Tremosine, diciotto piccole perle a picco sul lago

Il Comune di Tremosine sul Garda conta ben diciotto frazioni, una più bella dell’altra, attraversate dalla Strada della Forra, definita “la più bella del mondo”. Ecco allora un itinerario che da Pieve porta a Campione del Garda. Con la ricetta del Capù.

Spread the love

È uno dei Comuni più grandi del Garda bresciano, ma è distribuito in ben diciotto frazioni. Tremosine, si erge a strapiombo sul lago di Garda, tra speroni di granito e la macchia mediterranea, nel cuore del Parco Alto Garda Bresciano. È attraversato dalla Strada della Forra, “la strada più bella del mondo”, che corre lungo la forra del torrente Brasa regalando panorami e scorci mozzafiato che spuntano dalle gallerie.

È anche la zona dove i sapori del lago si fondono con quelli di montagna, dando vita a un’enogastronomica unica. I boschi donano alla tavola funghi e pregiati tartufi, il Garda il pesce di lago. Dalla sapienza contadina nascono il miele, l’Olio extravergine del Garda Dop, latticini come la Formaggella di Tremosine, il burro di malga, la ricotta e il Lattecrudo.

Da assaggiare, piatti tipici come la polenta cusa, a base di farina nera, burro e formaggio, i capù, l’antipasto a base di coste ripiene, il gustoso spiedo, ma anche il coniglio e il capretto. Tra i dolci, da assaggiare lo spongadì, una ciambella dalla forma di chiocciola.

Arriviamo nel comune di Tremosine percorrendo la Strada della Forra, incastonata nella montagna. Ci fermiamo nella frazione di Pieve, che funge da capoluogo. Visitiamo a piedi la parte più alta, e antica della città. Qui si scorge la bella chiesa parrocchiale, rifacimento settecentesco di un’originaria pieve romanica. Al suo interno, sono custodite pregiate opere lignee seicentesche del Luchini e di Francesco Barbieri. Degno di nota la “macchina del triduo”, una scenografia settecentesca in legno dipinto che port 365 candele e che per tre giorni all’anno, all’inizio della Quaresima, viene posta sull’altare maggiore.

Proseguiamo fino a Piazza Cozzaglio, da cui si ammira un superbo panorama sul lago e sul Monte Baldo. Sulla piazza si affacciano la casa natale di Arturo Cozzaglio e l’antico palazzo comunale. Nelle vicinanze dell’Hotel Paradiso si trova poi la Terrazza del Brivido, un “balcone” sospeso nel vuoto a 350 metri di altezza da cui si può ammirare un inedito e adrenalinico panorama.

SECONDO GIORNO: Verso Campione del Garda

Poco più di 8 km separano Pieve da Campione del Garda che si affaccia direttamente sul lago. La raggiungiamo in auto percorrendo la SP38 e poi la SS45 bis. La frazione sorge sul delta del torrente San Michele, e sale in un incredibile canyon che si fonde nella faglia rocciosa.

Tra le peculiarità del paese, c’è Villa Archetti, che prende il nome della famiglia che, nel XVIII secolo, diede vita alla filanda su cui si basò l’economia di Campione fino alla seconda metà dell’Ottocento. Dopo un periodo di crisi, grazie all’intervento di Giacomo Feltrinelli, nel 1896, il borgo si ripopolò grazie alla costruzione di un villaggio operaio, di cui rimangono le vestigia.

Oggi, Campione ammalia per la sua atmosfera rilassata, per le sue spiaggette sul lago e per il clima mediterraneo. È anche un piccolo paradiso per gli sportivi, che possono praticare il kitesurf e altri sport a vela. La profonda gola del torrente San Michele è perfetta per il canyoning, mentre i sentieri 202 e 207 si inerpicano lungo il canyon e collegano Campione a Pregasio e a Tignale, dove si trova lo splendido Santuario di Montecastello. Il sentiero 201, invece, sale lungo il canyon della Forra e arriva fino alla Terrazza del Brivido di Pieve.

