Inizia la stagione dei grandi festival nelle località più belle d’Italia. Ecco gli appuntamenti del weekend

A Spoleto prende il via il Festival dei Due Mondi, a Capri Le Conversazioni, Roma celebra il trentennale della scomparsa di Andrea Pazienza con una mostra, il Lago di Como fa da cornice alla musica.

Spread the love

Il fine settimana a cavallo tra giugno e luglio inaugura alcuni dei più importanti festival italiani, con alle spalle una storia di successi, con i grandi nomi della musica, dell’arte e della letteratura, ma dando anche spazio ai giovani artisti e alle avanguardie. Spoleto, Capri, Roma, il Lago di Como sono le splendide location di alcuni degli eventi dove vi portiamo questo fine settimana. Venite con noi!

Spoleto, al via il Festival dei due Mondi

Da 61 edizioni in Festival dei Due Mondi punta i riflettori della scena nazionale e internazionale su Spoleto con spettacoli, installazioni, mostre, reading, insomma, tutto quello che può definirsi “arte”, coinvolgendo varie location della città e valorizzandone le bellezze artistiche e architettoniche.

L’edizione 2018 aprirà i battenti venerdì 29 giugno per concludersi il prossimo 15 luglio. Ricchissimo il programma del weekend inaugurale. Si comincia venerdì alle 8 con l’apertura della mostra “Spoleto 1959” allestita presso l’Archivio di Stato Alle 9, presso la Rocca, sarà presentata l’installazione “Canapa nera. Guardavo le macerie e immaginavo il futuro”. Nel pomeriggio, alle 18, presso il Teatro “Luca Ronconi”, prende via il progetto “European Young Theatre” a cura dell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D’Amico.

Grande attesa, invece, per Il Minotauro, opera lirica moderna in dieci quadri commissionata dalla direzione artistica del festival a Silvia Colasanti, in scena alle 19 presso il Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti. L’opera interpreta il mito greco del Minotauro, mettendone in scena la mostruosa figura e la solitudine, contrapposta alla battagliera difesa della vita delle sue giovani vittime. Direttore dell’Orchestra Giovanile della Scuola di Fiesole sarà Jonathan Webb, mentre la regia è di Giorgio Ferrara, su libretto di René De Ceccatty.

Altro attesissimo spettacolo, alle 21.30 presso il Teatro Romano il Lucinda Childs Dance Company, che presenta una retrospettiva con estratti delle coreografie più belle di colei che è riconosciuta come icona della danza minimalista americana, tra cui Radial Courses,Katema, Dance III, Concerto, Canto Ostinato, Available Light. In replica anche sabato 30.

 

Tre gli eventi più attesi di sabato 30 giugno, il reading Novecento di Alessandro Baricco, in programma alle 20 presso il teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi e Decameron 2.0 – Le storie che ci raccontiamo per continuare a vivere di Letizia Lenzini, alle 22 a San Simone.

Domenica 1° luglio, inaugura invece l’installazione Il mistero dell’origine – Miti, trasfigurazioni scienza a cura della Fondazione Carla Fendi, presso il Teatro Carlo Melisso, alle 11.30. In programma in giornata anche le repliche del Minotauro (alle 17), del Decameron 2.0 (18.30), di Novecento (alle 20) e di Lucinda Childs: a portrait (alle 21.30).

Tra gli ospiti anche Corrado Augias, Paolo Mieli, la tappa umbra del concerto di Francesco De Gregori e gran finale, il 15 luglio con Giovanna d’Arco al rogo di Paul Claudel, che vede nei panni della santa guerriera l’attrice francese Marion Cotillard e 200 elementi sul palco tra orchestra e coro.

Info e programma completo: www.festivaldispoleto.com

 Sul Lago di Como al via il LacMus Festival

Fino all’8 luglio, nella splendida striscia di terra della Tremezzina, sul Lago di Como, si incontrano artisti di fama internazionale e giovani musicisti emergenti in occasione della seconda edizione del Festival Internazionale di Musica LacMus, fortemente voluto dal direttore d’Orchestra Paolo Bressan e dal pianista Louis Lortie. Il tema scelto per quest’anno sono gli anniversari illustri, che coinvolgono nomi immortali della musica, da Rossini a Debussy, da Tchaikovskj a Bernestein.

