Weekend Italy

Vicopisano (PI). La rocca fortificata dal Brunelleschi con geniali stratagemmi

image_pdfimage_print

Di Benedetta Rutigliano

Se leggiamo il nome del Brunelleschi, una delle prime opere che ci vengono in mente è senz’altro la famosa ed enorme cupola realizzata per il Duomo di Firenze. Ma l’architetto toscano progettò altri sistemi davvero unici anche nell’architettura civile, seppur non tutti così noti. Per esempio, si trovò a dover escogitare soluzioni innovative per rendere impenetrabili aree soggette a frequenti assedi.

Da sempre postazione privilegiata, Vicopisano, oggi caratteristico borgo medievale con numerose pievi romaniche e tredici torri visitabili, sorgeva al confine fra i territori di Pisa e Lucca: per questo, già a partire dai primi decenni dell’anno Mille, venne costruita una rocca sempre più fortificata nei secoli.

Il 16 luglio 1406 l’esercito fiorentino conquistò la fortezza, che il governo volle rendere inespugnabile affidandone l’ambizioso progetto proprio a Filippo di Ser Brunellesco. La fortificazione del Brunelleschi, cominciata nel 1435, inglobò anche Torre di S. Maria, antica torre medievale del XII secolo, ma la vera novità era costituita da un insieme di ponti levatoi destinati a isolare la fortezza in caso di infiltrazione nemica.

La soluzione più geniale fu il poderoso muraglione merlato che scendeva dalla Rocca fino ai piedi del colle terminando in una torre di circa 21 metri nei pressi dell’Arno, la Torre del Soccorso: questa assicurava i rifornimenti in caso di assedio.

Oggi la Rocca, che spiazzò più volte i nemici con i geniali stratagemmi del Brunelleschi, è proprietà della famiglia Fehr Walser ed è visitabile.

COME ARRIVARE

In auto: da Nord, autostrada A1 fino a Parma Ovest. Continuare sulla A15 in direzione Genova-Livorno. Poi prendere l’A12 uscire a Pisa e proseguire sulla S.G.C Firenze-Pisa-Livorno. Uscire a Cascina, poi continuare sulla SP31 in direzione di Latignano-Cenaia-Cecina. Attraversare Fornacette e seguire le indicazioni per Vicopisano. Da Sud, Autostrada A1 in direzione Firenze. A Firenze Signa seguire la direzione Firenze-Scandicci. Continuare sulla S.G.C. Firenze-Pisa-Livorno, uscire a Pontedera-Ponsacco e seguire le indicazione per Vicopisano.

DOVE MANGIARE

*Osteria La Rocca, via Provinciale La Francescana Nord, Vicopisano (PI), tel 050/799794, www.osterialarocca.it Si trova in un cascinale ottocentesco finemente ristrutturato in stile rustico chic, immerso nella campagna pisana alle pendici del borgo di Vicopisano. Il ristorante, attivo dal 1977, serve piatti raffinati ed etichette ricercate.

*Osteria L’uovo al Tegamino, via Provinciale per Fornacette 30, Vicopisano (PI), Tel. 050/799131. Osteria con cucina autentica, prodotti genuini e menu che segue la stagionalità degli stessi. Tradizione e un pizzico di innovazione garantite

DOVE DORMIRE

* B&B Villa Maria, via Magellano 116, loc. San Giovanni della Vena, Vicopisano (PI), tel 050/798840, www.villamariaonline.com. In un’antica casa colonica ottocentesca finemente ristrutturata in stile toscano e circondata da giardini fioriti, è garantito un soggiorno da favola presso questo b&b di charme.

*B&B Arivellini, Via Loris Baroni 2, Vicopisano (PI), tel 329/0848317, www.arivellini.it All’interno di un palazzo del Seicento situato nel centro di Vicopisano sorge questo B&B a conduzione familiare, semplice ma curato, ideale per un soggiorno nel borgo

INFO

www.viconet.it