Opel Crossland X su quel ramo del Lago di Como

WEEKEND CAR OUTDOOR - Crossover urbano adatto anche alle scampagnate e ai fine settimana fuori porta. La nostra prova sulle rive del Lago di Lecco

Che lo si chiami crossover o SUV il nuovo Opel Crossland X ha una vocazione ben precisa e un habitat accuratamente delimitato: la città. Dimensioni compatte, design alla moda, tutte quelle dotazioni tecnologiche tanto cercate dai più giovani. Un mezzo che se la cava bene quotidianamente nelle giungle urbane ma all’occorrenza è anche in grado di accompagnarci nella classica gita fuori porta. Per weekend in campagna o al lago. E’ appunto un ambiente lacustre quello che abbiamo scelto per la nostra prova: il Lago di Lecco, proprio nel circondario del capoluogo che dalla Brianza accompagna lo sguardo verso le Alpi.

 

IL DESIGN DI OPEL CROSSLAND X E’ GIOVANE E DINAMICO

Opel Crossland X

Opel Crossland X è soprattutto un crossover cittadino, abbiamo detto. Allora cominciamo da ciò a cui viene data la maggiore importanza: l’aspetto, il look. In altre parole, il design. Crossland X è un’auto alla moda? Chi scrive non sa e non vuole sapere nulla di moda, quindi riformuliamo: Crossland X è un’auto bella da vedere? Certamente. Il pubblico a cui è prevalentemente destinata (famiglie ma anche coppie o single di età medio/bassa) troverà parecchie affinità col proprio senso estetico; a cominciare da quel frontale col logo del fulmine circondato da due ali che conducono lo sguardo verso i fari, la cui firma grafica a LED è la tipica freccia delle Opel contemporanee. Il paraurti è dominato da una protezione centrale che finisce nel sottoscocca, per ricordarci l’anima da crossover, sottolineata anche dalle scolpiture sul cofano e intorno ai gruppi ottici. Passando alla vista di profilo, l’impostazione bicolore (di serie per il top di gamma, optional per le altre versioni) “schiaccia” verticalmente la carrozzeria, accentuando l’idea dinamica, ben assecondata dalla linea molto morbida del tetto e accompagnata dalla elegante cromatura che si estende per tutta la lunghezza; a fare da contrasto troviamo le scolpiture nella zona portiere che suggeriscono la robustezza stile SUV, allo stesso modo del fascione inferiore, nel colore del tetto. L’anima più avventurosa è sottolineata nella coda, dove la protezione del sottoscocca sale fino ad occupare l’intero paraurti. I gruppi ottici sono inclinati verso lo stemma del fulmine al centro, per completare un’estetica capace sicuramente di catturare l’attenzione.

Opel Crossland X

Arriviamo agli interni della Opel Crossland X. I sedili, certificati AGR (associazione tedesca di esperti di ergonomia) come in tutti i modelli più recenti della casa, permettono di viaggiare molto comodamente grazie alle ampie regolazioni, al sostegno lombare elettropneumatico e al supporto estensibile per le cosce; la seduta è abbastanza soffice, decisamente comoda. Dietro lo spazio è adeguato data la lunghezza contenuta della vettura; lo spiovente del tetto non è accentuato, quindi resta anche un sufficiente spazio per la testa. I posti sarebbero cinque ma, come per quasi tutte le automobili in circolazione, si sta bene in quattro.

Opel Crossland X

L’aspetto della plancia mostra una certa eleganza, lo stile riprende quello di Astra e Insignia con i dovuti adattamenti alla diversa classe del prodotto. Schermo centrale touch di ampie dimensioni, integrato saggiamente da pulsanti e manopole per le funzioni che necessitano azione rapida, come selezione tipo media, volume e climatizzazione. Il volante è multifunzione e integra tutto il resto, i pulsanti sono nelle posizioni giuste. L’esemplare da noi provato includeva anche lo head-up display: un accessorio che potrebbe anche sembrare superfluo ma al quale, una volta fatta l’abitudine, non si riesce più a rinunciare. Il bagagliaio non è enorme in assoluto quando i sedili sono rialzati (410 litri). Ma una volta abbattuti si arriva ad un volume di 1.255 litri che, per un segmento B, non è certo disprezzabile.

IL LAGO DI LECCO TRA NATURA E STORIA
Veduta notturna di Lecco – Credit: Luca Casartelli – CC 3.0

E’ impossibile evitare l’introduzione dei Promessi sposi, le cui prime righe sono state abusate da tutti, anche da noi nel titolo. Il ramo lecchese è certamente meno noto e anche meno provvisto d’infrastruttura turistica (forse proprio per quello) di quello comasco. Ma non significa che sia un deserto. Le spiagge sono parecchie, da Malgrate a Varenna, da Mandello ad Abbadia Lariana. Non mancano nemmeno i punti d’interesse architettonico o storico. E’ naturalmente la città di Lecco quella che offre di più, date dimensioni e risorse. A parte il passeggio sul lungolago, si può intraprendere la visita del classico percorso manzoniano, cioè Villa Manzoni e il suo museo, la chiesa di don Abbondio, la casa di Lucia, il Tabernacolo dei Bravi, la residenza di don Rodrigo e, presso Calolziocorte, il castello di Rossino, considerato come la dimora dell’Innominato. Interessante anche il museo archeologico e naturalistico. Inoltre da appassionati motoristi non possiamo fare a meno di citare, a Mandello del Lario, il museo della Moto Guzzi.

