Weekend Italy

Mostre, mercatini e tradizioni millenarie. Ecco dove andare nel weekend dell’Immacolata

Non ci sarà il tanto atteso “ponte”, ma il prossimo weekend sarà quello dell’Immacolata, quello in cui per tradizione, si addobbano gli alberi di Natale, si aprono le piste da sci e apre ufficialmente la porta alle festività natalizie.

Di seguito, come di consueto, ecco una selezione di proposte per il fine settimana, per chi ama l’arte e la cultura, per chi vuole abbinarla ai sapori, per chi ama le atmosfere dei mercatini natalizie e chi non vede l’ora di andare alla scoperta dei sapori della tradizione.

A Borgo Valsugana (TN) per il Festival del Canederlo

Nel weekend dell’Immacolata, l’8 e il 9 dicembre, Borgo Valsugana celebra il canederlo, un piatto versatile e gustoso, con innumerevoli varianti, dallo speck alle verdure ai formaggi, serviti in brodo o con burro fuso.

Il Festival si svolge nelle corti del centro storico della cittadina, che si sviluppa sulle due sponde del fiume Brenta, dominata dalla sagoma imponente di Castel Telvana. I cortili delle case private sono addobbate per assaggiare la vera cucina contadina, con la possibilità per i visitatori di scambiare anche quattro chiacchiere con chi ha preparato i canederli.

Venerdì sera, e sabato e domenica per tutto il giorno saranno a disposizione circa 7/8 punti di degustazione dove poter assaggiare: canederli zucca e salsiccia o alla trota (Portico Locanda in Corso Ausugum), canederli trentini in brodo o al ragù (Portico Rossi in Corso Ausugum), frittelle di mele (Portico Casa Rampelli in Corso Augusum), canederli verdi con gorgonzola e noci (Portico De Gasperi), canederli trentini con goulash (Portico Pizzoccheri D’Andrea in via Mazzini), canederli trentini con piso storto (Portico Casa Guazzo in via Mazzini).

Non mancheranno nemmeno gli eventi a tema natalizio, come la Corsa dei Babbi Natale (sabato 8 alle 14 da piazza Dante), la Fiaccolata alla ricerca di Santa Lucia (sabato alle 17 in Piazza Dante), lo spettacolo pirotecnico Fiamme in equilibrio (sabato alle 17.30 presso il Villaggio degli Elfi) e l’Arrivo di Babbo Natale (domenica 9 alle 17 presso il Villaggio degli Elfi in piazza Dante).

INFO

APT Valsugana, tel 0461//727740

A Bologna…Buon compleanno Sturmtruppen!

Sono passati 50 anni da quel giorno del 1968, quando, in pieno clima pacifista e rivoluzionario, Franco Bonvicini, poi noto come Bonvi, in un’osteria disegna la prima striscia di quello che diventerà l’esercito a fumetti più sgangherato e famoso del mondo: le Sturmtruppen. Quella prima striscia gli varrà anche il premio di Paese Sera a Lucca come miglior fumettista esordiente.

Per celebrare questo importante compleanno, venerdì 7 dicembre, inaugura a Palazzo Fava, a Bologna, città cara a Bonvi, scomparso prematuramente nel 1995, la mostra “Sturmtruppen 50 anni”. Per l’occasione, la figlia di Bonvi, Sofia, curatrice della mostra insieme a Claudio Varetto, ha aperto gli archivi del padre per disegnare un percorso espositivo di quasi 600 mq nel cuore della città.

Oltre 250 le opere esposte, in gran parte inedite, che hanno come protagonisti i militari delle Sturmtruppen, dal soldaten semplice, che al massimo si chiama Fritz o Franz, al Sergenten, al Capitanen, al Generalen o al Cuoken, fino al fiero alleaten Galeazzo Musolesi, unico personaggio dotato di identità propria. Non mancano poi gli excursus nella vastissima produzione artistica dell’autore, da Cattivik e Nick Carter a quella più autorale, che include alcune opere pittoriche mai esposte al pubblico.

INFO

Strurmtruppen 50 anni c/o Palazzo Fava, via Manzoni 2, Bologna, 7 dicembre – 7 aprile 2019. Orario: mar-dom 10-20. Biglietti: intero € 12, ridotto € 10, https://genusbononiae.it

Anche a Firenze c’è il Mercato di Natale

Nella splendida cornice di Piazza Santa Croce, a Firenze, fino al 20 dicembre, dalle 10 alle 22,  si può visitare il Mercato di Natale, con oltre cinquanta stand ospitati nelle caratteristiche casette di legno.

