Tra i vigneti delle Città del Vino, Grumello del Monte e Calepio: secondo giorno in Valcalepio con la Bentley GT

Riprendiamo dal Lago d’Iseo il percorso verso una nuova parte della Valcalepio, il territorio attorno all’antica Calepio, “città del vino”, per strade ancor meno frequentate, con altri vigneti e nuovi piaceri, di guida e del gusto. di NICOLA D. BONETTI

Spread the love

Il risveglio al Romantik Hotel Relais Mirabella****, appena sopra l’abitato di Clusane, è un relais esclusivo con vista, sulle prime colline della Franciacorta. Una trentina di camere e suite, alcune nell’edificio più antico, con vista e arredate con mobili e quadri antichi. Altre nelle costruzioni più recenti, con balconi per apprezzare i panorami, nel silenzio della località, pur vicinissima alla costa. Per cominciare la giornata con stile in Valcalepio.

Romantik Hotel Relais Mirabella****

Via Mirabella, 34 I-25049 Clusane (BS)

Tel. 030.98.98.051

www.relaismirabella.it

 La gita riprende, uno sguardo a Weekend Premium Guide per cercare spunti di viaggio. Ma ora spazio alla protagonista, che vogliamo presentarvi da vicino: è un’auto con un fascino unico, la seduzione delle linee è evidente, ma sono le prestazioni facili a stupire, ancor più del lusso.
È mattina: guidiamo con la regolazione su Comfort per la massima comodità, poi come la strada si libera, settiamo su “Bentley”, che è modo elegante per dire “auto”. Agisce in modo del tutto indipendente, adattandosi alle esigenze, anche istantanee, di stile di guida.

Da Clusane a Paratico, poi a Sarnico riguadagnando la sponda bergamasca del lago, quindi verso Villongo – da visitare la chiesetta romanica di Sant’Alessandro e la parrocchiale che ospita una pregevole statua della Madonna del Fantoni – poi per le colline, passando per le frazioni con nomi che sembrano creati da Tolkien: Fornaci, Fiaschetteria, Fanti, Bossoletti, Gandosso.
Da qui all’abitato successivo, ci divertiamo un po’ alla guida, con Monica che scatena la potenza infinita del motore da sei litri.

Già, per conoscerla meglio, ecco i dati salienti, la scheda sintetica della nuova Bentley Continental GT.
Lunghezza 480 cm, larghezza 196 cm, altezza 139 cm. Motore a benzina a dodici cilindri da 5.950 cc, potenza 626 CV a 6.000 giri, coppia massima 900 Nm da 1.350 a 4.500 giri, cambio automatico a doppia frizione a otto rapporti. Le prestazioni: accelerazione 0-100 Km/h in 3,7 secondi, velocità massima 333 km/h. Consumo medio: 12,2 l/100 km (8,2 km/l). Emissioni di CO2: 278 g/km.

Cruscotto Bentley Continental GT

Siamo tra i colli, nessuno in giro. Regolazione su Sport e via di potenza. Più che ululare – sarebbe volgare – si sentono da fuori i rumori di aspirazione e delle turbine, mentre il rombo è giusto limitato a mostrare un po’ di carattere.
Nell’andatura più dinamica si apprezzano le doti sportive, con l’assetto agevolato dalle sospensioni a controllo elettronico e le barre antirollio attive motorizzate a 48 Volt, che ne esaltano la guida.

A San Pantaleone, la chiesetta sul crinale permette di ammirare il paesaggio verso la Valle del Fico (storica zona di distillerie abusive di grappa, tra vinacce e non solo). La suggestiva frazione collinare offre uno spaccato di vita contadina con le sue innumerevoli cascine e l’ambiente rurale circondato dalle vigne della Valcalepio.
Invece di scendere direttamente a Grumello del Monte, un bivio secco a sinistra, apre lo spazio alla discesa.

Dopo l’attività dinamica, è il momento del relax, per un pranzo con vista (e parcheggio adeguato al lignaggio della vettura). Sulla sinistra a metà collina, scendendo da San Pantaleone, il consiglio è l’Agriturismo La Beccaccia: panorama sulla pianura fin verso Franciacorta e Montorfano, dalla terrazza, dal porticato o nelle salette più raccolte, all’interno. L’Agriturismo La Beccaccia ha colture e allevamenti biologici, con vendita diretta, curati dalla famiglia Serughetti.

Agriturismo La Beccaccia

La ristorazione è di stile casalingo con i piatti della tradizione bergamasca realizzati con semplicità e ottima fattura, ma soprattutto con presentazioni non comuni né banali.
Taglieri di salumi bergamaschi, primi piatti con pasta fresca, specialità a base di carne e cacciagione del luogo e non: la Fiorentina è uno dei piatti forti (riecco la Toscana!) e naturalmente dolci fatti in casa.

 

il cui abbinamento elettivo con un altro dei vini della Cantina Pecis è il Soffio del Misma. Ottenuto con uve Merlot, Cabernet Sauvignon e Imberghem (Franconia) raccolte tardivamente. Affinato per un anno in barrique di rovere francese e per un anno in bottiglia. Gradazione 14, l’etichetta raffigura il profilo del Monte Misma.

E naturalmente dolci fatti in casa.

 

Agriturismo La Beccaccia

Via Duroni I – 24064 San Pantaleone – Grumello del Monte (BG)

Tel. 035.83.11.06 – 338.12.04.560
www.agriturismolabeccaccia.it

Infine, il rientro. A poca distanza, volando, c’è l’autostrada. Oppure si può ancora girovagare lungo i colli. Preferiamo prendercela ancora un po’ comoda: abbiamo tempo, ripassiamo – l’avevamo promesso – dalla Cantina Pecis (www.pecis.it) a San Paolo d’Argon. Facilmente individuabile dalla bella Casa Cantoniera posta proprio di fronte alla via d’accesso, oppure dalla citata chiesetta romanica di San Pietro delle Passere, immersa nei vigneti dell’azienda. Qualità e passione, per le tre linee di produzione: vini fermi, vini passiti e spumanti ottenuti con il metodo classico.

Il weekend si conclude con quella sensazione di appagamento per aver nutrito bene il corpo e la mente, e anche lo spirito. Dai paesaggi al coinvolgente piacere di guida. Non tanto per essere al volante di un’auto da 207mila euro di listino, che salgono a 235 con le opzioni montate (nessuna Bentley è uguale a un’altra), quanto per la rassicurante facilità di andare forte, da Grand Tourer, senza elementi vistosi, né dare nell’occhio più di tanto. Con prestazioni impressionati quasi sempre silenziose, sicure e affidabili, persino facili. Come da tradizione del marchio, dall’uso quotidiano alle corse. O per tanti altri weekend d’altissimo profilo come questo.