Weekend Italy

Un viaggio tra sapori e tradizioni, gli eventi del weekend

Ogni esperienza è un viaggio. Come gli eventi che abbiamo selezionato per voi nel fine settimana del 23 e 24 febbraio, che mi consentiranno di fare spaziare la mente dal grande Nord, con il Festival “I Boreali” di Milano, ai paesi dell’Oriente, con il Festival dell’Oriente di Bologna.

Ma ci sono anche i viaggi del gusto, come la prima edizione di Formaticum, a Trastevere, oppure quelli nella fantasia, come il Carnevale di Misterbianco, tra i più belli di Sicilia e d’Italia. Per gli appassionati di danza, invece, l’appuntamento imperdibile è a Firenze, con Danzainfiera.

Milano incontra la cultura nordica con “I Boreali”

Musica, letteratura, cinema, libri, enogastronomia, ecologia e incontri con alcuni degli autori norvegesi più famosi. I Boreali, il festival dedicato alla cultura nordica, e norvegese in particolare, si rinnova per la sua V edizione e approda, dal 21 al 24 febbraio, al Teatro Franco Parenti di Milano con ben quaranta eventi in programma.

Giovedì 21 il festival inaugura in grande stile con lo scrittore svedese Björn Larsson, che presenterà il suo nuovo romanzo “La lettera di Gertrud” e spazierà tra arte, cinema e letteratura introducendo le altre sezioni e appuntamenti della kermesse. Tra le novità, i dibattiti su temi di attualità, dal #MeToo alla violenza sulle donne, dallo scandalo che ha coinvolto il Premio Nobel all’emergenza climatica nell’Artico.

Spicca la presenza di autori norvegesi: sabato 23 è la volta di Gert Nygårdshaug con il suo giallo L’amuleto del cacciatore. Delitti ed enigmi dei fiordi (ore 16.45), domenica 24, alle 15.30, è invece in programma l’incontro con la saggista Erika Fatlande, che parlerà con Marta Serafini del suo libro Sovietistan Nel cuore dell’Asia dove il tempo si è fermato e gli oligarchi sono sovrani. Sempre domenica 24, alle 18.15, invece, sarà la volta di Erlend Loe e la sua dissacrante ironia.

Anche alcuni autori italiani approfondiranno temi legati alla letteratura nordica. Domenica 24, alle 12, Luca Scarlini propone il racconto per immagini e suoni Il mondo è uno specchio oscuro, sulle “favole nere” e le oscure presenze nella letteratura scandinava.  Due gli incontri a tema attualità: sabato 23, alle 19.15 si parla della Guerra freddissima sul tema del riscaldamento globale e dello scioglimento dei ghiacci, ma anche sulla militarizzazione dell’area da parte delle potenze mondiali. Domenica 24, alle 17, si parlerà invece di Storia della letteratura scandinava.

Info: www.iboreali.it

L’Oriente? È a Bologna

In un solo lungo, viaggio virtuale si potranno visitare Cina, Cambogia, Sri Lanka, Giappone, Mongolia, Vietnam, Corea, India, Nepal e Indonesia, scoprendone le tradizioni, le danze, la cucina, il folklore, le discipline olistiche. Torna nei padiglioni di Bologna Fiere, dal 22 al 24 febbraio, il Festival dell’Oriente.

Dalle 10.30 alle 22.30 (biglietto intero € 12, ridotto € 8) ci si potrà immergere nelle affascinanti atmosfere orientali, per esempio partecipando allo spettacolo dei tradizionali tamburi da guerra giapponesi, oppure assistere agli spettacoli di danza Bollywood, Bhangra o della danza egiziana “a Tannura” o, ancora, della danza coreana e della spettacolare e acrobatica Danza del Leone cinese.

Tra le suggestive melodie della Mongolia e la danza thailandese, si potrà poi prendere parte alla Cerimonia del Tè oppure alla Cerimonia della vestizione del kimono, oppure passeggiare in un tipico villaggio giapponese, con le caratteristiche porte in bambù, grazie a una fedele ricostruzione a grandezza naturale. Gli appassionati di arti marziali potranno invece provare l’emozione di trovarsi in un dojo, la “palestra” dedicata alle discipline belliche orientali.

Non mancheranno nemmeno gli spazi per gustare i sapori orientali, come l’Oriental Street Food, e quelli per sperimentare gratuitamente discipline olistiche, massaggi e arti marziali, ma anche meditazione e incontri dedicati alla spiritualità.

Si potranno poi ammirare, grazie alle mostre ospitate al festival, le antiche katane dei samurai, le armature dei guerrieri del Sol Levante, ma anche abiti tradizionali, oggetti di uso quotidiano e di produzione artistica.

Info: www.festivaldelloriente.com

A Firenze la XIV edizione di Danzainfiera

Un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di danza, dai professionisti agli amatori. Dal 21 al 24 febbraio torna alla Fortezza dal Basso di Firenze, la XIV edizione di Danzainfiera, tra workshop, lezioni gratuite, stage, spettacoli e incontri con coreografi e ballerini di fama mondiale.

