Weekend Italy

Magica Livigno: sci, shopping e dormire in… un Igloo!

Livigno è un posto magico. Chiamato  il Piccolo Tibet, lo è davvero: si tratta di un grandissimo altopiano situato a 1800 m d’altezza, montagna pura che sprigiona energia e benessere. Ci siamo arrivati, passando per Sondrio, Bormio, Valdidentro con un percorso in mezzo alla natura. A Livigno si scia bene, si compra meglio e si può provare l’emozione di dormire in uno chalet di neve.

Primo giorno a Livigno: tra sci e benessere con le erbe alpine

La neve ricopre tutta la vallata, il paesaggio è bianco e il panorama è ampio, le vette sembrano toccare il cielo. Le piste da sci brillano tra i pochi boschi imbiancati (dopo i duemila metri non ci sono più alberi) e il bianco è quasi abbagliante. Gli sciatori sembrano minuscoli granelli che scendono velocemente dalle montagne. Qui la neve ricopre tutta la regione da novembre fino a maggio, con 115 km di piste servite da sei cabinovie, 14 seggiovie e 11 skilift. Tutte le piste sono baciate dal sole durante l’intera giornata. La novità di quest’anno è l’attivazione di due navette gratuite ad hoc, che permetteranno agli sciatori di spostarsi in pochissimi minuti dal versante Carosello al versante Mottolino e viceversa.

Abbiamo scelto l’hotel Lac Salin Spa e Mountain Resort

http://www.lungolivigno.com/it/hotel/hotel-lacsalin-spa-mountain-resort,

situato proprio sulle piste da sci per sentirci in piena atmosfera alpina. Le piste sono perfettamente preparate, non c’è coda agli impianti e l’ampiezza del comprensorio è tale da non essere mai affollato. L’ambiente è internazionale e molto giovane: scopriamo intanto che ci sono moltissimi locali trendy per rilassarsi dopo lo sci.

Ma noi preferiamo rientrare in hotel: ci aspetta la bellissima spa dall’affascinante nome “Mandira” dell’hotel con piscina, due idromassaggi, saune, bagni turchi e fantastiche sale relax per chiudere gli occhi e sognare. Prenotiamo anche un trattamento tra i tanti massaggi e proposte benessere, interessante l’importanza che viene data agli ingredienti naturali, in particolare alle erbe.

Fantastico il concetto dell’Apotheke, la splendida “farmacia”, come una fonte di sapienza e di salute, dove gli ingredienti naturali creano “pozioni” in grado di rigenerare e purificare spirito, mente e corpo. Qui vengono custodite le preziose erbe alpine utilizzate dalla naturopata durante i trattamenti studiati su misura per ogni ospite. Tutti i trattamenti vengono personalizzati, dallo scrub all’impacco sul “letto nuvola” fino al messaggio con gli oli essenziali. Le 10 erbe maggiormente utilizzate nella Mandira SPA sono l’arnica, l’alchimilla, l’achillea moscata, la genziana, il ginepro, l’ortica, la camomilla, il rosmarino, la stella alpina e il tarassaco. Una volta “rimessi a nuovo” e completamente rigenerati, decidiamo di scoprire il centro di Livigno e di concederci un aperitivo.

Un aperitivo con “Concordia” prima di una notte magica

Tanti sono i locali per un aperitivo, siamo ispirati dall’hotel Concordia, http://www.lungolivigno.com/it/hotel/hotel-concordia,  un ambiente contemporaneo, con pareti in legno, sedie, poltroncine e divani dalle linee moderne e tanti cocktail da sorseggiare insieme agli stuzzichini preparati dallo chef. Tra i cocktail “firmati Concordia” si possono assaggiare Braulio Twelve (Braulio, orange bitter, apricot brandy); Hugo (liquore al sambuco, prosecco, soda, menta fresca, limone); Spritz Fruit (prosecco, soda, aperol e purea alla frutta fresca); Concordia Night (succo ananas, succo pompelmo, cranberry, polpa di frutta) e la golosa Pina Colada al Cioccolato (rum chiaro, crema di cocco, succo di anans e cioccolato). Scopriamo anche che alcune stanze dell’hotel sono proprio speciali.

Una è dedicata a Jackie Kennedy, con delizioso il salottino con caminetto in pietra chiara, dove è possibile rilassarsi sull’elegante la chaise longue di Le Corbusier, circondati dalle pareti in disegno Burberry; un’altra è ispirata a Audrey Hepburn con la particolare la sala da bagno con le pareti ricoperte di piastrelline di vetro rosa e viola, collegata alla camera da una grande vetrata; e poi c’è la la Fashion Room Grace Kelly con pareti sono decorate a stucco veneziano e vasca da bagno a vista che promette ore di relax in stile oldfashion.

Lo chalet di neve

Rientriamo all’hotel Lac Salin e ci lasciamo incantare dai due chalet di neve, due stanze “esterne” all’hotel, completamente costruite di neve, anche gli arredi interni sono di neve. E’ il terzo anno che vengono costruite, sempre in modo differente. Quest’anno, la stanza “rifugio nel bosco” è un luogo dove la neve diventa legno, rustica ma romantica, abitata dagli animali della foresta. La stanza “mulino della legna” accoglie con la grande ruota della segheria, gli attrezzi del falegname, le atmosfere della vecchia Livigno.

Da metà dicembre a fine marzo è possibile passare una notte magica nelle camere di neve a zero gradi, riscaldati dal sacco a pelo termico, mentre il termometro esterno scende sotto zero. Prima di sistemarsi nel sacco a pelo termico, ci si riscalda con le tisane fumanti alle erbe del bosco, per farsi dolcemente abbracciare dal sonno.

 

Al mattino, si è risvegliati da una tazza di caffè bollente servita mentre si è ancora a letto, avvolti dal sacco a pelo. Dopo la prima colazioneal buffet dell’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort, arriva il momento di farsi coccolare dal massaggio Risveglio Alpino nella Mandira SPA.
La stanza che ci aspetta dopo una gustosa cena al ristorante dell’hotel Lac Salin e un dopo cena accoccolati sui divani del bar dell’hotel, ad ascoltare musica dal vivo, si chiama stanza “chakra”: un’esperienza sensoriale. Particolare e unica, ci addormentiamo in un luogo magico.

Continua la lettura con la seconda parte!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.