Weekend Italy

Mostre, festival, eventi gastronomici e tour guidati. Ecco le proposte per il prossimo weekend

image_pdfimage_print

Dopo il periodo natalizio, il 2019 si scopre curioso e ricco di manifestazioni dedicate all’arte, al cinema, ma anche ai prodotti artigianali. E si può andare anche alla scoperta di aspetti inediti e misteriosi di una città come Napoli. Ecco, allora, le nostre proposte per il weekend dal 18 al 20 gennaio.

A Torino, alle “Ore 18 l’orario è finito

Una mostra fotografica per raccontare che cosa succede e che cosa resta di una grande fabbrica, ma anche alle persone che lì dentro hanno vissuto e lavorato, quando questa chiude definitivamente. È l’ambizioso progetto di Massimiliano Cammellini, che con la mostra fotografica “Ore 18, l’orario è finito” si propone di raccontare l’ex Cotonificio Leumann di Collegno.

La mostra sarà inaugurata il prossimo 17 gennaio e si potrà visitare fino al 17 febbraio presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di via Modane 20, a Torino. Il percorso per immagini raccontano la storia del Villaggio Leumann di Collegno, alle porte di Torino, che insieme al vicino cotonificio è stato costruito tra il 1876 e il 1912 dall’imprenditore svizzero Napoleone Leumann per dare lavoro e alloggio gratuito agli operai e alle maestranze impiegate nella fabbrica, dove si effettuavano lavorazioni di tessitura, tintura e finissaggio. La Leumann rimase in funzione dal 1875 al 1972, quando cessò prima l’attività di tessitura, poi, nel 2007, tutta l’azienda chiuse i battenti.

Il progetto fotografico di Cammellini intende proprio raccontare la fine dell’era industriale in Europa attraverso scatti realizzati tra il 2010 e il 2012 all’interno del complesso e attraverso i volti e i racconti degli operai che hanno “vissuto” la fabbrica e dove tutto è stato lasciato com’era.

Le fotografie ricostruiscono un ideale ultimo giorno di lavoro, fissando il momento in cui la fine dell’orario di lavoro, le 18, coincise con la fine di un’epoca. La mostra si può visitare il giovedì dalle 20 alle 23, e dal venerdì alla domenica dalle 12 alle 19.

INFO: www.fsrr.or o www.massimilianocammellini.org

Il Trieste Film Festival compie trent’anni

È un’edizione speciale quella del Trieste Film Festival che avrà luogo dal 18 al 25 gennaio, tra il Politeama Rossetti, il cinema Ambasciatori e il Teatro Miela di Trieste. Ricorrono, infatti, sia il trentesimo anniversario del festival che i trent’anni della caduta del Muro di Berlino.

Si tratta del più importante festival italiano dedicato al cinema dell’Europa centro orientale, che, di edizione in edizione, promuove e fa conoscere cinematografie e autori poco noti o addirittura sconosciuti al pubblico italiano e “occidentale” in genere. Questa edizione del trentennale ha come fulcro la Storia.

Il programma si apre infatti, venerdì 18 gennaio, al Politeama Rossetti con la proiezione di Meeting Gorbachev che offre uno sguardo inedito degli eventi più significativi del XX secolo, dal disarmo nucleare all’unificazione delle due Germanie. Nella stessa serata si apre poi anche la retrospettiva che il festival dedica alla caduta del Muro di Berlino: Possession non è solo il capolavoro di Andrzej Żuławski, ma dal film è tratta anche l’immagine simbolo del festival, scattata da Dominique Isserman durante la lavorazione della pellicola. Ritrae l’attrice Isabelle Adjani mentre salta la corda accanto al muro ancora integro.

La cerimonia di premiazione sarà invece accompagnata dal film di Ralph Fiennes “The white crow” dedicato alla giovinezza di Rudolf Nureyev. Fulcro della manifestazione saranno, come sempre, i tre concorsi internazionali, dedicati ai lungometraggi, ai cortometraggi e ai documentari. Tra i concorrenti, anche nove pellicole italiane. Sarà il pubblico del festival a decretare i vincitori delle diverse sezioni. INFO: www.triestefilmfestival.it

A Milano si può scendere negli abissi per visitare il Titanic

A vent’anni dall’uscita del celebre film con Leonardo di Caprio e Kate Winslet e a 107 dal più celebre naufragio della storia, quella del transatlantico Titanic, colato a picco durante il suo viaggio inaugurale il 15 aprile 1912, dopo aver urtato un iceberg, si può scendere negli abissi e ammirare, dal vivo il relitto. Grazie alla realtà virtuale!

Dal 19 gennaio, e fino al 24 febbraio, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di via San Vittore 21, a Milano, si tiene Titanic Vr Experience, una simulazione che, grazie all’utilizzo di visori e controller PlayStation®Vr consente al pubblico di “trasferirsi” sul fondo dell’Oceano Atlantico, a bordo di un sottomarino e a tu per tu con il famoso relitto.

