Servizi esclusivi e superlussi, così gli hotel “viziano” i clienti

Una ricerca di Hotelscan ha evidenziato quali sono i servizi più stravaganti, lussuosi, bizzarri che le strutture più all’avanguardia mettono a disposizione della clientela. Si va dal maggiordomo robot al massaggio al gin tonic, dal braccialetto multitasking agli alberghi a tema. Scopriamoli insieme.

Spread the love

C’è il manager che anche in vacanza vuole sempre essere connesso e chi in vacanza vuole disintossicarsi dalla presenza del cellulare, c’è chi vuole solo dormire e avere tutto a portata di mano. Per venire incontro alle esigenze della propria clientela, ma anche per stupirla e coccolarla, le strutture alberghiere offrono servizi sempre più esclusivi, lussuosi, a volte persino superflui o bizzarri.

Una ricerca condotta da Hotelscan.com, il motore di ricerca di hotel e altri tipi di alloggi, ha evidenziato come la maggior parte dei viaggiatori, prima di scegliere la struttura dove pernottare o trascorrere le vacanze, valuta non solo la camera, ma anche i prodotti compresi nel bagno, l’offerta dei canali televisivi o del minibar e, spesso, molto più di questo. La ricerca ha anche messo in luce quali sono i servizi che iniziano a essere offerti nei migliori hotel, riscuotendo sempre più successo. Vediamone insieme alcuni.

A gestire i miei social ci pensa il Community Manager

Che gusto ci sarebbe a soggiornare in un albergo esclusivo o di lusso senza farlo sapere ai propri followers e suscitare le loro invidie? Anche questo, però è un lavoro e in vacanza bisogna pur rilassarsi e divertirsi! Per questo alcuni hotel offrono alla clientela che vuole essere sempre connessa un Community Manager, che durante il soggiorno si occupa di gestire i profili social del cliente e intrattenere i suoi “seguaci”. E per i collezionisti di “like” su Instagram c’è anche un addetto ai social che scegli le migliori cornici, i filtri per ogni foto e tutto quanto per farli sembrare scatti da vero professionista!

Cellulare mio, non ti conosco!

Viceversa, c’è anche chi considera il vero lusso andare in vacanza dimenticandosi del cellulare e dei social network. Sono sempre più popolari e richieste le terapie da “disintossicazione tecnologica” con programmi in cui gli ospiti si liberano di tutti i loro dispositivi digitali consegnandoli al personale dell’albergo. Il cellulare resta “confiscato” per tutto il soggiorno e, in cambio, vengono forniti libri, corsi di yoga, passeggiate a cavallo o massaggi rilassanti. Anzi, in alcuni casi i massaggi sono proprio finalizzati ad eliminare le contratture e le rigidità “da cellulare” a mani, polsi, braccia e collo. E per chi “resiste” senza il cellulare possono essere previsti anche sconti sul soggiorno o sui servizi aggiuntivi.

Rendere unica una vacanza a due

Molte persone cercano qualcosa di speciale per sorprendere il partner durante una vacanza o un weekend: un’esperienza romantica, come una cena a lume di candela, fiori e champagne in camera o trattamenti benessere di coppia. Ma se un tempo ci si doveva organizzare da soli, e per tempo, ora sono gli stessi hotel che si occupano di tutto, offrendo alla propria clientela un pacchetto di sorprese con la complicità dell’Experience Planner, capace di organizzare una consegna particolare a mano, un giro in moto per la città, o un pic-nic all’aperto con panorama mozzafiato. La formula è valida anche per i gruppi che cercano qualcosa di originale e allo stesso tempo vogliono la comodità di avere tutto già pianificato. L’Experience Planner può anche creare per i clienti un’agenda di attività ricreative e di intrattenimento su misura per il loro viaggio, i loro gusti ed esigenze.