Capù

Il tipico antipasto della tradizione di Tremosine, un piatto povero ma gustoso, a base di ingredienti semplici.

Ingredienti

  • 500 gr di coste (biete)
  • 1 mazzolino di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 panini secchi grattugiati
  • 3 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • 3 uova
  • 2 pizzico di sale

Tagliate le coste sottilissime e lasciate da parte alcune foglie grandi. Tritate insieme l’aglio e il prezzemolo. In una terrina mescolate il trito di aglio e prezzemolo, i panini secchi grattugiati, il parmigiano, le uova, il sale e le coste tagliate fini. Dividete poi il composto in parti uguali e distribuitelo nelle foglie grandi. Arrotolatele e legatele con del filo bianco per alimenti. Mettete i capù a cuocere nell’acqua bollente senza sale per circa 20 minuti. Scolateli, poi metteteli su un piatto di portata, tagliateli a fette e conditeli con un filo di olio di oliva.

Il vino: Garda Classico DOC Chiaretto, un rosé con riflessi rubini, dal profumo fine, intenso e con sentori floreali e fruttati. Di sapore fresco, fine e con un leggero retrogusto di mandorle accompagna bene tutto il pasto

DOVE COMPRARE

*Cooperativa Alpe del Garda, via Provinciale 1, Tremosine, tel 0365/953050, www.alpedelgarda.it . Azienda agricola e caseificio con vendita al dettaglio, offre formaggi tipici del Garda, come la Formaggella di Tremosine, anche aromatizzata e senza lattosio, Lattecrudo, formaggio in olio di oliva e torte ai formaggi.

*Cooperativa Agricola Possidenti Oliveti, via Campaldo 2, Limone sul Garda, tel 0365/954148, www.oleificiolimonesulgarda.it Vendita al dettaglio di Olio Extravergine di Oliva Garda Bresciano DOP e di prodotti tipici tra cui formaggi, salumi, vino e grappe.

COME ARRIVARE  

In auto: A22 del Brennero con uscita Rovereto Sud. Proseguire seguendo le indicazioni per Riva del Garda e Limone sulla SS45 bis (strada Gardesana) fino al bivio per Tremosine. Oppure A4 Milano-Venezia con uscita Brescia Est, seguire indicazione per Lago di Garda, poi proseguire sulla Tangenziale Est fino a Salò e poi indicazioni per Riva del Garda. Mantenersi sulla Gardesana fino a Limone e prendere a sinistra il bivio per Tremosine.

DOVE MANGIARE

*La Forra, via Benaco 24, Tremosine sul Garda (BS), tel 0365/918166, www.laforra.com

Ristorante e pizzeria che offre piatti a base di carne e di pesce tipici del territorio. Buona carta dei vini. Ambiente elegante, tranquillo e rilassato. Prezzo medio alla carta € 30/35.

*Ristorante Panorama, via Coste 19, loc. Le Valli, Tremosine, tel 0365/953178, www.panoramadelgarda.it Offre un ricco menù con i piatti della tradizione italiana e locale, tra cui zuppe, secondi di carne e di pesce. Prezzo medio alla carta € 30/35

DOVE DORMIRE

*Hotel Le Balze****, via Delle Balze 8, Tremosine sul Garda (BS), tel 0464/557809, www.hotellebalze.it In posizione panoramica con vista sul lago di Garda, la struttura è provvista di centro benessere con piscina coperta, ristorante, centro sportivo. Doppia con colazione da € 81, con trattamento ½ pensione da € 110.

*Hotel Garni Bel Sito***, via Castelgarda 1, loc, Voltino di Tremosine (BS), tel 0365/917114, www.belsitohotel.it A 5 km da Tremosine, offre una vista panoramica sul lago, piscina scoperta con lettini, ristorante e bar. Le camere dispongono di balcone, bagno privato con doccia, set di cortesie, wi fi, asciugacapelli. Colazione a buffet con prodotti dolci e salati della tradizione. Doppia con colazione da € 34 a € 54.

INFO

www.infotremosine.it www.comune.tremosine.bs.it

Print Friendly, PDF & Email