I concerti si svolgeranno in alcune delle location più suggestive del Lago di Como, tra cui il Santuario della Madonna del Soccorso di Ostuccio, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, villa Carlotta a Tremezzo, Villa del Balbianello a Lenno, il Grand Hotel di Tremezzo e la Greenway del Lario.

A nomi acclamati della musica internazionale come Evelina Dobraceva, August Dumay, Miguer Da Silva, Marie Pierre Langlamet, Mathieu Dufour, Héléne Mercier e Lou Lortie si affiancheranno i giovani talenti della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio. Novità di questa seconda edizione la nascita del LacMus Ensemble, un’orchestra d’archi formata da musicisti provenienti da tutto il mondo.

Info: www.lacmusfestival.com

A Capri, si parla di felicità con “Le Conversazioni”

Torna nello splendido scenario di Capri, dal 29 giugno all’8 luglio, Le Conversazioni” , il ciclo di incontri tra alcuni dei più importanti scrittori della scena internazionale, chiamati a confrontarsi su un tema, che per la 13° edizione sarà “La Felicità”.

La location delle “conversazioni” sarà la Piazzetta Tragara, con vista sui celebri faraglioni. Il Festival è itinerante e arriva a Capri dopo le tappe di New York e Roma. Ad aprire la tappa caprese sarà, venerdì 29 giugno, la scrittrice Vendela Vida, autrice di “Le luci del nord cancellino il tuo nome” (Mondadori), The Lovers e Geometrie di un panorama sconosciuto (Neri Pozza) e premiata con il Notable Books of the Year del «New York Times e con il Kate Chopin Award, conferito a scrittori le cui protagoniste scelgono percorsi anticonvenzionali.

Sabato 30 giugno, protagonista sarà l’autore americano Dave Eggers, che dialogherà con Antonio Monda. Eggers è autore del best seller “L’opera struggente di un formidabile genio” (Mondadori” candidato al premio Pulitzer per la saggistica e inserito dal Times al dodicesimo posto nella classifica dei 100 migliori libri degli ultimi dieci anni.

Domenica 1° luglio, sarà invece il turno di Helen Oyeyemi, scrittrice anglo nigeriana, autrice di White is for Witching, vincitore del Premio Somerset Maugham nel 2010, Mr. Fox, vincitore nel 2012 di un Hurston/Wright Legacy Award, Boy, Snow, Bird (Einaudi, 2016).

Info e programma completo: www.leconversazioni.it

Andrea Pazienza in mostra al Testaccio

A trent’anni dalla scomparsa, a soli 32 anni, il 16 giugno 1988 a Montepulciano, di Andrea Pazienza, considerato tra i più geniali ed ecclettici artisti italiani, al Mattatoio di Piazza Orazio Giustiniani, al Testaccio, Roma, fino al 15 luglio si può visitare la mostra Andrea Pazienza, trent’anni senza, una retrospettiva che raccoglie le sue eredità artistiche, grazie alla preziosa collaborazione dei familiari.

La mostra racconta soprattutto il Pazienza fumettista, con una particolare attenzione a chi lo ha conosciuto poco. In esposizione tavole originali delle sue opere più celebri, come Aficionados e Le straordinarie avventure di Penthotal dei primissimi anni Ottanta.

Tuttavia, si potranno trovare anche brevi excursus nel mondo del Paz vignettista e illustratore, con alcune delle sue opere più famose, ma anche prove di layout, bozzetti, schizzi ritrovati nel suo immenso archivio artistico. La mostra si può visitare da martedì a domenica dalle 12.30 alle 19.30. Biglietto intero € 12, ridotto € 10.

Info: www.arfestival.it/mostre/andreapazienza/

Print Friendly, PDF & Email