Zimbabwe
In The World

Zimbabwe, benvenuti in paradiso!

image_pdfimage_print

Siamo nuovamente a parlarvi di Africa, di questo continente così vasto che non basterebbero anni per descriverlo. L’Africa, in generale, offre scenari spettacolari ma ogni singolo Paese ha caratteristiche e peculiarità proprie.

Così, dopo avervi parlato di Namibia; Kenya; UgandaBotswana; eccoci a raccontarvi lo Zimbabwe, Paese punteggiato di parchi, laghi, fiumi, cascate, montagne e siti archeologici per non parlare dei suoi animali che sono il vero fiore all’occhiello dello Zimbabwe.

Zimbabwe

Per conoscerlo nella sua interezza ci vorrebbero almeno due mesi ma visto e considerato che non sempre si ha  a disposizione tutto questo tempo noi lo sintetizziamo indicandovi quello che secondo il nostro punto di vista non andrebbe assolutamente perso.

Iniziamo però con alcune informazioni generali. Lo Zimbabwe è un paese dell’Africa meridionale che non ha sbocchi sul mare. Confina a nord con lo Zambia, a est con il Mozambico, a sud con il Sudafrica e a ovest con il Botswana. La sua capitale è Harare, una grande città che ospita oltre 1.900.000 abitanti ed è  il cuore culturale, politico ed economico dello Zimbabwe. Sorge su un altopiano chiamato il “plateau” che dal fiume Zambezi si estende fino al massiccio di Lesotho.

Harare è una città piuttosto caotica con un traffico intenso, alti palazzi, alberghi e tutto corre velocemente. Non è una città facile per via di molti fattori ma uno fra tutti è la microcriminalità che molto spesso è messa in atto nei confronti dei turisti. Per cui va fatta molta attenzione è preferibile viaggiare in gruppo. Resta comunque una città dal grande fascino e merita sicuramente una visita per ammirare il suo centro che si può girare tranquillamente a piedi. Negozi, locali e la National Gallery of Zimbabwe dove sono conservate le raccolte di opere contemporanee nonché opere di arte africana tradizionale.  Altro interessante museo è il Queen Victoria Museum che ospita mostre zoologiche.

Zimbabwe
Harare

Molti gli edifici storici e tanti i parchi ben curati da visitare. Le vie e i grandi viali nonché la piazza principale, The African Unit Square, sono circondati da alberi di jacaranda in fiore che colorano tutto di un bellissimo rosso porpora. E a proposito di piante non perdetevi il Botanic Garden dove è possibile ammirare oltre 900 specie di piante arrivate da ogni parte della nazione.

Per conoscere invece la vita sociale di Harare non c’è cosa migliore che allontanarsi dal centro e andare nel quartiere di Mbare per visitare un grande e colorato mercato tradizionale dove è possibile assistere alla vita di tutti i giorni dei locali oltre alla possibilità di acquistare prodotti d’artigianato come tessuti, statuine in legno, strumenti musicali e piccoli souvenir.

Per ammirare tutta l’area urbana di Harare dirigetevi verso Kopje, la collina di granito, non molto lontano sorge l’omonimo quartiere dove ancora è possibile ammirare antichi palazzi di inizio Novecento.

Vicino alla città di Epworth, a sud-est di Harare, ecco le Balancing Rocks (rocce sospese) uno spettacolo che vi lascerà esterrefatti. Si tratta di enormi rocce poste una sopra l’altra in uno strano equilibrio di incastri. L’impressione è che debbano cadere da un momento all’altro, ma niente paura… non cadranno: sono lì da secoli.

Zimbabwe
Formazioni rocciose

Il fiore all’occhiello dello Zimbabwe sono le Cascate Vittoria, lungo il fiume Zambesi, considerate una delle 7 meraviglie del mondo condivise con lo Zambia. In lingua Makololo si chiamano Mosi-oa-Tunya cioè “fumo che tuona” e nome più appropriato non esiste. Sono le cascate più potenti al mondo circa 9.000 mq di acqua al secondo scroscia impetuosamente generando una sorta di fumo. Alte, maestose, impetuose sorgono in una gola molto profonda e stretta da cui è possibile ammirarle. Scoperte dal reverendo Livingstone nel 1855, quando ancora questa terra si chiamava Rhodesia, l’esploratore le dedicò alla Regina Vittoria. Un vero spettacolo della natura. Il luogo dove sorgono è ormai diventato super organizzato e pertanto oltre al bellissimo spettacolo naturale c’è la possibilità di fare molte attività come rafting, canoa, bunji jumping, flyng fox ovvero il volo dell’angelo.

Zimbabwe
Cascate Vittoria

Ma credete se avete voglia di avere l’adrenalina a mille non vi resta che contattare la Shearwater che offre tour e attività di ogni genere come ad esempio calati in acqua chiusi in una gabbia per vedere da vicino i tre Coccodrilli del Nilo: Bongo, Lucky e Prado oppure scegliere di fare una passeggiata con i leoni o ancora una passeggiata a dorso di elefante. Ma per i meno coraggiosi ci sono anche attività più tranquille come sorvolare le cascate con un piccolo aereo. E per i più romantici? Gita in barca sul fiume Zambesi al tramonto. Ma la cosa più bella che vogliamo consigliarvi è di visitare le cascate durante la notte di luna piena. Come raccontarvi i colori che la luna regala all’acqua della cascata e l’arcobaleno notturno (il blue rainbow)? È impossibile, va vissuto in prima persona perché sarà un ricordo indelebile.