C’è anche il maggiordomo personale

Perché sottrarre tempo prezioso alla vacanza per disfare e rifare le valigie, oppure sistemare le proprie cose in bagno o negli armadi? Alcuni hotel di lusso offrono un servizio di maggiordomo personale, che si occupa di disfare le valige all’arrivo degli ospiti e sistemare il tutto negli armadi e in bagno, così come di rifarle alla partenza. Non solo. Possono anche occuparsi di imballare comodamente gli acquisti effettuati durante il soggiorno, soprattutto quelli fragili o che richiedono un’attenzione particolare.

Contanti o carta di credito? A pagare ci pensa un braccialetto

L’uso dei braccialetti di identificazione negli hotel non è una novità. Spesso vengono utilizzati per distinguere quali clienti hanno la formula all-inclusive e quali no. Ma di recente sono stati pensati simili braccialetti per sostituire i contanti e le carte di credito. Si tratta di braccialetti che possono aprire la porta della stanza quando vengono avvicinati alla serratura, così come pagare cibo al ristorante o trattamenti nella spa dell’hotel. Per funzionare, devono essere collegati all’applicazione mobile dell’hotel, via Bluetooh.

Con questo braccialetto è possibile effettuare pagamenti anche in esercizi commerciali o ristoranti della zona intorno all’albergo, evitando che il cliente si debba portare il portafoglio. È anche impermeabile, quindi non è necessario toglierlo per andare in piscina o in spiaggia se si è al mare. Poiché questi braccialetti sono connessi alla app dell’hotel, è anche possibile controllarne l’uso da parte dei minori, nonché fissare un credito massimo, richiedere ricevute per le spese effettuate o annullare i servizi.

Un robot come concierge

L’uso di robot reattivi sta prendendo piede negli hotel più all’avanguardia. Le versioni possono variare, si va dal simpatico animale meccanico, al robot receptionist o androide. Tutto è automatico e senza la presenza di esseri umani: ci si registra su un touch panel, c’è un braccio robotico che si occupa delle valigie e il riconoscimento facciale per accedere alla stanza.

In Giappone ci sono già hotel gestiti quasi esclusivamente da robot che compiono gesti umani: lampeggiano, guardano negli occhi, sembrano respirare e parlano più di dieci lingue. Nessuna chiave o tessera viene utilizzata per accedere alla stanza. Le porte si aprono con il riconoscimento facciale. Addirittura, in alcuni hotel i robot si occupano anche di preparare il caffè, pulire o consegnare i vestiti. Al momento ci sono comunque umani in carne e ossa in servizio, ma l’intenzione di molte strutture è di sostituire il personale quasi del tutto, arrivando fino al 90% di dipendenti androidi.

Il massaggio è al Gin Tonic

Secondo Hotelscan.com, uno dei lussi più cool pensati da un hotel ha riunito insieme due cose molto apprezzate dai viaggiatori, cocktail e benessere, creando così il trattamento speciale chiamato Gin Spa. Il rituale si divide in un delicato peeling del corpo e in un massaggio che viene eseguito con prodotti aromatici utilizzati anche nella preparazione dei migliori gin tonic: cetriolo, agrumi, petali di rosa e frutti rossi. Inoltre, per rilassarsi di più, si può usufruire del trattamento gustando un gin tonic vero e proprio, mentre si contempla il mare.

L’Hotel? Tutta un’altra musica!

Per gli appassionati di musica, ci sono poi diversi hotel musicali che offrono ai loro ospiti soggiorni a tema che iniziano dal momento in cui mettono piede nella hall. Già qui, i clienti possono dimostrare il loro talento cimentandosi con i tasti di un pianoforte gigante, suonando quanto vogliono, per continuare con eventi e concerti durante tutto il soggiorno. Le camere e le sale rendono omaggio a diversi generi musicali con chitarre e altri strumenti a disposizione e non mancano dj set che offrono esperienze stravaganti. Tutte le camere, ovviamente, sono insonorizzate.