Ricette di viaggio

L’avena abbassa il colesterolo. Ed è anche buona per fare i biscotti. Con la nostra ricetta

Amica del cuore, ma anche dell’intestino, l’avena è un cereale gustoso e versatile, dalle molteplici proprietà benefiche che aiutano l’organismo a mantenersi in salute. Secondo uno studio del Canadian Centre of Functional Medicine, infatti, consumare avena tutti i giorni aiuta a tenere sotto controllo le infiammazioni, che sono alla base di molte patologie, incluse i tumori.

Grazie al suo basso indice glicemico e al contenuto di fibre, poi, aiuta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Inoltre, regolarizza il transito intestinale, combattendo la stitichezza. L’avena è anche il cereale più ricco di proteine vegetali, vitamine del gruppo B e acidi essenziali, come l’acido linoleico. È poi adatta per gli sportivi, perché è molto energetica: apporta infatti 385 calorie per 100 grammi. Tuttavia, il suo contenuto di fibre solubili aiuta a contenere l’appetito ed è consigliata nelle diete finalizzate alla perdita di peso.

Come si usa in cucina

L’avena è molto versatile e si può consumare in ognuno dei pasti principali. A colazione, per esempio, si può gustare sotto forma di fiocchi, da aggiungere al latte o allo yogurt. Si trova poi nel muesli, la preparazione che include anche frutta secca ed essiccata, come prugne e fichi.

Una buona abitudine è seguire l’esempio degli inglesi e cominciare la giornata con un pudding, cioè una crema dolce, a base di fiocchi d’avena bolliti in acqua o latte, al quale si possono aggiungere miele, cannella o frutti di bosco.

Da non dimenticare poi il latte d’avena che, tra le bevande vegetali è particolarmente ricco di vitamina B ed E, potassio e zuccheri complessi. A differenza del latte vaccino, tuttavia, non contiene né grassi né colesterolo. In più è nutriente e poco calorico, adatto quindi a chi segue una dieta finalizzata alla perdita di peso. Contiene beta glucano, che aiuta a ridurre il colesterolo e i trigliceridi nel sangue.

L’avena si presta anche per preparare piatti salati, come zuppe, minestre e vellutate, oppure, lessando i chicchi in acqua salata, li si può aggiungere alle insalate o ai legumi, da gustare freddi.

Dall’avena macinata si ottiene poi la farina, con la quale si possono preparare prodotti da forno, come il pane d’avena e la pasta all’avena. Se non contaminata da altri cereali, infatti, l’avena ha dimostrato un’alta tolleranza in chi, invece, è intollerante al glutine o celiaco. Infine, con l’avena si possono preparare anche dolci gustosi, come i biscotti. Provateli con la nostra ricetta.

Biscotti ai fiocchi d’avena

Ingredienti

  • 300 gr di fiocchi d’avena
  • 125 gr di zucchero
  • 125 gr di burro
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo
  • 50 gr di mandorle
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Buccia di limone grattugiata

Tritate le mandorle e metà dei fiocchi d’avena, mescolateli e unite il burro ammorbidito. Mettete il tutto in un mixer, poi toglietelo e mettetelo in una ciotola capiente. Aggiungete lo zucchero, la bustina di lievito per dolci, un uovo intero, un tuorlo, la cannella e la buccia di limone grattugiata. Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. A questo punto, unite anche l’altra metà dei fiocchi di avena rimasti e lavorate il tutto con le mani. Ricoprite l’impasto con una pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti. Quando l’impasto si sarà indurito, suddividetelo in palline, schiacciatele leggermente e disponetele in una teglia ricoperta di carta da forno, lasciando un po’ di spazio tra una e l’altra poiché l’impasto lieviterà aumentando di volume. Infornate a 180° per 20 minuti (in forno ventilato a 160° per 15 minuti). Se preferite, potete aggiungere all’impasto anche frutti di bosco essiccati, bacche di goji o gocce di cioccolato.

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.