Pagani Huayra Roadster: un leasing da record

Una finanziaria americana offre il finanziamento più alto del mondo per la fantastica hypercar italiana

Spread the love

I record nel mondo dell’automobile non sono circoscritti ai tempi sul giro al Nürburgring, alla velocità massima su un lago salato nello Utah oppure all’accelerazione 0-100, 0-200, 0-300 o perfino 0-400. Esistono da molto tempo i record per l’auto più costosa (pare la Lamborghini Veneno, 3,3 milioni di euro nel breve periodo in cui hanno prodotto i 9 esemplari). Ora la categoria si è allargata. Viene infatti introdotto il record per l’auto dal leasing più costoso e se lo aggiudica la Pagani Huayra Roadster.

 

PAGANI HUAYRA ROADSTER, LEASING MILIONARIO

Pagani Huayra Roadster

La Pagani Huayra è una hypercar, come tutti i modelli prodotti a Modena dal mitico Horacio Pagani, ingegnere argentino trapiantato in Romagna. Queste auto hanno incredibili soluzioni tecniche, design stupefacente e prestazioni da paura. Vengono prodotte in serie limitatissime e quindi costano svariati milioni. Sono quindi destinate alle persone più ricche del pianeta, gente che di solito viaggia col jet personale, quindi non ha problemi nel sborsare cifre di tale entità in contanti.

Tuttavia il mondo moderno è fondato sul credito, anzi sul debito. La rateazione è l’anima del commercio. Se si possono acquistare ville a rate, perché non anche le hypercar? E perché, già che ci siamo, non la facciamo figurare come bene aziendale per ridurre le tasse? Questa è la domanda che si devono essere posti alla Putnam Leasing, società finanziaria americana (solo negli USA potevano concepire una cosa del genere).

Pagani Huayra Roadster

Allora ecco pronta l’offerta per le corporation: una splendida Pagani Huayra Roadster in leasing. Invece di sborsare la bellezza di 2,7 milioni di dollari in contanti (pari a circa 2,26 milioni di euro) per il prezzo senza optional, i rampanti clienti se la possono cavare con un piano da 25.339 dollari per 60 mesi. Naturalmente va versato un piccolo anticipo, solo 700.000 dollari, una bazzecola. Il totale fa 2,2 milioni e rotti. Un affarone.

La Pagani Huayra Roadster è un gioiello della tecnica, una vera opera d’arte su quattro ruote. Per descriverla sono sufficienti le parole dello stesso Horacio, quando ne racconta l’origine: “Tutto doveva essere unico, come una macchina ricavata da un blocco di marmo di Carrara”. Allora anche i dati tecnici diventano quasi superflui. Citiamo solo il motore Mercedes-AMG, appositamente costruito per le specifiche Pagani, un V12 6.0 biturbo da 764 cavalli di potenza e 1.000 Newton metri di coppia massima, su un monoscocca in carbo-titanio e telaio in tubi di acciaio al cromovanadio, per un peso a secco di soli 1.280 Kg.

C’è però un piccolo particolare che non quadra nell’offertona americana. La Pagani ha fissato la produzione della Huayra Roadster in soli 100 esemplari, tutti già prenotati in anticipo. Quindi il leasing è su una Pagani di “seconda mano”? Chissà il chilometraggio.