Zimbabwe
Cascate Vittoria

Verso sud, a circa un’ora dalle Cascate Vittoria, visitate il Parco Nazionale Hwange, una riserva situata al confine con il Botswana. Si tratta di un vero angolo di paradiso sviluppato su 14.000 chilometri quadrati.  Dal 1930, quando da riserva di caccia è diventato parco nazionale, sono state costruite molte pozze artificiali (pan) stravolgendo in parte il paesaggio ma attirando moltissimi animali che vengono qui ad abbeverarsi. In questo parco vivono oltre 30.000 tra elefanti, bufali, giraffe, zebre, antilopi, rinoceronti bianchi, rinoceronti neri, leoni, kudu, impala, leopardi, ghepardi, iene, licaoni oltre a un numero considerevole di specie di uccelli. Impressionante vero?  Per molti è il parco più entusiasmante dell’Africa perché gli scenari cambiano continuamente: dalla sabbia del Kalahari alle colline di mopane e tek.

Zimbabwe

Altro parco nazionale di grande rilievo e sito Unesco è Matopos , a circa 30 km da   Bulawayo, la seconda città dello Zimbabwe famosa per le bellissime case in stile coloniale. Matopos è conosciuto per le costruzioni rocciose in granito formatesi per l’azione del vento che ha scolpito le rocce delle montagne creando un paesaggio misterioso e affascinante. Nell’area circostante è possibile ammirare anche pitture rupestri del sito dove è sepolto Cecil Rhodes un colono che decise di farsi seppellire proprio su un monte da dove è possibile ammirare il mondo (The View of the World). Intorno alla tomba di Rhodes  un arbusto legnoso chiamato “Il cespuglio della Resurrezione” fa da cornice. È un arbusto molto diffuso nello Zimbabwe e cresce generalmente tra le colline rocciose, in pieno sole e viene così chiamato per la velocità con cui le sue foglie si rianimano quando arriva la pioggia. Insomma un paesaggio particolare ricco di mistero ma di grande bellezza con colori che variano dal bianco, arancione, rosso.

Zimbabwe
Matopos

Altra tappa fondamentale una volta in Zimbabwe sono le rovine di Great Zimbabwe  Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1986. Si tratta di un’antica città dell’Africa del sud che proprio da queste rovine ha tratto il proprio nome. Qui si può conoscere il passato delle popolazioni che hanno vissuto il colonialismo.  Il motivo esatto per cui questa città fu abbandonata non lo si conosce: la teoria più avvalorata sembra essere quella di un prolungato periodo di carestia o a seguito di un’epidemia.   All’epoca era un importante centro commerciale che intratteneva contatti con il mondo arabo e asiatico.

Zimbabwe
Tramonto sul fiume Zambesi

Nella parte occidentale del Paese ecco il Mana Pool un altro sito Unesco che conserva una natura intatta e regala scenari spettacolari grazie ai suoi alti e maestosi baobab.  In lingua Shona Mana significa 4 e il numero 4 sta a significare i 4 piccoli laghi che si sono formati dal fiume Zambesi. All’interno del parco si trovano baobab, ebani, foreste, fiumi, isole, stagni e qui vive un’alta concentrazione di animali come ippopotami, elefanti, bufali e tanti coccodrilli. Non dimenticatevi di assistere al tramonto sulle rive del fiume: è qualcosa di veramente magico.

Zimbabwe
Fiume Zambezi

Quello che vi abbiamo raccontato è solo una piccolissima parte di quello che questo Paese può regalarvi: tocca a voi scoprirlo nella parte mancante.

COME ARRIVARE: Per arrivare nella capitale, Harare, si può prenotare un volo diretto da Londra, Amsterdam e Ginevra. Dalla capitale si può affittare un fuoristrada per gli spostamenti brevi e coprire le distanze più lunghe (Cascate Vittoria, Bulawayo, Parco Hwange) con voli interni.

COSA METTERE IN VALIGIA: un abbigliamento pratico e leggero. Curate le calzature che dovranno essere comode

DOCUMENTI NECESSARI: Passaporto  con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese.

VISTO DI INGRESSO: viene rilasciato, in frontiera, all’arrivo nel Paese. Il costo per l’entrata è di USD 30

ASSICURAZIONE: Si raccomanda vivamente di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.

VACCINAZIONI: Non sono obbligatorie

CONSIGLI: Come la Namibia lo Zimbabwe ha un numero considerevole di malati di ADS pertanto è necessario prestare molta attenzione in caso di medicazioni, iniezioni o altro e utilizzare solo materiale sterile monouso.

Si consiglia inoltre di:

  • bere acqua minerale in bottiglia e assicurarsi che sia ermeticamente chiusa;
  • non usare ghiaccio nelle bevande
  • sbucciare la frutta e lavarla con cura usando acqua in bottiglia e disinfettanti;
  • prestare attenzione alle norme igieniche per evitare contagi di colera attraverso contatto o alimentazione.

 Zimbabwe

7 Comments

  1. I conceive this web site holds some real superb information for everyone : D.

  2. I must say, as a lot as I enjoyed reading what you had to say, I couldnt help but lose interest after a while.

  3. I like this page, useful stuff on here : D.

  4. I simply must tell you that you have an excellent and unique web that I really enjoyed reading.

  5. Intresting, will come back here more often.

  6. I was looking at some of your articles on this site and I believe this internet site is really instructive! Keep on posting .

  7. Some truly wonderful stuff on this web site , appreciate it for contribution.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.