Oltre ai sapori e ai profumi tipici del Natale si potranno trovare anche prodotti dell’artigianato artistico e cibi natalizi provenienti da tutta Europa. Se vi trovare a Firenze durante questo fine settimana, sarà un’occasione davvero unica per assaggiare le specialità gastronomiche provenienti da altri paesi, riscaldarvi con bevande calde, dolci, speziate e curiosare tra le bancarelle alla ricerca di regali o addobbi natalizi originali, molti dei quali realizzati a mano.

Non mancheranno naturalmente anche gli eventi collaterali, dedicati ai più piccoli, ma non solo. Durante tutti i weekend, infatti, a portare piccoli doni ai bambini ci sarà il Christkind, lo spirito del natale della tradizione germanica, caratterizzato da ali angeliche e capelli biondi. Ospiti del mercatino anche diverse versioni al femminile di Babbo Natale che incontreranno i piccoli visitatori. Presso la Casetta di Babbo Natale, invece, si tengono workshop, laboratori e giochi a tema natalizio.

 A Castiglione del Lago (PG), una grande mostra su Chagall

Inaugura sabato 8 dicembre, nella splendida cornice di Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago, splendida cittadina che si affaccia sul Trasimeno, la mostra Marc Chagall – L’anima segreta del racconto, che propone una significativa selezione delle opere dell’artista provenienti dalla serie “Le Favole”, dal ciclo “Chagall Litographe” e due opere provenienti da una collezione privata italiana, raramente esposte al pubblico: “Re David suona la cetra” e “Musicien et danseuse”.

La mostra si focalizza prevalentemente sull’opera grafica dell’artista russo. Chagall inizia a illustrare “Le Favole” di La Fontaine a Parigi, nel 1927, su richiesta del mercante d’arte Voillard. Nelle 20 acqueforti in mostra l’artista pone l’accento sugli aspetti mitologici e universali della favola. Le figure sembrano stagliarsi sul foglio come per dominarlo, alla maniera della scrittura ebraica o come nelle icone russe, ricordi presenti nella sua infanzia e adolescenza.

Fanno invece parte di “Chagall litographe” un ciclo di litografie originariamente realizzate per il primo volume del catalogo ragionato dell’opera litografica dell’artista. In mostra si può ammirare un’edizione deluxe con una tiratura limitata di soli 100 esemplari. I temi sono quelli del circo, della metamorfosi tra umano e animale, degli amanti e della Parigi cara all’artista. La mostra rimane aperta fino al prossimo 31 marzo.

INFO

8 dicembre – 31 marzo 2019, Castiglione del Lago (PG) – Palazzo della Corgna. Orario: tutti i gg 10-17. Biglietti: intero € 9, ridotto € 7 (con visita al Palazzo della Corgna e alla Rocca del Leone

www.palazzodellacorgna.it

Ad Atri (TE) si rinnova la tradizione della Notte dei Faugni

Per chi ama le tradizioni antiche e un po’ magiche, la notte tra il 7 e l’8 dicembre, ad Atri, in provincia di Teramo, si rinnova una delle tradizioni più antiche di tutto l’Abruzzo, la Notte dei Faugni. I Faugni sono alti fasci di canne che vengono accesi e portati in processione alle 5 del mattino dell’8 dicembre, accompagnati dal suono di una banda, lungo le vie del centro storico della città d’arte.

Durante tutta la notte, tuttavia, tutta la popolazione veglia e festeggia il Capodanno atriano, una tradizione millenaria che celebra il fuoco come datore di vita e guida nella fredda notte invernale. Per prendere parte all’attesa, visitatori e atriani emigrati arrivano da ogni parte d’Italia e dall’estero e festeggiano per le strade, accompagnati dal camini fumanti delle case e dal “sacro fuoco” che crepita in attesa dell’alba all’ombra della splendida cattedrale.

INFO

www.lanottedeifaugni.it

A Modica (RG) quattro giorni con Chocobarocco

Modica celebra le sue eccellenze, il celebre cioccolato e le sue meravigliose architetture barocche, in un evento unico, Chocobarocco, che si tiene dal 6 al 9 dicembre nella splendida cornice del centro storico, Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Accompagnati dagli aromi delle classiche “barrette” speziate e caratterizzate dalla granella di zucchero, si va alla scoperta delle chiese medievali dell’antica capitale della contea, delle settecentesche chiese decorate con “merletti” di pietra, dei palazzi adornati dai pregiati portali barocchi, dei mascheroni che sorreggono le volute, ma anche dei vicoli nascosti da scalinate, case e palazzi secolari. Non mancano nemmeno i momenti musicali, d’arte e di cultura.

INFO

www.chocomodicaofficial.it

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.