Lamborghini Urus, giro del mondo in super SUV

Terminato il tour promozionale della nuova straordinaria creazione di Sant'Agata Bolognese. Dopo i record tecnici, il primato da girovaghi

Spread the love

Il super SUV Lamborghini Urus fa sensazione da ben prima che venisse prodotto. Perché, a parte l’episodio della seconda metà degli anni ’80 con la LM002, che era un fuoristrada classico, mai la casa di Sant’Agata Bolognese aveva costruito un SUV. Dopo l’esordio sotto i riflettori dello scorso dicembre, quando look e specifiche avevano impressionato gli addetti ai lavori, la Urus ha trascorso l’inverno in giro per il mondo per mostrarsi ai potenziali e facoltosi clienti. Parliamo di un vero e proprio giro del mondo, terminato con successo nei giorni scorsi.

 

LAMBORGHINI URUS, I RECORD SONO IMPRESSI NEL DNA

Lamborghini Urus

La Lamborghini Urus è già, a giudicare dalle caratteristiche tecniche, il SUV più veloce del mondo, più delle cugine Bentley Bentayga e Porsche Cayenne, più di Mercedes AMG 63 e Range Rover Sport SVR. Quindi un bel record in partenza. L’altro primato, di comunicazione se non di tecnica, è appunto questo giro del mondo, che ha toccato 114 città dislocate in tutto l’emisfero: Roma, Mosca, Londra, Parigi, Hollywood, Dubai e tante altre. Il tutto in soli quattro mesi, coinvolgendo oltre 8.500 persone tra clienti, celebrità, media e appassionati. Insomma, un altro primato. Giusto in tempo per salutare l’arrivo effettivo del modello sul mercato, al prezzo per l’Italia di 207.999 euro. Importante, l’euro di resto per un assegno di 208mila.

 

PIU’ VELOCE E POTENTE DI TUTTI GLI ALTRI SUV

Lamborghini Urus

I numeri sono sempre importanti, perché dicono tutto senza perdere tempo. Il motore della Lamborghini Urus non è il tradizionale aspirato V12 della Aventador o il V10 della Huracàn. Deriva bensì dal propulsore Audi-Porsche V8 4.0 biturbo. Ma l’importazione finisce qui, perché gli ingegneri di Sant’Agata lo hanno messo a punto in modo talmente efficace da farlo diventare un vero e proprio motore Lamborghini. Infatti, a differenza degli altri modelli nel gruppo Volkswagen che lo montano, sulla Urus i cavalli sono arrivati a ben 650, insieme ad una coppia massima di 850 Newton metri. Avendo poi la vettura (che è lunga ben 5.112 mm) una massa a secco di soli 2.197 Kg, il rapporto peso/potenza di soli 3,38 Kg/Cv porta questa vettura al vertice della categoria anche in questo elemento.

Le prestazioni classiche sono da vera Lamborghini: accelerazione 0-100 in 3,6 secondi e velocità massima di 305 Km/h; meglio di tutti gli altri SUV, appunto. Vi risparmiamo gli altri dettagli su sospensioni, telaio e freni (si ferma da 100 Km/h in soli 33,7 metri, decisamente ragguardevole). Segnaliamo solo il “Tamburo” collocato nella consolle centrale; è il selettore delle modalità di guida, ben sei, di cui tre specifiche per l’uso in fuoristrada. Insomma, un record dopo l’altro.