Ogni giorno sarà possibile sperimentare ogni tipo di danza, dal classico al contemporaneo, ma anche tip tap, flamenco, hip hop. Tre le nuove tendenze, ci sarà Danza in Fascia, la disciplina che coinvolge le mamme e i loro bambini, ma anche il Bhangra, la Bollywood Dance, l’American Tribal Style, la Flagging dance, il Sambatewado, il Belly Burlesque e lo Stretching & Flexibility

Sabato 23 febbraio alle 17 le grandi stelle saranno in scena a La Ronda dove si alterneranno a suon di emozioni. Lucia Lacarra e Hosué Ullate si esibiranno in un estratto da La Carmen di Victor Ullate, Evgenia Obraztsova, prima ballerina del Bolshoi, si esibirà in una variazione Talisman di Petipa, Gusev, Ponolarev. Inoltre saliranno sul palco El Junco e ancora Rada Waackengers, la regina del Waacking, Christiane Matallo, accompagnata dal percussionista Jim Hamilton. Si esibiranno nei balli latini Cristian Priori e Dasha Loginova, esibizione di danze standard con Ivan Iacobbe e Ylenia Dalla Bona.

Promette suggestioni il Gran Ballo dell’800 dove gli straordinari ballerini della Compagnia Nazionale di Danza Storica in eleganti frac e preziosi abiti, eseguiranno meravigliosi valzer, quadriglie, contraddanze e mazurche. La produzione Finisterre, in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma, porta a Danzainfiera Ballo! anteprima della festa di fine giugno dedicata alle antiche danze italiane che vedrà la presentazione ufficiale del Corpo di ballo dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Magie d’Oriente è invece la vetrina coreografica dedicata alle discipline orientali. Il Burlesque Contest, unico nel suo genere, apre le porte a tutti nelle categorie: classic o new, comico e fantasy. Entre dos Aguas è la rassegna non competitiva di flamenco aperta a coreografie sia di “fusione” che di “flamenco puro”.

Grazie poi agli International Academies Open Days tante saranno le audizioni di eccellenza che daranno la possibilità agli allievi più talentuosi, di entrare a far parte delle scuole di danza più prestigiose al mondo.

Info: www.danzainfiera.it

A Roma la prima edizione di Formaticum

Sabato 23 e domenica 24 febbraio, presso lo spazio WeGil, in Largo Ascianghi 5, a Trastevere, si tiene la prima edizione di Formaticum, uno grande mostra mercato dedicato ai formaggi che ha l’obiettivo di fare conoscere e valorizzare la produzione casearia italiana, con particolare attenzione alle piccole aziende e al mestiere di pastore.

Esperti del settore, ristoratori, ma anche curiosi e appassionati di formaggi potranno degustare e acquistare i prodotti direttamente dai produttori. È prevista la partecipazione di aziende di eccellenza, raggruppate per tipologia di latte, tra cui mucca, pecora, bufala e capra, su cui basa la propria produzione, e provenienti da tutte le regioni d’Italia. Sono previste degustazioni, ma anche seminari di approfondimento, dedicati sia agli addetti ai lavori che agli estimatori dei formaggi.

Tra gli appuntamenti in programma, sabato 23, alle 11.30, si tiene il seminario A ciascuno il suo, che ha come tema l’influenza dei diversi tipi di latte nella produzione dei formaggi. A seguire, la tavola rotonda Fiordilatte o Mozzarella, questo è il problema, per mettere a confronto i due celebri formaggi a pasta filata. Domenica 24 si tiene invece Eppure fila, una dimostrazione di filatura dal vivo. Nel pomeriggio, è invece in programma l’interessante Prove di matrimonio per parlare e sperimentare l’inusuale abbinamento tra birra e formaggio.

Nella giornata di domenica è prevista anche l’assegnazione del “Premio Roberto Molinari”, istituito in onore del giovane pastore prematuramente scomparso in un incidente mentre pascolava il suo gregge sugli altopiani di Arcinazzo, in provincia di Frosinone. Una commissione formata da specialisti del settore premierà l’azienda che maggiormente si è distinta per attenzione alla qualità e alla tradizione.

Formaticum si potrà visitare nei seguenti orari: sabato dalle 11 alle 20; domenica dalle 10 alle 19. Ingresso € 5.

Info: www.wegil.it

Al Carnevale di Misterbianco (CT) sfilano i costumi più belli di Sicilia

Arte, cultura, folklore, tradizione ma, soprattutto, i meravigliosi e unici costumi che hanno reso il Carnevale di Misterbianco, in provincia di Catania, tra i più belli e famosi di Sicilia, con prestigiosi riconoscimenti anche a livello nazionale e internazionale.

Domenica 24 febbraio, è in programma la sfilata di carri allegorici e costumi, realizzati con stoffe pregiatissime dai maestri artigiani locali, che di anno in anno programmano, creano, realizzano questi straordinari abiti.

Le sfilate sono accompagnate da balli, danze, corse e dai grandi carri allegorici. Si comincia alle 16.30, nel centro della città, con percorso ad anello: via Gramsci, via Garibaldi, Piazza XXV Aprile, Via Bruno, via Matteotti, via San Nicolò, via Gramsci e via Garibaldi. La partecipazione è gratuita.

Info: www.carnevaledimisterbianco.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.