Weekend in cantina

In Alto Adige nasce il Vinum Shop per acquistare il vino dei produttori dei Vinum Hotel

image_pdfimage_print

Alto Adige, terra di castelli, buoni sapori e di…vino. L’ultima novità si chiama Vinum Shop, un negozio virtuale dove acquistare online i vini prodotti nei Vinum Hotels Alto Adige/Südtirol.

Si tratta di 29 strutture di alto livello, tutte a conduzione familiare, alcune ricavate in edifici storici o castelli, specializzate nella produzione di vino. Si trovano tutte nelle zone vinicole dell’Alto Adige e propongono soggiorni all’insegna della scoperta delle eccellenze del territorio, tra cui la degustazione di vini altoatesini e internazionali, ma anche visite guidate alle cantine e ai vigneti, attività culturali e di benessere.

Per acquistare i vini dei produttori basta collegarsi al sito www.vinumhotels.com e cliccare sul bottone Vinum Shop per avere una panoramica dei vini e delle aziende produttrici.

Le aziende del Vinum Shop

Al momento sono cinque gli albergatori del gruppo Vinum Hotel che producono vino, presenti nel nuovo Vinum Shop. Vediamoli insieme.

Nella zona vinicola Valle Isarco, a Novacella, si trova la Tenuta Pacherhof (www.pacherhof.com ), della cui tradizione vinicola si hanno notizie fin dal Medioevo. Qui, infatti, si trova la splendida Abbazia di Novacella, nei pressi di Varna. La lunga tradizione vitivinicola della famiglia Huber, tramandata attraverso le generazioni, ha dato voce e vita al territorio e ai suoi sapori.

La continua voglia di sperimentare, poi, ha reso possibile la conversione dell’azienda alla coltivazione biodinamica. Tra i vini acquistabili: Gewürztraminer, Riesling, Kerner, Sylvaner, Private Cuvée, Müller Thurgau, Veltliner e Pinot Grigio.

Spostandosi nella zona vinicola Oltradige, incontriamo a San Michele Appiano la Tenuta Stroblhof (www.stroblhof.it) la cui storia risale addirittura al XVI secolo. Qui lo sguardo spazia tra i cinque ettari di vigneti, a 500 m.s.l.m, dove le viti maturano su terreni calcarei e porfirici, coccolati dalle escursioni termiche che oscillano dal tepore mediterraneo di giorno alla freschezza alpina di notte. Da assaggiare: Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco.

Tradizione e innovazione caratterizzano invece la filosofia della Tenuta Klosterhof (www.klosterhof.it ) di Caldaro, dove Oskar Andergassen, viticoltore e maestro cantiniere della tenuta, insieme al figlio Hannes unisce la grande passione enologica alle conoscenze specialistiche per produrre vini primissima qualità, nel rispetto della natura e dei suoi ritmi, dalla vigna alla bottiglia. Tra i vini da acquistare ci sono Moscato giallo, Pinot Nero, Bianco e Rosé, Kalterersee Classico Superiore e Merlot.

A Lagundo, nella zona di Merano, si trova la tenuta dello Schloss Plars (www.schlossplars.com), un castello riconvertito in hotel, circondato da vigneti fin dal 1895. Il sapere di tre generazioni oggi è nella mani del maestro vignaiolo Andreas Theiner, che mette in primo piano la coltivazione nel rispetto della natura, per produrre vini eccellenti, tra cui Sauvignon, Pinot Bianco e Lagrein Merlot.

Spostandosi a Marlengo, la famiglia Waldner gestisce il Romantik Hotel Oberwirt (www.oberwirt.com) e si occupa della Tenuta Eichenstein (www.eichenstein.it) , a 500 mslm. Le perfette condizioni microclimatiche e territoriali, anno dopo anno, danno vita a vini di grande prestigio. Da assaggiare il Sauvignon e Cuveé Bianco.

Terre di vino e di castelli

L’Alto Adige è costellato di castelli, abbazie, pievi per scoprire il fascino del mondo medievale. Basti pensare che il numero di castelli si aggira sulle 800 unità. Vediamo allora alcune eccellenze da visitare nelle zone dove si trovano le tenute citate.

Partiamo da Novacella, nel Comune di Varna, dove, tra frutteti e vigneti, si trova la bella Abbazia, con la sua basilica e una via crucis gotica. Del complesso fanno parte anche la biblioteca del monastero e la fontana delle otto meraviglie. Inoltre l’abbazia ospita anche una scuola privata e una cantina. Davanti invece si trova la cappella di San Michele, nota anche come Castello dell’Angelo, per la sua architettura che ricorda quella romana.

Nel Comune di Appiano, invece, si trovano più di 180 castelli, rocche e residenze storiche. Tra questi citiamo Castel d’Appiano, Castel Freudenstein, che domina la collina sopra San Michele d’Appiano, e poi Castel Englar, poco sopra San Michele,. Castel Guardia, nelle vicinanze di San Paolo, le rovine di Castelvecchio e la Kreideturm, la “torre del gesso”, a Missiano.

Residenze, dimore storiche e castelli arricchiscono anche la zona di Caldaro. Tra questi i castelli Sallegg e Campan, situati nella frazione di Villa di Mezzo, abitati ancora oggi e circondati da curati e rigogliosi giardini.

Infine, nella zona di Merano, ricchissima di castelli, vale una visita il fiabesco Castel Trauttmansdorff, già dimora della leggendaria Principessa Sissi, con i suoi splendidi giardini.

Nel centro storico si trova anche il Castello Principesco, oggi polo museale, mentre nel quartiere di Maia Alta si trova il Castello Rubein. Su uno sperone di roccia all’ingresso della Val Passiria, nei pressi di Merano, si staglia l’imponente profilo di Castel San Zeno.

INFO

www.vinumhotels.com, info@vinunhotels.com, tel 0471/999960

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.