Mercedes EQC: stella elettrica

Presentato il primo SUV elettrico della casa di Stoccarda. In vendita a metà 2019. Autonomia molto interessante, adatta anche ai weekend fuori mano. Alta tecnologia e tipico lusso Mercedes

Spread the love

Si fa sul serio. Mercedes EQC è il primo SUV elettrico della Mercedes-Benz. Non si tratta di un prototipo o di uno studio per il futuro. E’ un modello di effettiva produzione: a metà 2019 arriverà in tutti i concessionari con la stella a tre punte. Quindi, SUV e alimentazione esclusivamente elettrica. Significa poter accedere a tutti i centri storici, circolare in tutte le città e, grazie ad un’autonomia consistente, essere anche in grado di fare un weekend in montagna. Con la colonnina si ricarica relativamente in fretta, altrimenti si collega alla normale rete domestica. In una nottata è pronto per il viaggio successivo; oppure tramite la wall box fornita da Mercedes i tempi si riducono ad un terzo. La trazione integrale gli consente di superare anche i tratti viscidi; la carrozzeria risponde in pieno ai canoni estetici che oggi vanno per la maggiore in tutto il mondo.

 

MERCEDES EQC: ALTA AUTONOMIA

Mercedes EQC

Partiamo subito dall’autonomia, il valore che in un’auto elettrica conta di più. Il dato provvisorio fornito dalla casa, misurato secondo il vecchio ciclo NEDC, parla di 450 Km con una carica. Sappiamo che questi test arcaici non sono concepiti per un uso realistico, quindi si dovranno attendere i dati definitivi di omologazione secondo i test WLTP, molto più attendibili. Tuttavia il dato NEDC serve a fare il confronto fra i vari modelli. Vediamo che sul mercato attualmente sono ben poche le auto elettriche in grado di offrire una tale percorrenza. Disponendo di una stazione di ricarica rapida da 110 Kw, pochine attualmente, in 40 minuti si passa dal 10 all’80% di carica. Se anche l’autonomia reale fosse di 300 Km (ma non lo sappiamo, potrebbero anche essere sostanzialmente di più), saremmo comunque in presenza di una capacità autostradale.

Informandosi bene sulle aree di servizio del proprio percorso e fermandosi un paio di volte dove ci sono colonnine a ricarica rapida, con circa un’ora di ricarica si potrebbe tranquillamente coprire la distanza Milano-Roma e forse di più. Su un SUV spazioso, comodo e lussuoso. La maggior parte dei veicoli elettrici in circolazione sono invece citycar o poco più, tutta un’altra cosa. Per quanto riguarda i veri concorrenti, attualmente ci sono Tesla Model X e Jaguar I-Pace. Fra poco arriverà Audi e-tron e attendiamo a non troppa distanza il modello di BMW. La sfida è tutta da giocare.

 

SUV DI LUSSO, LA SCHEDA TECNICA DI MERCEDES EQC

Mercedes EQC

Un altro dato interessante del SUV Mercedes EQC, anche se per un’auto di lusso riveste un valore relativo, è il consumo. Quanto fa con “un litro” di corrente? Il dato provvisorio è 22,2 kWh per 100 Km. Un kilowattora domestico in Italia costa circa 25 centesimi. Non sappiamo a quanto viene venduto sulle colonnine. Significa comunque grosso modo circa 5,5 euro per 100 Km. Un SUV diesel di pari dimensioni generalmente viaggia tra 8 e 9 l/100 Km, cioè circa 14 euro. La differenza è pesante.

Pesante, come questo SUV. EQC appartiene come carrozzeria al segmento D. Le dimensioni di lunghezza, larghezza senza (e con) retrovisori e altezza sono rispettivamente di 4.761, 1.884 (2.096)  e 1.624 mm; passo 2.873 mm. Il peso in ordine di marcia è massiccio: 2.425 Kg, come un veicolo di segmento superiore. Ciò è dovuto alle batterie, ben 650 Kg per poter fornire un’energia di 80 kWh.

Mercedes EQC

In questo modo i due motori elettrici riescono ad erogare una potenza di ben 330 kW, pari a 408 cavalli. La coppia è paurosa: 765 Newton metri, siamo quasi a livelli di V12. Tale forza motrice consente di trainare un rimorchio (frenato, cioè dotato di freni) fino a 1.800 Kg. I due motori sono montati e collegati uno per asse, quindi la trasmissione è a trazione integrale. Nella propulsione elettrica non esiste la nozione di cambio di marcia come lo intendiamo normalmente. Le prestazioni sono interessanti: accelerazione 0-100 in 5,1 secondi, notevole dato il peso.

Tutta quella potenza su una tale massa e un’autonomia così ampia? Naturalmente c’è un prezzo da pagare, inevitabile, a cui tutti i veicoli elettrici devono sottostare, senza esclusioni: la velocità di punta. La tecnologia attuale delle batterie ha il suo punto critico nel raffreddamento. Quindi sostenere una velocità molto elevata per troppo tempo provocherebbe surriscaldamenti eccessivi che farebbero attivare i vari circuiti di protezione, senza contare che l’energia si scaricherebbe subito. Quindi l’elettronica ha limitato la velocità massima di Mercedes EQC a 180 Km/h. Limite non molto diverso da tutti gli altri modelli elettrici sul mercato.

 

DESIGN E INTERNI DI MERCEDES EQC: LUSSO DA MERCEDES

Mercedes EQC

Il design di Mercedes EQC rientra nella categoria dei cosiddetti SUV-coupé, fino ad un certo punto. Quindi relativamente basso e molto slanciato. Cambia parecchio il linguaggio stilistico rispetto agli altri SUV della casa di Stoccarda, in particolare sul frontale. Fari e calandra formano una specie di V; esiste una griglia centrale, sebbene non abbia una funzione tecnica come nei motori a combustione (i motori elettrici hanno forme e posizioni diverse, quindi il flusso di raffreddamento arriva da altri punti). Il fatto che in Mercedes definiscano questo modello come SUV-crossover la dice lunga su quanto sia differente da ciò a cui siamo abituati.

Anche gli interni sono diversi dalle Mercedes tradizionali. Plancia orientata verso il guidatore, profilo lucido che alloggia le bocchette di ventilazione (piatte), decorazione con lamelle color oro rosato a forma di chiave. Ciò che invece è tradizionale è il lusso che accompagna tutto l’abitacolo. Inoltre il bagagliaio ha una capienza di 500 litri. Infine la tecnologia multimediale e i sistemi di assistenza alla guida e sicurezza sono il meglio di quanto Mercedes sa offrire al momento, quindi parecchio.

Print Friendly, PDF & Email