Auto e Donna

In Arabia Saudita è stato abolito il divieto di guida per le donne

L’umanità ha fatto un importante passo in avanti in Arabia Saudita, revocando il divieto di guida per le donne.

La pilotessa Aseel Al Hamad il 24 giugno 2018 è salita in macchina per la prima volta in Arabia Saudita, come tante altre donne che fino ad allora non avevano potuto fare qualcosa che in tutto il resto del mondo oggi è scontato. L’ Arabia Saudita era l’unico Paese a mantenere questo divieto obsoleto.

Aseel ha celebrato questo giorno memorabile sulla Jaguar F-TYPE, promuovendo il World Driving Day, in cui tutto il mondo è stato invitato a celebrare questa conquista.

L’abolizione del divieto rientra in un piano di riforme economico-sociali, il “Vision 2030”, voluto dal principe ereditario Mohammed bin Salman, il quale ha dichiarato di sperare in un Islam “aperto e tollerante”.

Le prime patenti erano state distrubite alle donne già all’inizio di giugno, dopo che il sovrano saudito, Re Salman, aveva ufficialmente dichiarato l’imminente revoca del divieto.

Già nella mezzanotte tra sabato e domenica, moltissime donne si sono sedute al volante ed hanno assaporato il piacere della guida che era stato loro negato per decenni.

Un’ostetrica di Jeddah ha dichiarato alla BBC che quello era un ottimo giorno per iniziare per le guidatrici alle prime armi: “Oggi è vacanza per gli studenti e le strade sono molto tranquille”. “Non posso credere di star guidando in Arabia Saudita”, continua, “è la prima volta nella mia vita che non siedo dietro”.

Nonostante l’abolizione del divieto di guida per le donne saudite rappresenti un momento storico per questo Paese, la strada da fare è ancora lunga e tortuosa. A maggio, sette attivisti per i diritti delle donne sono stati arrestati per aver rivendicato – tra le altre cose – la fine dell’oppressione che costringe le donne saudite all’autorizzazione da parte di un loro familiare uomo per numerose attività, che nel mondo occidentale sono ormai considerate normali.

Ad esempio, una donna saudita non può nè sposarsi nè frequentare le scuole superiori senza il permesso di un suo tutore di sesso maschile, sia esso il padre, il fratello o un qualsiasi altro parente.

Guardate qui il video di alcune donne saudite che festeggiano il loro primo giorno di guida: https://www.youtube.com/watch?v=xfn_fwIu8z8&feature=youtu.be,

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.