Il green fa bene alla salute!

E’ scientificamente provato che stare all’aria aperta circondati dal verde aiuta la salute e l’umore. Dobbiamo solo ritagliare spazio alle passeggiate durante la giornata.

Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza (…) per vedere se non fossi capace di imparare quanto aveva da insegnarmi e per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto” (Henry David Thoreau).
Sì, passeggiare per boschi fa bene e la natura, si sa, ha molto da insegnarci. Approfittiamo, dunque, di un autunno/inverno ancora mite per fare incursioni nel verde. Una ricerca ha dimostrato che questa attività inibisce i pensieri negativi: tra gli alberi il battito cardiaco rallenta, la pressione si abbassa, l’umore migliora e il cervello si rigenera aumentando i livelli di attenzione.

Quel che si poteva intuire è stato confermato dal ricercatore Gregory Bratman, dell’Università di Stanford, in uno studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (news.stanford.edu). Ha radunato 38 persone di città, le ha divise in due gruppi e le ha fatte camminare per 90 minuti: un gruppo in un parco, gli altri su una strada trafficata del centro. Prima e dopo la passeggiata ai partecipanti è stato sottoposto un questionario per misurare la tendenza alla formulazione di pensieri negativi; i risultati: chi ha camminato nel parco ha mostrato una diminuzione dei pensieri negativi. Non ci resta che provare per credere!

Curarsi con le erbe fa bene?

Pro e contro della fitoterapia (cura con le piante)
, medicine naturali contro quelle di sintesi della medicina moderna. Secondo dati ISTAT, nell’ultimo ventennio 5 milioni di italiani sono tornati a un approccio naturale per la cura delle malattie. Le fitomedicine sono medicine con principi attivi delle piante allo stato grezzo che, se preparati seguendo un iter professionale, non presentano controindicazioni (a parte eventuali allergie o interazioni con altri medicinali). Gli studi sulla loro validità sono ancora poco approfonditi, anche se molti sono i pro: buona tollerabilità, efficaci per cura ma anche per prevenzione, utilizzabile in casi cronici (tanti i siti, tra i quali www.nutrizionenaturale.org). Per casi seri è comunque necessario il controllo medico.

cure-naturali-amando

e-Health, sanità digitale

Di cosa si tratta? è l’uso dei servizi sanitari on line, fenomeno che si sta sempre più diffondendo secondo una ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità, promossa dalla School of Management del Politecnico di Milano. Lo studio è stato fatto su un campione di 1000 persone, tra i 35 e i 54 anni. I servizi web più utilizzati sono quelli che danno informazioni sulle strutture sanitarie e le prenotazioni on line di esami e visite. Le app più diffuse sono quelle per il monitoraggio dei battiti cardiaci, dei passi e delle calorie, ma per le decisioni serie, meglio seguire il metodo classico: andare dal medico. Per info: www.medicinatelematica.it


e-health-startupitalia

Print Friendly, PDF & Email