Weekend In Auto

Tra le strade di Milano a bordo di Peugeot 508 SW

image_pdfimage_print

Finite le vacanze di Natale ci ritroviamo a Milano per riprendere la quotidianità della città nel mese piú freddo dell’anno. Ma per rendere meno amaro il ritorno in ufficio, abbiamo scelto di farci sedurre al volante della nuova Peugeot 508 SW.

La familiare del Leone debutta sul mercato italiano con le carte in regola per sovvertire i codici delle station wagon tradizionali di classe media, il cosiddetto segmento D. L’auto, con il suo profilo basso e dinamico, si caratterizza per un design molto distintivo. Abbina eleganza atletica e praticità, in termini di abitabilità, volume ed accessibilità al bagagliaio (molto capiente, fino a 1.780 litri).

Dotata del Peugeot i-Cockpit di nuova generazione (plancia avvolgente, tunnel alto, volante di diametro ridotto e cruscotto elevato) e un raggio di sterzata contenuto, è pronta per affrontare tutti i percorsi che un’auto di questa categoria è chiamata a percorrere: tra le strade della città in mezzo al traffico possiamo testare tutta la maneggevolezza della vettura. L’esemplare guidato, con il 2.0 turbodiesel da 177 CV, fa egregiamente il suo dovere anche con una massa non indifferente. Gran parte di questo merito va al cambio EAT8, dotato anche di paddle al volante. Il propulsore ha una bella voce, percepibile negli affondi. Il comfort, comunque, è un punto di forza.

Auto raffinata

La ricercatezza delle strade del centro Milano si riflette, per certi versi, nell’abitacolo della nuova Peugeot 508 SW. Davanti al guidatore, c’è l’ottimo quadro strumenti interamente digitale da 12,3 pollici, ad alta risoluzione e completamente riconfigurabile. I settaggi influenzano anche le modalità di guida Eco, Sport, Comfort e Normal, dove a cambiare sono i parametri del powertrain e dell’assetto.

Adas (assistenza alla guida) numerosi i sistemi disponibili: il Night-Vision System (rileva la presenza di esseri viventi davanti al veicolo, di notte o con scarsa visibilità fino a 200-250 metri, oltre la portata degli abbaglianti), la frenata automatica con rilevamento di pedoni e ciclisti, l’Active Lane Departure Warning (corregge l’uscita involontaria del veicolo dalla carreggiata), il Driver Attention Warning, il controllo automatico degli abbaglianti, il riconoscimento e il mantenimento dei limiti di velocità, l’Adaptive Cruise Control con funzione Stop&Go, il Lane Positioning Assist, l’High Beam Assist (commutazione automatica abbaglianti/anabbaglianti), l’Extended Traffic Sign Recognition, l’Active Blind Spot Monitoring, il Visiopark 360° e il Full Park Assist con sistema Flankguard.

In Italia, la nuova 508 si presenta con una gamma costituita da cinque allestimenti (Active, Business, Allure, GT Line e GT), cinque motorizzazioni (tre diesel e due benzina) e due tipologie di trasmissioni (manuale a sei marce o automatica). A breve, poi, arriverà una versione ibrida plug-in. Per essere green anche sul lago più glamour.

Compagna di viaggio 

Progettata e disegnata con la berlina, la  Peugeot 508 SW ne riprende tutte le caratteristiche. Il look rivoluzionato è solo la punta dell’iceberg di un progetto articolato, dai contenuti tecnici di spessore. Lo dimostra l’utilizzo della piattaforma EMP2  che garantisce qualità dinamiche e  un alleggerimento della massa (-70 kg in media rispetto alla precedente) a vantaggio dei consumi, della sicurezza passiva e delle prestazioni. E poi: retrotreno a bracci multipli abbinato alla sospensione con ammortizzazione variabile per il massimo  comfort.  Inoltre taratura del servosterzo elettrico per una maneggevolezza fuori dal comune.

 Scheda tecnica

Potenza: 130 kW-177 CV a 3.750 giri

Coppia: 400 Nm a 2.000 giri

Velocità massima: 231 km/h

Consumo medio: 4,7 l/100 km (21,2 km/l)

Emissioni di CO 2 : 124 g/km

Prezzi: da 31.730 euro