L’attività è condotta da un animatore scientifico ed è accessibile a partire dai 12 anni. Il biglietto costa 5 euro a cui si deve aggiungere quello di ingresso al museo (intero 10 euro, ridotto 7,50). La prenotazione è obbligatoria sul sito https://museoscienza.bestunion.com

Alla TuscanyHall di Firenze si elegge il “Birraio dell’Anno”

Un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della birra artigianale, quello in programma da venerdì 18 a domenica 20 gennaio presso la TuscanyHall (ec ObiHall) di via Fabrizio De Andrè, a Firenze.

Torna per la sua decima edizione il Birraio dell’Anno, l’evento che ha come obiettivo quello di fare conoscere la birra artigianale premiandone i migliori produttori. Saranno oltre 150 le birre in gara, prodotte da 25 birrifici italiani, di cui 20 candidati al Premio Birraio dell’Anno e 5 al premio Birraio Emergente, individuati dal voto di una giuria di 100 esperti.

Durante la tre giorni, i maestri birrai saranno presenti per fare conoscere i loro prodotti e per raccontare la loro esperienza e la loro passione. Domenica 20, alle 16.30, il noto degustatore Lorenzo “Kuaska” Dabove avrà il compito di pronunciare il nome del vincitore, sia del Birraio dell’Anno che del Birraio Emergente con meno di due anni di esperienza.

Protagonista sarà anche lo street food con una selezione di truck e banchi di sfiziosità sia toscane che nazionali. Non mancheranno nemmeno le degustazioni e gli incontro nell’area Beer Show. L’ingresso costa 7 euro intero con bicchiere serigrafato ed euro 5 ridotto con bicchiere. Abbonamento per tre giorni 15 euro. INFO: www.birraiodellanno.it

A Roma “L’arte incontra i sogni” con la mostra Dream

Desideri, aspettative, paure, fantasie, ma anche magia, utopia, incanto…Venti grandi protagonisti dell’arte contemporanea raccontano il loro personale sogno attraverso altrettante opere visionarie, che accompagnano i visitatori all’interno della splendida e perfetta architettura rinascimentale del Chiostro del Bramante, presso l’Arco della Pace 5, a Roma.

È la mostra “Dream. L’arte incontra i sogni”, che si può visitare fino al prossimo 5 maggio attraverso un percorso da intraprendere a occhi aperti oppure chiusi, dove a opere site specific si alternano lavori riletti e ripensati all’interno delle sale.

Alla mostra si accompagna il progetto Le voci del sogno, 14 racconti inediti di Ivan Cotroneo ispirati alle opere degli artisti protagonisti di Dream, e letti da 14 attori italiani, tra cui Valeria Solarino, Alessandro Preziosi, Cristiana Capotondi, Alessandro Roja, Valentina Cervi, Angela Baraldi, Brando Pacitto, Carolina Crescentini, Giulia Bevilacqua, Giuseppe Maggio, Isabella Ferrari, Marco Bocci, Matilda De Angelis e Matteo Giuggioli, completano, attraverso l’audioguida, un percorso straordinario di evocazione, libero di creare altri sogni. L’ingresso costa 14 euro intero e 12 euro ridotto. INFO: www.chiostrodelbramante.it

Napoli, un itinerario “spaventoso” alla scoperta delle Streghe

Una Napoli inedita, misteriosa, magica, alla scoperta dei luoghi avvolti dalla magia e dal mistero. È il tour guidato “Streghe a Napoli”, in programma domenica 20 gennaio (con repliche il 26 gennaio e il 2,10,16 e 24 febbraio) che, attraverso un viaggio a ritroso nel tempo, darà voce a luoghi e personaggi diversi dal solito, come Aradia, la Strega che rubava l’anima, o Maria la Rossa, la strega dei Malefici. Una serata con sorprese “da brivido”, che include anche una visita al Museo delle Torture.

Si parte alle 14.45 dallo spazio antistante il Duomo di Napoli e nelle 2 ore e mezzo successive si toccano le tappe: Il mondo oscuro delle streghe, Aradia, la strega che rubava l’anima, Il monastero del diavolo, la Carità Carnale, il Santo Uffizio, il Museo delle Torture, le Janare e il tempio, Giordano Bruno, Maria la Rossa, Saba il raduno delle streghe, per poi concludere la serata con un brindisi a base di Limoncello.

La quota di partecipazione è di 16 euro per il biglietto intero, 9 euro ridotto 6-17 anni, bambini 1-5 anni gratis. Include: biglietto per il Museo delle Torture, visita guidata e brindisi con aperitivo e visita alla fabbrica del limoncello.

INFO: prenotazione obbligatoria al 351/1258465,

https://napolihorrornew.wixsite.com/derebusneapolis

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.