È un’auto che si fa notare per i dettagli.

All’anteriore spicca predominante il logo, con una colorazione bronzo molto d’impatto. Il bronzo è la rifinitura che funge da firma per il marchio Cupra, molto originale e caratterizzante nel mondo delle auto.

CUPRA Formentor
Il cocpit del crossover cupra conta su un carattere “racing”

A completare il look aggressivo ci sono i terminali di scarico e l’estrattore, molto curati. La verniciatura opaca “Petrol Blue” risulta perfetta per mostrare le forme e le linee della Cupra Formentor. I cerchi in lega di 19 pollici con rifiniture in rame e dal design specifico abbracciano pinze Brembo a quattro pistoni e dischi perforati. Sotto il cofano della Formentor ibrida plug-in batte il powertrain 1.4 TSI e-Hybrid da 245 CV che permette prestazioni a dir poco entusiasmanti. Chi ama l’ambiente può contare su una autonomia di 50 km in modalità 100% elettrica, quindi senza emissioni nocive. (prezzi ancora da comunicare)

Perché comprarla

La Cupra Formentor vuole essere un’alternativa per chi cerca eccellenza, un prodotto premium, ma per tutti i giorni. Chi vuole originalità, personalità, distinguersi, parlare attraverso la propria auto.




Svelata una speciale Bentley Arnage off-road per Weekend Premium estremi!

Nel corso del 2020, la Bentley Mulsane – ammiraglia del nobile marchio inglese – è uscita di produzione senza un erede a causa di un mercato troppo altalenante che sta premiando principalmente i SUV. Prima di lei, al vertice della gamma del marchio della “B” alata c’era la splendida Bentley Arnage, berlina dalle importanti dimensioni caratterizzata da una classe senza eguali.

Da ammiraglia di lusso a Monster Truck

La Bentley Arnage trasformata in un Monster Truck

Ora però, un esemplare della Bentley Arnage è stato trasformato in un veicolo off-road che potrebbe essere utilizzato per lussuosi ed emozionanti Weekend Premium, a dir poco estremi. I creatori di questa vettura decisamente fuori dagli schemi sono i russi del Jagger Garage, in grado di trasformare un vero re proprio mito su ruota in un lussuoso salotto dalle caratteristiche inarrestabili.

Un off-road inarrestabile

Arnage Monster Truck
Una vista laterale dell’Arnage Monster Truck

La base della vettura è stata completamente stravolta con l’adozione di un nuovo telaio in acciaio inossidabile dotato di longheroni e traverse. Dalla Nissan Patrol è stato preso in prestito il sistema 4WD dotato di differenziali bloccanti. Non mancano inoltre sospensioni specifiche e enormi pneumatici per il fuoristrada. Il poderoso V8 Biturbo Bentley da 6.75 litri è stato sostituito con un motore V8 4.3 litri da 300 CV di origine Toyota.

Salotto reale

I lussuosisisimi interni della Benlety Arnage

L’abitacolo dell’Arnage è rimasto invece inviolato. Gli interni paragonabili ad un lussuoso salotto continuano a sfoggiare pellami pregiati e inserti di legni rari dedicati alla plancia e ai pannelli porta. Insoma, la classe e l’egenza di questa nobile britannica sposa la durezza del mondo off-road creando un mix a dir poco esplosivo.

 




Atmosfera Bubble Glamping: l’incredibile esperienza di dormire in una bolla sotto le stelle

In Italia e nel resto del mondo si stanno diffondendo a macchia d’olio i cosiddetti glamping, un’inedita formula di strutture ricettive a metà strada tra campeggi e hotel in grado di offrire ai propri ospiti un soggiorno esclusivo e al tempo stesso particolarmente originale.

Una bolla nella natura

Atmosfera_Bubble_Glamping
Immagini da www.bubbleglamping.it

Tra i tipi di glamping più originali presenti nel nostro paese troviamo senza ombra di dubbio Atmosfera Bubble Glamping, capace di vantare strutture trasparenti a forma di bolla che permettono ai propri ospiti di vivere un’esperienza letteralmente immersa nella natura.

Dormire sotto le stelle

Atmosfera_Bubble_Glamping (3)
Vista notturna della”Bubble room” (www.bubbleglamping.it)

Chi decide di pernottare in questo tipo di strutture trasparenti e gonfiabili, quindi a bassissimo impatto ambientale, vivrà un’esperienza a dir poco indimenticabile: è infatti possibile godersi un rilassante riposo sotto un suggestivo cielo stellato (meteo permettendo). Soggiornare all’interno di queste bolle equivale infatti a tuffarsi in maniera inedita e completa tra le bellezze che madre natura ci offre.

Immersi nella natura senza rinunciare alle comodità

Disponibile anche una vasca idromassaggio (www.bubbleglamping.it)

Situato a Satriano di Lucania, in Basilicata, l’Atmosfera_Bubble Glamping offre una completa serie di servizi, a partire dal parcheggio privato gratuito. Questa esperienza immersa nella natura non costringe però gli ospiti a rinunciare ai confort di un hotel di lusso. Tra le varie sorprese troviamo infatti una fantastica vasca idromassaggio riscaldata all’aperto. Ogni bolla risulta abbinata ad un bagno privato completo di bidet e asciugacapelli.

Risveglio rigenerante

Atmosfera_Bubble_Glamping
La colazione viene servita all’aperto (www.bubbleglamping.it)

Quando ci si risveglia al mattino ci si ritrova completamente immersi nella natura. Si viene accolti da una colazione all’italiana genuina e rigenerante che viene servita nel giardino antistante. L’Atmosfera Bubble Glamping vanta infatti anche un giardino e una terrazza solarium per il massimo relax,