Weekend Italy

Non solo Halloween, ecco gli altri eventi del lungo weekend di Ognissanti

image_pdfimage_print

Un weekend alternativo da zucche intagliate, scheletri e “dolcetti e scherzetti”? Se volete gustare le specialità della Bassa parmense, a Sissa prende il via November Porc, la più grande manifestazione in Italia dedicata al maiale. Se, invece, volete organizzare le vostre vacanze invernali, a Modena torna Skipass.

Scendendo nelle Marche, ad Acqualagna (PU) si tiene la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco, mentre a Trevi (PG) si festeggia l’olio extravergine di oliva con FestivOl. Per riscoprire, invece, un rito antico, con le radici che si perdono nella notte dei tempi, nello splendido borgo di Orsara di Puglia (FG) si rinnova la tradizione di Fucaoste e Cocce Priatorije, la “Notte dei fuochi e delle anime del Purgatorio”. Ecco i dettagli degli eventi che abbiamo selezionato per voi per il lungo weekend dal 1° al 3 novembre.

A Sissa (PR) prende il via November Porc

Parte da Sissa, nella Bassa parmense, la 18° edizione di November Porc, il più grande evento dedicato al maiale e ai suoi prodotti a livello europeo, che nella scorsa edizione ha fatto registrare più di 220 mila visitatori.

Si comincia giovedì 31 ottobre, alle 19, nella tensostrutture del Parco della Montagnola con “Halloween Porc”, una serata gastronomica a cura dell’Associazione “Porci e contenti” con accompagnamento musicale. Si continua venerdì 1° novembre, sempre presso la tensostruttura, alle 19.30 con menù a base di specialità locali e musica. In concomitanza, apriranno anche gli altri punti ristoro gestiti dalle associazioni.

Sabato 2 novembre si entra nel vivo. Alle 9, aprono le bancarelle della Mostra Mercato di Antichi Sapori e Tradizioni, un autentico “giro d’Italia” gastronomico con la presenza di prelibatezze provenienti da tutta la penisola che si confrontano con i prodotti della Bassa parmense, tra cui il Culatello di Zibello DOP, la Spalla Cruda di Sissa-Palasone, lo Strolghino, il Parmigiano Reggiano e i vini IGT. Non mancheranno nemmeno i gadget a tema November Porc con le magliette della mascotte Pigly.

Domenica 3 novembre, la tensostruttura ospiterà dimostrazioni di lavorazioni di carni suine e di burro. Ci saranno anche il “Tiro al salame” e la distribuzione del Mariolone, un grosso salame tipico della zona. Per tutto il mese di novembre, poi, i ristoranti della Strada del Culatello offriranno un menù a base di piatti tradizionali o rielaborati dalla fantasia degli chef.

INFO: www.novemberporc.it

A Modena la stagione invernale si apre con Skipass

Dal 31 ottobre al 3 novembre torna tra i padiglioni di Modena Fiere Skipass, il Salone del Turismo e degli Sport Invernali, che quest’anno festeggia la sua 25° edizione.

Punto di riferimento per tutti gli appassionati di montagna bianca, sport invernali e outdoor, ospita quest’anno i 177 atleti dell’unica tappa italiana, e la prima in Europa, della Fis Freeski & Snowboard Big Air World Cup, la Coppa del Mondo di Big Air, che vede sfidarsi atleti dalla Cina all’Australia, dal Giappone agli Stati Uniti, per un totale di oltre venti paesi rappresentati.

Non solo, Skipass è anche un’occasione imperdibile per organizzare le prossime vacanze sulla neve, grazie alla presenza di enti del turismo e promozione di Valle d’Aosta, Trentino, Piemonte, Valtellina e montagne Lombarde, Emilia Romagna e Toscana.

Non mancherà nemmeno uno spazio dedicato alle ultime novità in fatto di attrezzature sportive all’avanguardia, con la presenza di aziende e brand di articoli sportivi, abbigliamento, calzature e molto altro.

Si confermano anche le attività aperte al pubblico, tutte gratuite, come la pista di pattinaggio su ghiaccio, il circuito di sci di fondo, ma ci sarà anche un campo base per prendere parte a lezioni di sopravvivenza, e poi nordic walking, una palestra artificiale di roccia, area slackline e indoor.

Il biglietto unico giornaliero costa € 15, ridotto € 12 (bambini 7-13 anni, over 65 e militari), bambini fino a 6 anni, disabili con accompagnatore e possessori tessere FISI 2019 gratis.

