Weekend Green

Milano avrà un Colosseo tutto verde

Milano avrà il suo Colosseo, ma sarà tutto verde. Partiranno infatti a dicembre i lavori che, nei primi mesi del 2019, porteranno alla realizzazione di un grande parco urbano la cui estensione toccherà i 100 mila metri quadrati, e che sarà anche una passeggiata “storica” tra le vestigia della Mediolanum romana e paleocristiana.

La nuova area verde avrà un’estensione orizzontale e sorgerà in prossimità della porta Ticinensis, dove già nel II secolo si trovava il terzo anfiteatro romano dell’impero per importanza e grandezza, dopo quelli di Roma e di Capua. Da due anni la Soprintendenza sta lavorando per renderlo fruibile alla città, ma in una forma innovativa e, soprattutto “green” che, attraverso la messa a dimora di centinaia di piante, siepi e arbusti ricalchi la struttura architettonica dell’antico edificio romano.

 

Il progetto di “archeologia green” si ispira al tema della simbiosi tra i ruderi presenti e la vegetazione, molto amato nella letteratura romantica. L’intero parco archeologico diventerà quindi un amphitheatrum naturae dove passeggiare, nello stesso tempo, nel verde e nella storia.

A che punto siamo

I lavori partiranno a dicembre con la pulitura dell’area su via Conca del Naviglio, invasa dalla vegetazione incolta, e di quella dell’ex Vivaio Riva, in via dell’Arena, dove verranno abbattuti anche i fabbricati in cemento. Le due aree saranno poi annesse al parco archeologico retrostante, per un totale di 22.300 mq di area verde.

Il parco sarà poi connesso con quello delle Basiliche, dove, sotto il sacello di Sant’Aquilino, a San Lorenzo, sono visibili i blocchi in pietra utilizzati per realizzare le fondamenta dell’anfiteatro romano. L’obiettivo finale è la creazione di un parco archeologico urbano di circa 100 mila mq, con al centro un’arena centrale che sarà utilizzata per spettacoli all’aperto. Sul perimetro dell’ellisse, invece, saranno messi a dimora 102 cipressi, mentre le siepi di bosso, ligustro e mirto seguiranno il disegno dei setti radiali che sostengono le gradinate.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.