Weekend Italy WEEKEND NEWS

Tutto l’Oriente a Padova

Mostre fotografiche, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari pasi in un continuo e avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni provenienti da India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Malesia, Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Nepal, Rajastan, Sri Lanka, Birmania e Tibet.Tutto questo, e molto altro, è il Festival dell’Oriente, che torna nei padiglioni di Padova Fiere, dal 15 al 17 dicembre.

Alla scoperta dell’Oriente di ieri e di oggi

Nei padiglioni del Festival dell’Oriente verranno presentate, in contemporanea nei diversi palchi e nelle decine di aree tematiche dedicate ai nuovi e vecchi paesi, le Cerimonie Tipiche e le Tradizioni d’Oriente.

Dalla vestizione del Kimono alla Cerimonia del Tè, dal circo Cinese ai massaggiatori tradizionali thailandesi, dagli Origami all’Ikebana, dalla Cerimonia del Mandala al Matrimonio Indiano, dai contorsionisti vietnamiti ala Pittura su stoffa, alla cura dei Bonsai, dal Cerimoniale dei guerrieri indiani alla Capanna Sudatoria, dal Teatro No ai Maestri Gourmet giapponesi, dal Carving alle lanterne galleggianti e molto altro in un percorso coinvolgente alla scoperta delle culture e del folklore di paesi lontani e affascinanti.

Un susseguirsi ininterrotto di oltre 400 spettacoli, seminari e show che si articoleranno da mattina a sera nelle decine di aree tradizionali. Atmosfere magiche si susseguiranno nei numerosi e affollatissimi mercati tradizionali e nei vari bazar orientali che vedranno, in questa edizione, oltre 500 espositori di prodotti tipici provenienti dai paesi orientali di tutto il mondo.

Il pubblico potrà perdersi tra stoffe, abiti, borse, calzature, tessuti, monili, gioielli antichi, amuleti, incensi, candele, oli essenziali, tattoo, elementi d’arredo, tappeti, arazzi, ceramiche, statue, libri, prodotti di erboristeria, infusi, erbe, spezie, tè, campane tibetane, gong, sari, kimoni, scatole cinesi, lacche giapponesi, calligrafie, viaggi, creme, prodotti biologici e vegani.

Sarà poi possibile degustare i prodotti della cucina orientale, da quella Thailandese a quella Giapponese, da quella Indiana e quella Tibetana, passando per i sapori cella Mongolia, del Tibet, dello Sri Lanka e di tutte le nazioni presenti in Fiera.

I visitatori potranno poi ascoltare i concerti dei grandi interpreti del Sol Levante, lasciarsi rapire dalle sinuose danze orientali, dal folklore e partecipare ai numerosi convegni sulla salute e il benessere, prendere parte agli incontri interreligiosi e sperimentare gratuitamente massaggi, discipline olistiche e assistere ai numerosi corsi organizzati dai più grandi maestri ed esperti.

Tra questi, l’arte dei tamburi giapponesi, le lezioni di Maestri del tè, la preparazione del sushi, le danze orientali, la scrittura tradizionale, l’arte dell’ikebana, il confezionamento e la cura dei bonsai, il tai chi chuan, lo yoga e molto altro.

Gli eventi collaterali

In contemporanea al Festival dell’Oriente, nella stessa location, si svolge anche Salute e Benessere da Oriente e Occidente una fiera dedicata alla salute e al benessere, ai trattamenti per il corpo e la mente, ai massaggi, alla cosmesi, alle tisane, al biologico e alle discipline bionaturali. Non mancheranno le terapie alternative e discipline olistiche, come lo yoga e il tai chi chuan. Oltre a numerosi stand, si potrà partecipare a conferenze, workshop e sperimentare gratuitamente decine di terapie, rimedi naturali, massaggi, diversi stili di yoga, oltre a degustare tisane spezie, infusi e molto altro.

Si rinnova l’appuntamento anche con il Festival delle Arti Marziali con numerosi maestri e atleti che si alterneranno sul palco e nelle aree tatami per proporre al pubblico performance e seminari di Aikido, Karate, Ju Jitsu, Tai Chi Chuan e tutte le arti marziali Orientali, senza dimenticare le discipline sviluppate in Occidente che da esse traggono origine, come ad esempio Kick Boxing o Krav Maga. Si potranno poi percorrere le tradizioni più antiche dei paesi orientali, dai guerrieri Shaolin ai Samurai, dai cavalieri Coreani alla filosofia che sta alla base delle diverse discipline.

Un po’ di Oriente

Non solo canti, danze e tradizioni, ma anche vere e proprie “parti” di Oriente si potranno visitare e vivere grazie alle ricostruzioni e alle aree dedicate. Tra le novità di questa edizione troviamo la riproduzione di un giardino giapponese, con una tipica abitazione ricreata all’esterno e all’interno con un giardino Zen e un laghetto Koi. I vari personaggi interagiranno con i visitatori per conoscere da vicino gli usi e i costumi giapponesi, attraverso attività come la vestizione del Kimono, la Cerimonia de Tè Cha No Yu e lo Shodo.

Nell’area Zen viene poi riprodotto un piccolo tempio shintoista giapponese, animato da monaci con le classiche attività della spiritualità giapponese, dalla Meditazione Zazen alle pratiche come la pittura Sumi-e o l’Ikebana.

Si potrà poi ammirare una fedele riproduzione di un tempio buddhista dello Sri Lanka, dove monaci cingalesi saranno a disposizione per condividere momenti di preghiera e benedizione. Rimanendo sempre in Sri Lanka, i visitatori potranno visitare anche una riproduzione della Thuparamaya, dalla forma di pagoda a campana, di colore bianco, dedicato alla religione buddhista.

Si potrà poi assaggiare il tè con i pasticcini offerti da ragazze in abiti tradizionali mongoli e ascoltare piccoli concerti dal vivo all’interno di una tradizionale Yurta mongola, sperimentando la tipica cordialità e ospitalità del popolo delle steppe. Nell’Area India, invece, si potranno incontrare e conoscere gli aspetti culturali e tradizionali, dagli abiti ai panorami immortalati in una suggestiva mostra fotografica, e spirituali con aree dedicate alle diverse religioni che caratterizzano il popolo indiano.

Tra le novità gastronomiche, oltre ai ristoranti etnici, c’è poi l’Oriental Street Food: chioschi, furgoncini e punti ristoro offriranno la possibilità di assaggiare il cibo di strada dei paesi orientali, alcuni rivisitati in versione fusion o occidentale.

INFO

Festival dell’Oriente

15-17 dicembre 2017

Padova Fiere, via Niccolò Tommaseo 59

Orario: 10.30 – 22

Ingresso: € 12 intero, € 8 ridotto

www.festivaldelloriente.net

COME ARRIVARE

In auto: A4 Venezia -Milano, uscita Padova Est e seguire indicazioni per Fiera. Oppure A13 Bologna-Padova, uscita Padova Sud e indicazione per Fiera. Sono a disposizione 4 parcheggi da 2150 posti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.