Motor Show Bologna 2017: alto tasso d’adrenalina

Inizio col botto della manifestazione felsinea, tanto pubblico all'esibizione della Ferrari di Formula 1. Ma lo spettacolo prosegue fino al 10 dicembre

Grande folla fin dall’inizio al Motor Show Bologna 2017. Ottima occasione anche per visitare Bologna. La Ferrari è stata protagonista col ritorno della sempre amata esibizione del pit stop con meccanici e piloti della squadra di Formula 1. Nella Motul Arena, la pista dell’area 48, al volante della rossa Antonio Giovinazzi si è esibito sulla F60 che ha disputato il mondiale 2009. Molto spettacolari anche le sfide tra le GT del Ferrari Challenge .
Naturalmente lo spettacolo in pista è ancora più esteso e ce n’è per tutti i gusti. Ma anche gli stand delle case automobilistiche offrono molto da vedere. Come Kia. La casa coreana ha preparato un’introduzione molto spettacolare per promuovere il nuovissimo crossover Kia Stonic. Ne vedete un’immagine qui sotto.

Motor Show Bologna 2017

I visitatori potranno vedere periodicamente durante tutte le giornate del Motor Show questa suggestiva presentazione. La tradizionale manifestazione nel quartiere fieristico felsineo per quest’anno vede l’apertura al pubblico dal 2 al 10 dicembre. Gli orari: nei giorni feriali dalle 9 alle 18 e nel weekend dalle 8.30 alle 18.30. Un’occasione sempre spettacolare per gli amanti dei motori e naturalmente anche un’opportunità per visitare la città di Bologna, non certo priva di attrattive turistiche. Diamo un rapido sguardo a quello che i visitatori possono vedere, ricordando che i dettagli su biglietti, programma e come arrivare al Motor Show Bologna 2017 sul sito ufficiale https://motorshow.it/it/.

 

COSA C’E’ DA VEDERE AL MOTOR SHOW BOLOGNA 2017

Motor Show Bologna 2017

Oltre all’esibizione della Ferrari di Formula 1, c’è molto altro da vedere al Motor Show Bologna 2017. E già che siamo in tema di corse, da non perdere l’esposizione al padiglione 26 “The World of Motorsport”: esemplari unici provenienti dal mondo delle competizioni, Formula 1, MotoGP, rally, GT e altre categorie. Il padiglione è allestito come una grande corsia box. Spazio anche alle auto storiche con “Passione Classica Racing” e “Passione Classica Mercato”.

Motor Show Bologna 2017

Poi i grandi classici del Motor Show: su tutti il Memorial Bettega, oltre al Super Trofeo Lamborghini, il Trofeo Alfa Romeo GTA – Scuderia del Portello; inoltre le esibizioni di drifting, gli stuntmen, i trofei di auto e del motocross. Piloti d’eccezione: Il recordman italiano del rally, il dieci volte campione tricolore Paolo Andreucci, che ha appena confermato il titolo con la Peugeot; il campione toscano inoltre firmerà autografi ai tifosi per mezz’ora ogni giorno dal 4 al 10 dicembre, in orari comunicati giorno per giorno. Presenti anche il factory driver Lamborghini Mirko Bortolotti, il campione europeo rally Giandomenico Basso su una Hyundai i20 WRC; il supercampione del motocross Tony Cairoli, anch’egli al Bettega su una Hyundai. E ancora: le auto sviluppate dagli studenti delle università italiane, la presenza delle nostre Forze armate, Esercito, Aeronautica, Marina e Carabinieri, oltre alla Polizia di Stato. E il modellismo. E i test drive delle case. E il tuning. E la componentistica.

 

LE CASE AUTOMOBILISTICHE PRESENTI

Motor Show Bologna 2017

Partiamo dall’elenco delle case automobilistiche presenti al Motor Show Bologna 2017: Abarth, Alfa Romeo, Bentley, Cadillac, Chevrolet, Citroen, Corvette, DS, Ferrari, Fiat, Ford, Honda, Hyundai, Jeep, Kia, Lamborghini, Lancia, Maserati, Mc Laren, Militem, Mitsubishi, Mopar, Peugeot, SsangYong, Suzuki, Tesla, Toyota, Volvo. Queste sono invece le case motociclistiche: BMW, Harley Davidson, Honda, Quadro, Red Moto, Suzuki, Triumph.

