City Break

NEW YORK, I SEGRETI DEL GRANDE FRATELLO… GREEN

image_pdfimage_print

Testo e foto di Cesare Zucca

I newyorkesi lo amano e lo hanno affettivamente soprannominato ‘The people’s park’ e ‘The big green brother’. E’ il parco più famoso del mondo, misura più di tre chilometri quadrati, è meta annuale di 25 milioni di turisti. Come visitarlo ? Eccovi le mie 8 mosse.
1) Benessere ‘green’
Più di 26.000 alberi e tanta flora a sorpresa, come le piante del caffè, tipiche del Kentucky, ideali per un buon decaffeinato. Qua e là, è possibile trovare la fallopia japonica, erba selvaggia che veniva coltivata dai nativi americani. Contiene resveratrol, considerato un efficace antiossidante nonchè combattente delle infiammazioni cutanee e dell’invecchiamento della pelle. Ha un sapore di rabarbaro ed è ottima in insalata.


2) Panchine firmate
Ci sono 9000 panchine di cui molte adottate da Vip, autorità o semplici cittadini generosi.
Una panchina può costare finoa 25.000 dollari e il ricavato viene devoluto alle cure del parco. Sulle targhe dorate spiccano I messaggi dei benefattori, alcuni davvero originali, come la citazione dei versi della “Vie En Rose” o una poesia dedicata a Richard Burton


3)
Sentirsi in un film
Il parco ha ospitato più di 240 pellicole tra cui ‘Colazione da Tiffany’, ‘Love story’, ‘Kramer contro Kramer’, ‘Ghostbusters’, ‘Il Diavolo veste Prada’, ‘Men in Black’, ‘Spiderman’. Woody Allen l’ha usato in molti film. Da non perdere Strawberry Fields, meta di pellegrinaggio di migliaia di visitatori che rendono omaggio a John Lennon posando fiori e monetine sul mosaico ‘Imagine’.  

4) Per i romantici                                                                                                                         
C’è la classica passeggiata in carrozzella con il conducente che vi svela i segreti (veri o inventati) del parco.  L’angolo più romantico del parco? Il ponte Bow Bridge al tramonto.


5) Per gli sportivi
È un paradiso per marciatori, sportivi, canottieri, ciclisti e tanti pattinatori che si ritrovano sulla pista della Central Park Dance Skaters Association dove ci si può esibire al suono della disco-music anni ’80.


6) Musica.
In serata, tanti spettacoli: i concerti della Filarmonica di New York, le grandi performance internazionali sul palcoscenico del Summer Stage, mentre il Dana Discovery Center alterna musica latina, jazz e gospel. Sparpagliati nel verde, si esibiscono gruppi jazz, formazioni classiche e vivaci band di percussioni.


7) Teatro
Con la bella stagione l’appuntamento con Shakespeare in the Park, dove il Teatro Delacorte, che ha ospitato star come Meryl Streep e Natalie Portman, mette in scena i capolavori di Shakespeare. In programma ‘Molto rumore per nulla’, ‘Coriolano’ e il nuovo musical ‘Hercules’, tratto dal cartone animato Disney. I biglietti sono gratuiti, ma per averli bisognerà fare una lunga fila, ma vi avvicuro che ne vale la pena.


8) Che pace!
Per chi invece cerca un momento di relax, ecco le verdi oasi di Sheep Meadow, Conservatory Gardens e Turtle Pond, dove radio, musica, squlli di cellulare e rumore sono assolutamente proibiti.

INFO
http://www.centralparknyc.org/

Potrebbe interessarti anche leggere questo articolo:
Walking and running in Central Park

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.