Weekend Italy

Tra fioriture, giochi e sapori, ecco dove andare il prossimo weekend

image_pdfimage_print

La Primavera è la stagione dei fiori e in tutta Italia si moltiplicano gli eventi e le occasioni per ammirare le strepitose fioriture colorate. Ma la bella stagione mette anche un certo appetito, soprattutto dopo un’escursione o una gita fuori porta. Ecco, allora, che l’occasione è davvero ghiotta per partecipare ai primi eventi dedicati all’enogastronomia locale. Infine, per gli appassionati di giochi da tavola, torna a Modena Play, uno dei maggiori festival italiani dedicati ai giochi da tavola. Amanti dei libri? A Napoli, nella splendida cornice di Castel Sant’Elmo torna NapoliCittà Libro.

Al Castello di Tabiano (PR) la prima edizione di “Fiori, saperi e sapori”

Sabato 6 e domenica 7 aprile, dalle 10 alle 19, nella prestigiosa cornice del Castello di Tabiano, in provincia di Parma, si tiene la prima edizione di “Fiori, saperi e sapori”, che chiama a raccolta i migliori produttori della tradizione locale, tra florovivaisti, esperti creatori di specialità alimentari e di artigianato.

Nelle cantine del castello, i produttori di culatello, prosciutto, strolghino, miele, Parmigiano Reggiano, miele e molto altro faranno assaggiare e acquistare le loro prelibatezze. Tra i protagonisti ci sarà lo chef stellato Massimo Spigaroli, titolare dell’Antica Corte Pallavicina. Ai fornelli si esibirà anche Maurizio Morini, chef dell’Antico Caseificio del Borgo di Tabiano, che insieme agli allievi della Scuola Alberghiera di Salsomaggiore offriranno ai presenti degustazioni di ricette locali.

Si potranno poi ammirare fiori di ogni varietà e acquistare lavorazioni artigianali, degustare specialità enogastronomiche e conoscere una zona ricca di arte e cultura. Con lo stesso biglietto di ingresso, al costo di 10 euro, sarà infatti possibile visitare le antiche Terme di Berzieri di Salsomaggiore, capolavoro liberty unico in Europa.

Sarà a disposizione una navetta dal castello alle terme.  Si potrà poi visitare anche il Castello di Tabiano, con i saloni da ballo decorati con stucchi, affreschi e stemmi, la cappella privata e lo scalone d’onore.

INFO: www.castelloditabiano.com

A Modena “Play – Festival del gioco” celebra i 50 anni dello sbarco sulla Luna

“Il gioco è una cosa seria”, ha affermato lo scrittore e pedagogista tedesco Jean Paul. E l’11° edizione di “Play -Festival del gioco” che si tiene nei padiglioni del quartiere Fieristico di Modena dal 5 al 7 aprile, lo prende in parola!

La più importante manifestazione italiana dedicata ai giochi da tavola accoglie i visitatori con 130 espositori, distribuiti su 22 mila metri quadrati tutti dedicati al gioco e all’intrattenimento. L’edizione di quest’anno, poi, è dedicata ai cinquant’anni dello sbarco sulla Luna (era il 1969) dando ai visitatori la possibilità di vivere la simulazione di quell’avventura attraverso un viaggio spaziale. Grazie alla collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) saranno approfonditi i temi dell’esplorazione spaziale tra giochi, laboratori didattici e giochi in scatola a tema a disposizione di tutti.

Per quanto riguarda l’aspetto formativo e didattico, quest’anno Play ospita anche le Olimpiadi della Matematica e le Finali Nazionali del Campionato Studentesco di Giochi Logici. Una delle novità sarà il Quadrilatero dei Librigioco, tra storie a bivi, avventure in solitario e romanzi tutti da giocare dove i massimi esperti di narrativa interattiva organizzeranno sezioni di gioco e di lettura, tornei, conferenze, dimostrazioni dal vivo e incontri con i principali autori, illustratori ed editori di librogame, con ospiti di fama nazionale e internazionale.

INFO

Play – Festival del Gioco, ModenaFiere, Viale Virgilio 70. Orario: ven e sab 9-20; dom 9-19. Biglietti: giornaliero intero € 15; ridotto sab e dom € 13; ridotto ven € 10; bambini 4-10 anni € 4. Abbonamento 3 giorni € 34; abbonamento 4-10 anni € 9. www.play-modena.it/

A Marsciano (PG) per la Fiera Verde

È una delle manifestazioni dedicate al florovivaismo più importanti dell’Umbria e quest’anno si rinnova per la sua 22° edizione. Fiera Verde – Tradizioni e Sapori torna infatti nel centro storico di Marsciano, in provincia di Perugia, nel weekend del 6 e 7 aprile con un ricco calendario di iniziative collaterali per grandi e piccoli.

Saranno più di 60 gli stand che offriranno al pubblico piante e fiori di ogni genere, attrezzatura per il giardinaggio e l’agricoltura e florovivaistica, ma anche prodotti agroalimentari e della tradizione. L’inizio della Fiera sarà preceduta, venerdì 5 aprile, da un’anteprima presso il Museo Dinamico del Laterizio e delle Terrecotte con l’incontro promosso dalla Strada dei Vini del Cantico.  