Il gruppo FCA è al gran completo. Fiat espone tutta la gamma, con un’attenzione particolare ai 60 anni della Fiat 500. Spazio inoltre al pick-up Fullback Cross e agli allestimenti S-Design e Cross su Tipo e 500X. Alfa Romeo porta le sue fantastiche vetture sportive ed emozionali. Esordisce sulla gamma Stelvio l’allestimento Executive. Poi Giulia Veloce e la nuova Giulietta Sport. Senza dimenticare la sempre esaltante 4C.

Largo poi alle cattivissime Abarth, come 124 Spider e 595 Competizione. Da vedere anche la nuova 695 Rivale. Jeep naturalmente punta sulla nuova Compass, oltre ad allestimenti particolari di Gran Cherokee e Renegade. Da non perdere nell’area 42 il percorso ad ostacoli col Truck Jeep. E anche Lancia ha il suo spazio con la Ypsilon Unyca. Infine FCA Heritage, che dedica il suo spazio alle auto da rally dell’epoca d’oro degli anni ‘70: Fiat 124 Abarth Rally, Fiat 131 Abarth e Lancia Stratos. Si affianca anche un’Alfa Romeo Alfetta GT Gruppo 2 proveniente da una collezione privata.

Importanti anche le partecipazioni delle altre case. Ad esempio il viaggio nel futuro di DS Automobiles, da DS 3 alla nuova DS 7 Crossback. Proseguendo tra i marchi del gruppo PSA, Peugeot espone tutta la sua gamma. Da segnalare l’anteprima di un’edizione limitata della sua fortunata compatta: la 208 Black Line, serie di 1200 esemplari dall’estetica particolare. Inoltre la nuova media 308 e tutta la gamma SUV, 2008, 3008 e 5008. Poi la vettura da corsa con cui Paolo Andreucci ha vinto quest’anno il decimo titolo italiano rally, la 208 T16.

Motor Show Bologna 2017

Citroën porta al Motor Show Bologna 2017 i modelli che meglio rappresentano il nuovo corso della marca. In primo piano il nuovo SUV compatto C3 Aircross, accanto alla berlina C3. Al centro dello stand la vettura che partecipa al mondiale rally, cioè la C3 WRC. Poi l’elettrica E-Mehari. I visitatori dello stand potranno prenotarsi per test drive e partecipare al concorso Citroën Experience e vincere un week end in Sardegna per assistere alla tappa del rally mondiale. Anche il gruppo francese propone alcuni suoi prestigiosi modelli del passato. Tutto dedicato al rally: la Peugeot 206 WRC, la Citroën C4 WRC vincitrice di tre titoli mondiali costruttori e quattro campionati piloti con Sébastien Loeb, poi un incredibile e poco conosciuto prototipo Gruppo V sviluppato sulla carrozzeria della mitica Citroën DS 21.

Suzuki mostra tutta la gamma, soprattutto la nuova Swift Sport in anteprima nazionale. I visitatori potranno effettuare test drive su tutti i modelli con trazione integrale Allgrip, sia in offroad che su strada. Il 7 dicembre esibizione delle Swift Sport R1 da competizione. Verranno presentati lo stesso giorno i programmi della stagione sportiva per i trofei monomarca. Spazio anche alla MotoGP, venerdì 8 il pilota ufficiale del team Suzuki Ecstar Andrea Iannone firmerà autografi dalle 12.45. Sabato 9 invece spazio al calcio con il Torino FC, di cui Suzuki è sponsor ufficiale. Dalle 16.30 incontreranno i tifosi il difensore Lyanco e l’allenatore Mihajlovic.

Honda presenta al Motor Show Bologna 2017 in anteprima nazionale il restyling della Jazz, equipaggiata col nuovo motore 1.5 i-Vtec da 130 cavalli. I riflettori sono però puntati sulle sportive, innanzitutto la supercar NSX, ibrida con tre motori elettrici; poi la Civic Type R da 320 cavalli. Spazio anche per il resto della gamma Civic e i crossover HR-V e CR-V. Hyundai espone il nuovo SUV compatto Kona, che i visitatori potranno provare in versione 4×4 su uno specifico tracciato in fuoristrada e in un normale test drive con la trazione anteriore; poi la Ioniq, sia ibrida che elettrica che ibrida plug-in, anch’essa disponibile per i test drive. In mostra anche la nuova sportiva i30 N e la vettura da rally i20 Coupé WRC.

Print Friendly, PDF & Email