INFO: www.skipass.it

Ad Acqualagna (PU) per la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco

Secondo weekend, dal 1° al 3 novembre, con la 54°edizione della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna, in provincia di Pesaro-Urbino. La cittadina dell’Appennino marchigiano è sede di raccolta dei 2/3 dell’intera produzione nazionale del pregiato tubero, con 600 quintali di tartufi all’anno.

Per celebrare questo rinomato prodotto della terra, l’intera Acqualagna mette a disposizione i propri spazi. La piazza principale ospita gli stand di tartufo fresco, mentre il Palatartufo si conferma il più importante spazio di accoglienza con oltre 200 mila visitatori nell’edizione precedente.

Passeggiando nei suoi 4000 mq appassionati, curiosi e buongustai potranno assaggiare e acquistare le produzioni legate al tartufo tipiche del territori, prodotti enogastronomici di altre regioni e visitare l’area dedicata all’artigianato locale, dal mobile alla pietra.

Tra le novità ci sono “Il salotto da gustare” e gli show cooking “Il tartufo incontra le regioni italiane”, tra degustazioni guidate, sfide in cucina tra vip, laboratori tenuti da grandi chef e presentazioni di libri.

INFO: www.acqualagna.com

A Trevi (PG) si celebra la prima spremitura con FestivOl

Nel lungo weekend che va dal 1° al 3 novembre a Trevi (PG) si svolge la 13° edizione di FestivOl -Trevi tra olio, arte, musica e papille”, un grande evento per celebrare l’olio nuovo e la prima spremitura, che coincide con l’inaugurazione di Frantoi Aperti, la manifestazione dedicata all ‘Olio Extravergine di Oliva.

Il programma prevede degustazioni guidate, visite ai frantoi, mercato contadino, mercato dei Presidi Slow Food e menù a tema, ma anche tanti eventi collaterali tra cui concerti per le vie di Trevi, un mercatino delle pulci e bruschette in piazza.

Tra le novità di quest’anno c’è la prima edizione di FestivOl Junior, un mini festival dedicato ai più piccoli con un ricco programma di attività a tema “olio”. I bambini potranno partecipare alla raccolta delle olive, fare merenda con pane e olio e passeggiare con l’Asino bus.

Seconda novità: l’OlioTrekking della Fascia Olivata, in programma venerdì 1° novembre, una camminata non competitiva alla portata di tutti che si snoda lungo due percorsi ad anello con partenza da Piazza garibaldi, uno di 14 km e un dislivello di 600 metri e l’altro di 27 km con un dislivello di 1000 metri, concepiti per fare conoscere le colline e i loro olivi.

INFO: www.festivol.it, www.treviturismo.it

A Orsara di Puglia (FG) si festeggia Fucaoste

La notte tra il 1° e il 2 novembre, a Orsara di Puglia, splendido borgo nel foggiano che si fregia della Bandiera Arancione del Touring, si celebra Fucaoste e Cocce Priatorije, la “notte dei fuochi e delle anime del Purgatorio”, le cui origini risalgono al XVIII secolo.

Al rintocco della campana, tutto il borgo si illumina alla luce di più di mille falò, mentre sfila la processione degli Incappucciati e delle zucche intagliate. Fucaoste, tuttavia, è una tradizione molto diversa da Halloween e strettamente legata alla fede e al culto dei defunti.

Nei giorni che precedono l’evento, si raccoglie la legna per alimentare i falò, si raccolgono e si intagliano le zucche da trasformare in lanterne e si preparano i dolci e le pietanze tipiche che, durante la notte più lunga e luminosa dell’anno, saranno offerte a tutti i partecipanti in banchetti allestiti lungo le vie del borgo.

Le zucche decorate in modo artistico e illuminate al loro interno saranno poi esposte in tutto il paese, mentre, tra la legna dei falò non può mancare la ginestra, un arbusto che, dato alle fiamme, si volatilizza facilmente in un simbolico legame tra cielo e terra.

La tradizione vuole che durante questa notte, le anime dei defunti tornano a fare visita ai parenti e si riscaldino alla luce e al calore delle lanterne del loro peregrinare. Sempre la luce delle lanterne e dei falò indica loro la strada per il Paradiso. In loro onore, poi, si consumano cibi poveri, come il grano lesso condito con mosto cotto, patate, cipolle, uova e castagne cotte alla brace. Si consiglia di raggiungere Orsara fin dal mattino del 1° novembre.

INFO: www.comune.orsaradipuglia.fg.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.