Lecco

Lecco è a due passi da Milano, si percorre la tortuosa statale 36 e in circa mezz’ora si è arrivati. Dove mangiare? Ad esempio al ristorante Nicolin, tra i più apprezzati della zona, cucina italiana e mediterranea con opzione menù senza glutine. Info – Ristorante albergo Nicolin – Via Amilcare Ponchielli 54, 23900 Lecco – Tel. 0341.422122. Un hotel? NH Lecco Pontevecchio, quattro stelle, servizio in camera, ristorante, wi-fi gratuito, colazione inclusa, lavaggio a secco, servizio in camera, sale riunioni, centro congressi, sala banchetti, bar/lounge. Info – NH Lecco Pontevecchio – Via A. Visconti, 84, 23900, Lecco – Tel. 0341.238000.

OPEL CROSSLAND X, AGILE E SCATTANTE IN CITTA’ E FUORI

Opel Crossland X

Il modello di Opel Crossland X da noi provato era il 1.6 turbodiesel da 120 cavalli in allestimento Innovation. Il motore è adeguato alla massa del veicolo, siamo a 1.319 Kg compreso il conducente. E’ la versione che ci sentiamo di consigliare, soprattutto per l’ottima coppia massima di 300 Newton metri a 1.750 giri, molto utile nei sorpassi e provvidenziale quando si viaggia carichi. Questo crossover si guida in modo molto agevole: sterzo leggerissimo in manovra ma non impreciso a velocità autostradali; tenuta di strada sicura considerato il tipo di carrozzeria, nelle curve si deve stare attenti al rollio (inclinazione verso l’esterno della curva) caratteristico di tutti i veicoli rialzati, cioè ben più accentuato rispetto a quelli bassi come berline, station e coupé. Freni potenti in relazione alla massa. Lo scatto del motore è ben calibrato; non possiamo attenderci sportività, però lo spunto è sorprendente se viaggiamo scarichi; merito in particolare della relativa leggerezza di questa vettura. Il cambio manuale a sei marce fa il suo dovere, abbiamo solo notato qualche resistenza tra la seconda e la terza, bisogna essere abbastanza precisi nel “trovare” il movimento.  L’assetto rialzato consente di superare senza sofferenze anche i dossi artificiali più perversi (la maggioranza). Non sognatevi di fare il fuoristrada, anche perché la trazione è solo anteriore. Però lo sterrato leggero non crea problemi. La Opel Crossland X, utilizzata nel modo per cui è progettata, quindi soprattutto in città con qualche puntata fuori, desta una buona impressione al volante.

SCHEDA TECNICA, ALLESTIMENTI E PREZZI DELLA OPEL CROSSLAND X

Opel Crossland X

Arriviamo ai numeri. La scheda tecnica della Opel Crossland X parte dalle dimensioni: lunghezza 4.212 millimetri, larghezza senza specchietti 1.765, altezza 1.605, passo 2.604 mm, quindi un segmento B classico. Ripetiamo il volume del bagagliaio, da 410 a 1.255 litri. Il motore 1.6 diesel da 120 cavalli ha consumi dichiarati sul misto di 5,1 l/100 Km, 4,7 in città e 3,6 su percorsi extraurbani. Accelerazione 0-100 in 9,1 secondi e 206 Km/h di velocità massima. Le altre motorizzazioni in gamma sono il 1.2 a benzina aspirato da 81 cavalli e il 1.2 Ecotec turbo da 110 e 130 cavalli, il primo disponibile anche con cambio automatico a 6 rapporti. Del 1.6 diesel c’è anche una versione da 99 cavalli.

La Opel Crossland X da noi provata era in allestimento Innovation. Tra gli equipaggiamenti di serie segnaliamo il servizio Opel OnStar di chiamata d’emergenza ad una centrale operativa, il climatizzatore automatico bizona, il volante in pelle, il riconoscimento dei segnali stradali, i fari full LED. Fra gli optional inclusi nella “nostra” vettura troviamo il navigatore su display da 5 pollici, compatibilità Apple CarPlay e Android Auto, radio digitale DAB, head-up display, ricarica smartphone wireless, sedili posteriori scorrevoli e abbattibili 60/40, vetri posteriori oscurati e cerchi in lega da 17 pollici. Il prezzo con gli optional è di 27.575 euro, il listino con i soli equipaggiamenti di serie è di 23.450 euro.

Chiudiamo con i prezzi di listino chiavi in mano e gli allestimenti sull’intera gamma Opel Crossland X. Si parte da Advance. A seconda della motorizzazione si va da 18.450 a 21.950 euro. Innovation va da 19.950 a 23.450 euro; Ultimate va da 25.850 a 26.850 euro.

Print Friendly, PDF & Email