Tra le iniziative in programma domenica 7 aprile, invece, ci sarà Eco Walk una passeggiata ecologica lungo le sponde del fiume Fersinone, promossa nell’ambito del progetto European Educatione Fostering Ecotourism. Non mancheranno nemmeno i laboratori didattici e gli spazi giochi per bambini, che rimarranno attivi per tutta la durata dell’evento.

INFO: www.comune.marsciano.pg.it

NapoliCittàLibro, la II edizione ha come tema gli “Approdi”

Si tiene dal 4 al 7 aprile, nella splendida cornice di Castel Sant’Elmo, la fortezza sulla collina del Vomero con una splendida vista sul golfo di Napoli, la II edizione di NapoliCittàLibro. Il tema di quest’anno sarà “Approdi”, nell’ottica della cultura vista come porto sicuro “in un’epoca in cui il confine tra opinioni e fatti è sempre più sbiadito”, ed “è necessario fermarsi e ritornare ai fondamentali”.

Attorno all’Auditorium centrale si sviluppano tre sale, Levante, Ponente e Libeccio, che ospiteranno gli oltre 80 incontri in programma, tra editori e scrittori. Accanto agli eventi che inviteranno alla riflessione generale sul tema degli “Approdi” ci sarà uno spazio speciale, chiamato “Un’ora”, in cui si alterneranno molti ospiti e protagonisti della scena culturale italiana.

Tra questi Raffaele La Capria (4 aprile alle 12.30, Sala Ponente) con una lectio sulla vita e il rapporto tra verità et trasfigurazione narrativa. Sarà poi la volta della scrittrice Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri (7 aprile alle 11.30, Sala Ponente) che parlerà dell’equilibrio tra libertà e appartenenza. Sarà poi la volta di Gianrico Carofiglio (5 aprile alle 18, Sala Rosa dei Venti) che illustrerà come il metodo investigativo possa aiutarci a scoprire la verità dentro noi stessi.

Lo scrittore e magistrato Giancarlo Di Cataldo (6 aprile alle 16, Sala Libeccio) parlerà di finzione, mentre Francesco Piccolo ed Ester Viola (6 aprile alle 18, Sala Rosa dei Venti) tratteranno il tema degli stereotipi di genere. Licia Troisi (6 aprile alle 16, Sala Rosa dei Venti) parlerà invece della ricerca scientifica come spunto per il fantasy.

Tra gli ospiti più attesi, Pippo Baudo (4 aprile alle 16, Sala Rosa dei Venti) che parlerà della sua straordinaria carriera” e Rita Dalla Chiesa (7 aprile alle 15, Sala Libeccio).

INFO: www.napolicittalibro.it

A Palermo c’è il Cannolo Festival

Scorza più o meno croccante, ricotta cremosa o grezza, con cioccolato, frutta candita o granella di pistacchio, aroma di cacao o di caffè, ma anche quel tocco in più, mantenuto segreto, che rende la ricetta di ogni pasticceria, o di ogni famiglia, segreto. È il cannolo siciliano, uno dei dolci che tutto il mondo ci invidia, e che sarà celebrato, nel weekend del 6 e 7 aprile a Palermo, a San Lorenzo Mercato, con il Cannolo Festival, che si propone di battere il record della scorsa edizione, con oltre 7 mila cannoli preparati con più di 11 quintali di ricotta fresca.

Il Festival si svolge come una gustosa “disfida” tra le pasticcerie del territorio per aggiudicarsi l’ambito titolo di “Miglior cannolo”. A sfidarsi saranno quattro Maestri Pasticceri, custodi di ricette secolari, provenienti da tre diverse province siciliane.

Tra questi di saranno i campioni in carica il F.lli Biscari della Pasticceria del Corso di Santa Cristina Gela (PA), vincitori delle prime due edizioni, Giorgio Clesceri della Pasticceria Clesceri di Piana degli Albanesi (PA), noto come il “paese dei cannoli”, il Bar Vultaggio da Fulgatore, a pochi km da Dattilo, in rappresentanza della provincia di Trapani, famosa per il suo cannolo dalla scorza più allungata e appuntita e per l’utilizzo della ricotta più grezza, e Lillo Freni da Messina, già protagonista e ospite di eventi e trasmissioni televisive.

Saranno allestite quattro postazioni, dalle 11 alle 22, dove i visitatori avranno la possibilità di assaggiare i cannoli dei quattro Maestri Pasticceri in gara attraverso l’acquisto di un ticket degustazione, e di votare il loro preferito. Il volo “popolare” si aggiungerà poi a quello di una giuria di qualità per decretare, domenica alle 21, il cannolo più buono dell’edizione 2019 del Festival.

Non mancheranno nemmeno i cannoli senza glutine, per chi soffre di celiachia o intolleranze, con ricotta fresca di pecora. Domenica alle 11.30, invece, i più piccoli avranno la possibilità di prendere parte al laboratorio didattico “Prepariamo il cannolo” per imparare a preparare i cannoli siciliani, dalla scorta alla lavorazione della ricotta, alle decorazioni.

INFO: www.sanlorenzomercato.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.