Puglia. Alla scoperta dei borghi segreti: Oria

Una delle dieci meraviglie segrete della Puglia è Oria dove si trova una fortezza dalla forma di vascello

Spread the love

Il castello di Oria, in provincia di Brindisi, si erge sul colle del Vaglio occupando la parte più alta dell’antica città, che secondo Erodoto fu fondata da un gruppo di naufraghi cretesi che la chiamarono Hyria. L’area del castello era occupata dall’acropoli messapica, che nel VI secolo si dotò di mura (come si può vedere nella piazza della cattedrale), mentre tra il tra il 1225 e il 1233 la fortezza venne ampliata e riprogettata da Federico II. Il Castello, le cui mura esterne sono dotate di merlature e torrette aggettanti, ha la peculiare forma di un vascello, un triangolo isoscele con il vertice a nord e base a sud, ben sorvegliato da tre torri: le due circolari, di epoca angioina, “Del Cavaliere” e “Del Salto”, e quella “Dello Sperone”, che guarda a nord, riferibile al periodo svevo. La piazza d’arme, all’interno, poteva accogliere 5000 soldati, fornita di caserme, magazzini, cisterne e passaggi segreti. Ai piedi della Torre del Salto, colonne e marmi dell’antica chiesa bizantina indicano l’ingresso all’Ipogeo dei SS. Crisante e Daria, primi protettori della città, costruito dal Vescovo Teodosio nel 1890 circa sui ruderi di un tempio pagano. Nuovo vanto di Oria è il Museo Archeologico di Oria e dei Messapi, ospitato dallo scorso aprile nei rinnovati spazi del settecentesco Palazzo Martini, con un percorso di dieci sale che racconta la storia della città messapica dalle origini all’età romana: plastici che ricostruiscono un passato glorioso, reperti raffinati e unici come il pettine in osso lavorato con la raffigurazione di scene tratte dall’Iliade.

INFO: www.oria.online

DOVE MANGIARE: Cucina tipica rivisitata nel raffinato ristorante dedicato a Vincenzo Corrado, filosofo, gastronomo e cuoco del 1700, Trattoria Corrado, nel centro storico di Oria. Varietà di birre abbinate a stuzzichini preparati con cura e cibi di una volata a Il Castello Pub, Taverna e Birreria, nel centro di Oria (piazza Domenico Albanese, 9, 72024 Oria, Brindis. Tel. 392 0483949).

DOVE DORMIRE: La Masseria Palombara è una tenuta biologica nel cuore del Salento per soggiorni di relax tra mandorli, palme e ulivi secolari con un edificio storico (del 1600-1800) di 13 camere e un complesso di 7 camere nelle annesse case coloniche. L’albergo diffuso Borgodioria Resort è il modo migliore per soggiornare in una affascinante dimora medievale perfettamente ristrutturata nel centro storico di Oria.

Print Friendly, PDF & Email