Weekend Green

Un weekend sulla Transiberiana d’Italia

L’appuntamento per un viaggio unico e indimenticabile è per sabato 23 febbraio (con possibilità di vivere questa splendida esperienza anche il 2 e il 9 marzo), quando “La Transiberiana d’Italia”, un treno storico con carrozze anni Trenta e Quaranta e dall’esterno marrone e verde, con dettagli rossi, partirà in via eccezionale da Roma Termini, con destinazione Sulmona e Roccaraso.

Per l’occasione, il convoglio si chiamerà “Il Treno della Neve”, ma l’appellativo di “Transiberiana d’Italia” è stato conferito alla linea ferroviaria Sulmona-Isernia da Luciano Zeppegna nel 1897, a paragone della celebre Mosca – Vladivostok, non tanto per la lunghezza del percorso, quanto per la meraviglia dei paesaggi innevati che il treno attraversava durante il suo percorso.

Durante questo viaggio di un weekend, non si arriverà fino a Isernia, ma fino a Sulmona e a Roccaraso, con la possibilità di salire e scendere anche alle fermate intermedie. Si potranno così toccare borghi di rara bellezza, ammirare le montagne e la natura del Parco della Majella, fare una sosta per assaporare le eccellenze enogastronomiche abruzzesi, il tutto immersi in un’atmosfera d’altri tempi.

Il programma di viaggio

Il classico “Signori, in carrozza!” seguito dal fischio del capotreno, come in un film d’epoca, è per le ore 10 dalla stazione di Roma Termini. Una volta chiuse le porte, si viaggia con tappe a Tivoli e ad Avezzano, per poi arrivare attorno alle 13.25, a Sulmona, celebre per i suoi confetti. Il biglietto per chi desidera fare solo questa prima tappa dell’itinerario (andata e ritorno) è di 30 euro per gli adulti (40 se si vuole viaggiare in prima classe) e di 15 euro per i bambini da 4 a 12 anni (minori di 4 anni gratis).

Si trascorre quindi il pomeriggio a Sulmona, dove si possono acquistare i celebri confetti e visitare il centro storico, ammirare l’Acquedotto Svevo e il complesso dell’Annunziata. È previsto il pernottamento a Sulmona in strutture e a prezzi convenzionati attraverso l’associazione Le Rotaie che gestisce il treno storico. Chi lo desidera può trascorrere anche la giornata successiva a Sulmona, aspettando il treno di ritorno.

Chi, invece, vuole proseguire il viaggio, il mattino dopo, al costo di 28 euro per gli adulti e di 14 per i ragazzi, riparte alle 8.45 a bordo del Treno della Neve, che tocca Campo di Giove, Palena, Rivisondoli-Pesocostanzo, dove si arriva a un’altezza di 1268 metri sul livello del mare, e si raggiunge Roccaraso attorno alle 11.35.

Il treno riparte dal capolinea alle 16.40 per fare il tragitto contrario, per questo si può scendere dove si desidera, magari programmando qualche ora sulle piste o un pranzo in una delle tante baite e rifugi del comprensorio sciistico più grande e attrezzato del Centro Sud. Una volta tornati a Sulmona, è prevista una sosta di un’ora e mezzo, durante la quale è possibile salire sul treno anche per chi non ha preso parte alla seconda parte del viaggio, e si rientra a Roma per le 22.05.

INFO

Associazione Le Rotaie

www.lerotaie.com, prenotazioni@lerotaie.com

tel 340/0906221

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.