Weekend In Auto

Nomination Top WeekendCar 2019: PEUGEOT 508 SW, RANGE ROVER EVOQUE e SUBARU FORESTER 2019

image_pdfimage_print

Oggi vi parliamo delle altre tre vetture in nomination per il Top WeekendCar 2019: Peugeot 508 SW, Range Rover Evoque e Subaru Forester 2019. Il sondaggio si chiuderà il 10 maggio e dopodiché la vincitrice sarà premiata nel corso di un evento alla presenza della stampa. Scopri tutte le auto in lizza e vota la tua preferita.

Peugeot 508 SW

Eleganza e funzionalità: com’é dentro e fuori

Linee tese, soluzioni ricercate e massima pulizia: queste sono le peculiarità che creano un effetto più che riuscito. La Peugeot 508 SW è elegante, aggressiva e imponente allo stesso tempo. Gli incavi, la grandezza dei cerchi, la forma affusolata della fiancata esprimono una sportività matura, perfetta per il target di riferimento. Insomma è bella e necessaria in un segmento D ormai “fermo” da anni. É un’alternativa da prendere in considerazione.

L’anteriore è invariato rispetto alla berlina, mentre nel posteriore si concentrano le differenze. La fanaleria è completamente full-LED adattiva. I “graffi” posteriori sono incastonati in una fascia nera che ripercorre tutta la lunghezza del portellone. Più in basso lo scarico, cromato, e un accenno di diffusore. I materiali esterni ci stupiscono, molto vari, curati e ben accostati. Il nero lucido si intervalla al rosso profondo dei fanali e al colore della carrozzeria in un connubio vincente. L’altezza di carico è risicata, di 6 cm inferiore alla berlina, e le finiture all’interno sono da auto premium. Le cornici sono d’acciaio e la moquette è morbida e spessa. Gli interni non sono da meno, e nonostante la linea filante e le dimensioni compatte per la categoria, lo spazio non manca. Certo non si ha una sensazione di enorme ariosità, a causa dei montanti abbondanti e della “ridotta” superficie vetrata. Il design è, a nostro parere, fantastico.

Tanta tecnologia a bordo e ibrido in arrivo

A bordo non manca certo di la tecnologia. É presente, infatti, un touch-screen da da 8” o 10”. Troviamo poi un quadrante digitale da 12,3” dell’i-Cockpit, completamente controllabile tramite i comandi al volante. La tecnologia arriva in aiuto anche della guida, con tutti i sistemi di ultima generazione. Cruise controllo adattivo con frenata di emergenza, rilevatore di sonno, riconoscimento segnaletica e monitoraggio dell’angolo cieco che agisce attivamente, modificando la traiettoria. Insomma, la Peugeot 508 SW è Super Carica, come direbbero gli americani. Molto attuale e moderna, ma che non scende a compromessi con la forma.

 

Range Rover Evoque

Otto anni dopo il debutto della prima generazione del modello che ha avuto il merito di introdurre il segmento del SUV compatto di lusso, Evoque si rinnova con restyling votato al “green”. A partire dalla motorizzazione ibrida, fino ad arrivare ai materiali impiegati per il design interno.

Design simile a Velar, interni lussuosi con materiali sostenibili

Il nuovo design esterno la porta ad avere un’impostazione meno spigolosa e più uniforme rispetto al passato e ad assomigliare di più a Range Rover Velar. Nuovi gruppi ottici Led Matrix più sottili, ripresi anche nel posteriore, linee più ridotte e superfici più pulite. Un dettaglio di stile del profilo è rappresentato dalle maniglie a scomparsa, proprio come quelle di Velar.

L’abitacolo di Evoque è stato realizzato impiegando 33 kg di prodotti naturali e riciclati. Sostenibilità che non significa dovere per forza sacrificare il lusso, e lo testimoniano le due nuove opzioni di rivestimento dei sedili. La prima è una valida alternativa alla pelle e consiste in un materiale di alta qualità che unisce lana e uno scamosciato tecnico ottenuto da 53 bottiglie di plastica riciclate per veicolo. La seconda alternativa è un tessuto prodotto con fibre naturali, la cui coltivazione richiede minori quantità di acqua rispetto a quella impiegata nei materiali tradizionali.

Un’intera gamma di motori ibrida con il plug-in in arrivo

La vocazione a favore della sostenibilità di Evoque si rispecchia anche nella motorizzazione.
La tecnologia mild hybrid 48 V è disponibile, infatti, su tutta la gamma dei 4 cilindri Ingenium Benzina e Diesel. Il motore più prestazionale è il 300 CV AWD trazione integrale a benzina, con 400 Nm di coppia, emissioni di 186 g/km e consumi pari a 8,1 l/100 km.

Subaru Forester 2019

Chi compra una Subaru generalmente la tiene a lungo. Bada al sodo, cerca affidabilità sul lungo termine e praticità, spazio per passeggeri e bagagli, sicurezza sui percorsi difficili, comfort nei viaggi lunghi. Ma anche alta qualità nei materiali. Perché il cliente Subaru vuole una vera e propria compagna di viaggio meccanica su cui contare sempre.

Design classico e interni pregiati

Esternamente il design del Subaru Forester 2019 non si stacca radicalmente dal modello precedente. L’evoluzione stilistica si allinea alle impostazioni viste con le ultime versioni di Impreza e XV, in particolare nei LED dei proiettori. Rinnovato anche il disegno dei cerchi in lega, da 17 o 18 pollici.Per quanto riguarda gli interni, c’è più spazio per i passeggeri e anche nel bagagliaio. Sono migliorati i sedili che ora sono più ergonomici. l’impianto di climatizzazione è decisamente raffinato, in grado di calibrare con precisione la temperatura in base al numero di passeggeri; infotainment al passo coi tempi, basato su display touch da 8 pollici e le immancabili compatibilità con Apple Carplay e Android Auto.

Motore

Al cuore della meccanica troviamo il motore boxer 2.5 a benzina, aspirato e a iniezione diretta. Esso è stato ampiamente riprogettato, la potenza è di 182 cavalli, coppia di 239 Newton metri. La trasmissione è abbinata al cambio automatico CVT Lineartronic. Naturalmente l’unità a benzina è vista soprattutto in chiave americana. Ma i modelli venduti in Europa dovrebbero disporre anche di un 2.0 diesel.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.